L'utente italiano visto di profilo

Jupiter MMXI traccia un quadro dell'utenza Internet italiana secondo cui in Italia si collega il 12,5 per cento della popolazione, pari a quasi 8 milioni di persone. Non entusiasmante la diffusione del PC

Roma - Nel primo trimestre del 2001 il profilo dell'utente Internet italiano è stato vagliato in lungo e in largo da Jupiter MMXI, società di rilevazione americana che da tempo ha esteso le proprie attività anche nel Vecchio Continente.

Stando allo studio appena presentato, nel mese di marzo gli utenti italiani che si sono collegati da casa sono stati 7,65 milioni, pari al 12,5 per cento della popolazione. Secondo la società di rilevazione si tratta di "un dato significativo, che indica che anche l'Italia ha raggiunto una 'massa criticà di internauti, nonostante la bassa penetrazione del PC nelle case italiane (29%: solo il Portogallo e la Grecia hanno una penetrazione inferiore)."

Jupiter MMXI, che entra nel sempre più affollato mercato della rilevazione dei gusti dell'utente Internet italiano, si spinge anche ad affermare che le preferenze dell'utenza domestica vanno ai portali generalisti. Il 40 per cento di questi utenti, infatti, si recherebbe su questo genere di siti.
Le rilevazioni avrebbero indicato che, come accade anche nel resto d'Europa, i gruppi industriali più noti rientrerebbero tutti tra i siti più visitati. In particolare tra i primi 10 gruppi si trovano Microsoft, Seat Pagine Gialle, Infostrada, Tiscali, il Gruppo Editoriale l'Espresso, il Gruppo Fininvest, Yahoo!, Dada e Lycos.

Questi dati, secondo Jupiter MMXI, pongono "il mercato Internet italiano" al quarto posto in Europa.
TAG: italia
9 Commenti alla Notizia L'utente italiano visto di profilo
Ordina
  • Secondo me significa che appena un milioncino di persone si collega giornalmente, che circa tre milioni si collegano una volta a settimana e gli altri 3,65 si collegano una volta al mese!

    I dati sono verificabili anche solo tra le proprie amicizie: chiedete ai vostri amici di famiglia che uso fanno di Internet... quanti utilizzano la rete per la ricerca di informazioni? Quanti la utilizzano perché "è bella"? Quanti la utilizzano solo per qualche visitina ai siti porno?

    La realtà è che Internet, in Italia, è ancora uno strumento sconosciuto a quasi tutti. Quei pochi che la utilizzano VERAMENTE lo sanno, gli altri credono alle favole delle aziende, dello shopping online e via dicendo...

    Il raiting non lo puoi fare su campioni di mille o duemila persone quando gli utenti sono così pochi...

    non+autenticato
  • E' anche troppo viste le condizioni in cui versa la popolazione italiana.

    Il 90% è composta da contadini, il 9% da ladri, il 0.9% da brava gente, e solo il 0.1% da geni che potrebbero rivoluzionare l'intero universo conosciuto ma che non possono perchè sono soffocati dall'ignoranza.

    non+autenticato
  • Cioè chi fa il contadino non è "Brava Gente" ?
    Cosa hai contro i contadini!!!? Hai subito un trauma da bambino?
    Non so dove vivi, nè chi ti credi d'essere. Ma sicuramente non fai parte di quel 0.1% di cervelloni che popolerebbero il nostro paese anzi ti consiglio di modificare le tue percentuali aggiungendo anche una quota per gli igoranti, categoria che "soffoca" e nella quale tu ci rientri a gonfie vele...

    - Scritto da: Creator
    > E' anche troppo viste le condizioni in cui
    > versa la popolazione italiana.
    >
    > Il 90% è composta da contadini, il 9% da
    > ladri, il 0.9% da brava gente, e solo il
    > 0.1% da geni che potrebbero rivoluzionare
    > l'intero universo conosciuto ma che non
    > possono perchè sono soffocati
    > dall'ignoranza.
    >
    non+autenticato
  • A scanso di reply ...
    Ignoranti e non igoranti...
    Occhiolino

    - Scritto da: Not1984
    > Cioè chi fa il contadino non è "Brava Gente"
    > ?
    > Cosa hai contro i contadini!!!? Hai subito
    > un trauma da bambino?
    > Non so dove vivi, nè chi ti credi d'essere.
    > Ma sicuramente non fai parte di quel 0.1% di
    > cervelloni che popolerebbero il nostro paese
    > anzi ti consiglio di modificare le tue
    > percentuali aggiungendo anche una quota per
    > gli igoranti, categoria che "soffoca" e
    > nella quale tu ci rientri a gonfie vele...
    >
    > - Scritto da: Creator
    > > E' anche troppo viste le condizioni in cui
    > > versa la popolazione italiana.
    > >
    > > Il 90% è composta da contadini, il 9% da
    > > ladri, il 0.9% da brava gente, e solo il
    > > 0.1% da geni che potrebbero rivoluzionare
    > > l'intero universo conosciuto ma che non
    > > possono perchè sono soffocati
    > > dall'ignoranza.
    > >
    non+autenticato
  • > nel mese di marzo gli utenti italiani che si
    > sono collegati da casa sono stati 7,65 milioni, > pari al 12,5 per cento della popolazione

    Ho qualche DUBBIETTINO su questi dati, che, da quello che so, sono 4 volte inferiori rispetto a questo studio, andiamo nell'odine del 3-4%
    non+autenticato
  • dubbio assai legittimo direi. qui coi dati ci giobbano tutti, pensa ai portali che vivono di dati gonfiati. ci prendono tutti per deficienti.
    non+autenticato
  • > Ho qualche DUBBIETTINO su questi dati, che,
    > da quello che so, sono 4 volte inferiori
    > rispetto a questo studio, andiamo nell'odine
    > del 3-4%

    Beato te che hai dei dati di cui puoi fidarti. Ma qual è la tua fonte? perchè la consideri più affidabile?
    Non vorrei che il tuo criterio discriminante sull'affidabilità degli studi fosse il livello di 'compatibilità' con le tue 'impressioni personali'.

    E se hai delle 'impressioni personali', saresti tanto gentile da condividerle con noi?

    Personalmente non ho la minima idea di quanti possano essere gli utenti internet, e, come avviene per i dati di audience televisiva, mi affido alle statistiche accettando il livello di approssimazione che, necessariamente, portano con sè.
    non+autenticato
  • > E se hai delle 'impressioni personali',
    > saresti tanto gentile da condividerle con
    > noi?
    >

    Basandomi su quel dato e interpretandolo:

    il dato 12,5 può essere basato solo su una statistica che
    prevede un tot di persone, 3 - 3,5 per famiglia, che si collegano
    dallo stesso pc.

    Quindi parliamo già di 1\3 dei 12 milioni, 1\3 di connessioni a
    internet. Di quel terzo possiamo limare le aziende e 2 persone di
    quel 3,5 per famiglia che vedono internet come ua forma di magia nera.

    Cosa rimane in quel dato? A occhio circa 2 milioni di utenti, o
    forse meno che utilizzano internet giornalmente per usufruire di
    un servizio tipo: chat, scommesse on line, porno live etc.


    Poi una grossa fetta della torta è rappresentata da webmaster
    dilettanti e money maker, quella categioria presa per i fondelli dagli stessi
    che avrebbero interesse a tutelarla. Stessa categoria che determina il
    successo di siti come google e alltheweb, e le crisi di famosi motori.
    ma qui andiamo fuori tema.


    > Personalmente non ho la minima idea di
    > quanti possano essere gli utenti internet,
    > e, come avviene per i dati di audience
    > televisiva, mi affido alle statistiche
    > accettando il livello di approssimazione
    > che, necessariamente, portano con sè.


    Le statistiche sono sempre veritiere se le interpreti a seconda del criterio con cui sono state svolte. Io almeno ragiono cos'ì
    non+autenticato
  • Per la serie: "Giochiamo con i numeri e non leggiamo l'articolo (su PI o l'originale)


    > Basandomi su quel dato e interpretandolo:
    >
    > il dato 12,5 può essere basato solo su una
    > statistica che
    > prevede un tot di persone, 3 - 3,5 per
    > famiglia, che si collegano
    > dallo stesso pc.

    Su questo non posso obiettare nulla, non e' chiaro se abbiano contato le visite o se le abbiano moltiplicate per il numero di potenziali utilizzatori in famiglia


    > Quindi parliamo già di 1\3 dei 12 milioni,
    > 1\3 di connessioni a

    ALT1 non si tratta di 12 milioni di italiani, ma del 12,5% della popolazione quindi 7,65 milioni

    > internet. Di quel terzo possiamo limare le
    > aziende

    RIALT! Le aziende non sono state prese in esame nella ricerca

    > e 2 persone di quel 3,5 per famiglia che vedono >internet come ua forma di magia nera.

    Qua non ho nulla di concreto da opporti

    > Cosa rimane in quel dato? A occhio circa 2
    > milioni di utenti, o

    A mio avviso ne resta circa il doppio

    > forse meno che utilizzano internet
    > giornalmente per usufruire di
    > un servizio tipo: chat, scommesse on line,
    > porno live etc.
    > Poi una grossa fetta della torta è
    > rappresentata da webmaster
    > dilettanti e money maker, quella categioria
    > presa per i fondelli dagli stessi
    > che avrebbero interesse a tutelarla. Stessa
    > categoria che determina il
    > successo di siti come google e alltheweb, e
    > le crisi di famosi motori.
    > ma qui andiamo fuori tema.

    Senza giudicare l'utilizzo che ne fanno no puoi negare che USANO Internet, se poi lo fanno per farsi le p**pe sono cavoli loro, intanto la usano

    Ciao
    non+autenticato