E tutte le casse suonano senza fili

Perché cambiare speaker, quando possono diventare Bluetooth?

Uno speaker qualsiasi può ricevere musica in modalità senza fili. La mania del wireless ha contagiato anche le vetuste casse acustiche che possono trasformarsi in un sistema di ricezione e riproduzione musicale Bluetooth con il dispositivo The Vamp.

The Vamp


Questo cubo rosso nasce dall'idea del designer inglese Paul Cocksedge, che nel suo studio londinese ha sviluppato una tecnologia semplice per rendere compatibili con il protocollo Bluetooth anche le casse audio più antiquate.
All'interno del cubo sono presenti un circuito amplificatore collegato ad un ricevitore Bluetooth e una batteria ricaricabile. Il sistema, alimentato dalla batteria ricaricabile, riceve informazioni sonore via Bluetooth da qualsiasi dispositivo che implementi questa tecnologia (cellulari, smartphone, tablet, notebook, computer e via discorrendo) e permette di riprodurre i suoni collegandosi ad uno speaker con i tipici cavi rosso-nero presenti sul retro della cassa.

Il cubo è capace di restare saldo allo speaker per via della presenza di un magnete nella sua base e la batteria integrata garantisce un'autonomia superiore alle 10 ore di musica continuata. È comunque possibile realizzare un'alimentazione costante del dispositivo attraverso un apposito ingresso mini-USB presente sul retro, lo stesso che serve per ricaricare la batteria esaurita.

Il prodotto è compatibile con il protocollo Bluetooth 2.1 e supporta la riproduzione da qualsiasi dispositivo accoppiato che sia presente nel raggio di circa 10 metri.

Oltre a un collegamento senza fili, The Vamp supporta anche un collegamento tradizionale di tipo wired, permettendo così di collegare qualsiasi player ad un ingresso mini-jack da 3,5 mm.

Il limite di The Vamp è però nella qualità audio: nessuna riproduzione stereo, ma solo un output mono con un valore di picco di 4W.

The Vamp non è ancora in commercio, ma lo sarà presto grazie alla raccolta fondi di Kickstarter, al termine della quale il dispositivo entrerà in produzione. Il finanziamento sta dando infatti ottimi risultati e ad ancora 25 giorni dalla chiusura della raccolta, il progetto ha già ricevuto quasi 56mila sterline a fronte delle 35mila richieste.

Chiunque voglia contribuire, può aggiudicarsi un The Vamp in anteprima per circa 40 euro.



(via Mashable.com)
TAG: gadget
3 Commenti alla Notizia E tutte le casse suonano senza fili
Ordina
  • La fiera dell'imbecillità.

    Basterebbe il fatto che la qualità del suono è ridicola.
    A quel punto tanto vale riprodurre direttamente da cellulare o docking station.

    Inoltre:
    - devi ricaricare continuamente le batterie (10 ore durano all'inizio, poi si vedrà...), quindi devi nuovamente attaccare fili, tra l'altro se ti serve un wireless significa che hai le casse poco accessibili, difficilmente collegabili..e allora siamo da capo. Caricarne una alla volta poi...auguri.
    - per i fanatici delle onde elettromagnetiche...beh, si sa...
    - una calamita sulla cassa...non sono un esperto, ma non interferisce con il magnete all'interno?
    - il prezzo...sarei proprio curioso...scommetto che a prenderne uno per cassa ti converrà farti un cablaggio ad hoc, con una qualità che giustifichi quindi l'uso delle casse.
    - docking station...ce ne sono tante, di tutti i tipi e di tutte le potenze, per una stanza possono essere più che sufficienti: notare che questi cosetti funzionano a max 10 metri, quindi probabilmente nemmeno da una stanza all'altra...quindi a ce serve? Facepalm.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ndr
    > La fiera dell'imbecillità.
    >
    > Basterebbe il fatto che la qualità del suono è
    > ridicola.
    > A quel punto tanto vale riprodurre direttamente
    > da cellulare o docking
    > station.

    Ho i tuoi stessi dubbiSorride
    E poi non ci ascolterei mai Vivaldi e Bach con quel dispositivo... Sorride
  • - Scritto da: ndr
    > La fiera dell'imbecillità.

    concordo in pieno

    e ci aggiungo la fiera dell'inutilità, la fiera del danno alla salute e la fiera del danno ambientale...

    questa roba è da nomination per il premio "gadget superca##ola", almeno il premio della critica lo prende...
    non+autenticato