Mauro Vecchio

iPad Mini, il marchio è più vicino?

Ritirate due obiezioni inizialmente mosse dall'Ufficio statunitense dei brevetti e dei marchi sulla richiesta di registrazione di Apple. Il termine Mini identifica un certo tipo di iPad

Roma - Arrivate al quartier generale di Cupertino, buone notizie dall'Ufficio statunitense dei brevetti e dei marchi registrati (USPTO) che ha ritirato due tra le principali obiezioni alla richiesta di registrazione presentata sul termine "iPad Mini".

Una settimana fa, l'avvocato Lee-Anne Berns aveva respinto il tentativo di Apple per la registrazione del marchio legato alla versione più piccola del tablet californiano. Nello specifico, la prima obiezione ritirata dall'USPTO riguarda la natura "meramente descrittiva" del termine Mini, che - almeno in prima analisi - si limiterebbe a descrivere una funzione o una caratteristica del prodotto.

La seconda obiezione ritirata dall'Ufficio statunitense riguarda invece l'utilizzo delle immagini presenti sul sito web dell'azienda come immagine per la registrazione del marchio iPad Mini.
Cupertino non può gioire in maniera definitiva, dal momento che lo stesso USPTO deve ancora effettuare una serie di controlli per scovare altre richieste per la registrazione del marchio Mini. Anche in caso di esito favorevole, la Mela dovrà limitarsi a sfruttare a livello legale il solo marchio congiunto "iPad Mini", in modo da tutelare tutte quelle aziende rivali - esempio, Samsung - che già hanno adottato il nome "Mini" come attributo che esprime dimensioni ridotte. (M.V.)
Notizie collegate
3 Commenti alla Notizia iPad Mini, il marchio è più vicino?
Ordina