Il Giappone verso i televisori IP

Il Sol Levante lavora sullo sviluppo di una nuova generazione di televisori in grado di ricevere contenuti anche via Internet. Una nuova sintesi per un vecchio media come la TV

Tokyo (Giappone) - Arrivare primi sul futuro mercato della TV via IP e imporre, se possibile, il proprio standard. Sono questi gli obiettivi a cui mira il Governo giapponese insieme ad un gruppo di giganti nipponici dell'elettronica e delle telecomunicazioni, fra cui NTT Communications. Al centro un nuovo progetto per la costruzione di televisori in grado di ricevere immagini sia attraverso Internet che attraverso servizi di radiodiffusione digitale.

Questa nuova generazione di elettrodomestici sarà in grado di connettersi ad Internet senza l'ausilio di un computer o di periferiche esterne e di gestire connessioni IP protette verso servizi di TV on-demand o di broadcasting.

"Con i nuovi televisori anche chi non è familiare con i computer sarà in grado di utilizzare i servizi di Internet broadband in modo estremamente facile", ha commentato un portavoce di NTT.
I primi esperimenti inizieranno già a partire dal prossimo anno, mentre l'arrivo sul commercio dei primi televisori IP è previsto entro il 2010.

Lo standard di TV su IP su cui stanno lavorando le aziende giapponesi prevede anche un robusto meccanismo di protezione dei contenuti che impedisca le copie non autorizzate degli stessi e permetta, nello stesso tempo, una gestione flessibile dei permessi in modo tale che un utente possa, ad esempio, copiare un film sull'hard disk del proprio televisore ma non su di un DVD. Il sistema prevede anche un meccanismo di tariffazione per i contenuti a pagamento.
TAG: mondo
20 Commenti alla Notizia Il Giappone verso i televisori IP
Ordina
  • la strada e` questa, decine di apparecchi che faranno quello che puo` fare il computer ma senza il computer, in questo modo anche l` 80% della gente che non ha il computer potra` utilizzarli senza dover imparare
    non+autenticato
  • Fastweb con la video station porta la tv via IP nelle case di molti (ma non tantissimi a dire il vero) italiani.
    A Milano da ANNI.
    Non hanno fatto altro che integrare l'unità ricevente (tecnologicamente ridicola) con una Tv. Si sentono così all'avanguardia?
    boh...
    mi sono perso qualche puntata?

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Fastweb con la video station porta la tv via
    > IP nelle case di molti (ma non tantissimi a
    > dire il vero) italiani.
    > A Milano da ANNI.
    > Non hanno fatto altro che integrare l'unità
    > ricevente (tecnologicamente ridicola) con
    > una Tv. Si sentono così all'avanguardia?
    > boh...
    Per l'utonto e' una novita!
    quello che mi meraviglia e' che un giornalista dica su PI che i contenuti sono disponibili attraverso la "tv" "senza utilizzare computer" Deluso
    Cioe' una rete p2p (Internet) che funziona senza computer?..
    Evidentemente e' possibile trasmettere contenuti su PI "senza utilizzare l'intelligenza" Deluso
    > mi sono perso qualche puntata?
    >
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > Non hanno fatto altro che integrare l'unità
    > ricevente (tecnologicamente ridicola) con
    > una Tv. Si sentono così all'avanguardia?
    > boh...

    La novità non è tecnologica ma nello standard e nella trasposizione dei servizi broadcast via etere offerti dalle stazioni televisive in servizi IP e nelle conseguenze di questa operazione.
    non+autenticato
  • La novità è che non potrai usare il videoregistratore con quei segnali. La novità è che sarà integrato nel sistema "anche un robusto meccanismo di protezione dei contenuti ".

    Chiaro lo spartito?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > La novità è che non potrai usare il videoregistratore con
    > quei segnali. La novità è che sarà integrato nel sistema
    > "anche un robusto meccanismo di protezione dei
    > contenuti ".

    Who cares?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Non hanno fatto altro che integrare
    > l'unità
    > > ricevente (tecnologicamente ridicola) con
    > > una Tv. Si sentono così all'avanguardia?
    > > boh...
    >
    > La novità non è tecnologica ma nello
    > standard e nella trasposizione dei servizi
    > broadcast via etere offerti dalle stazioni
    > televisive in servizi IP e nelle conseguenze
    > di questa operazione.
    ????? ripeto dove e' la novita????
    tutto questo si fa da un pezzo!
    (tivo e altri set top box) quindi? ripeto novita? A bocca aperta
    L'unica vera novita' sarebbe (anche qui ripeto) la intelligenza del giornalista se "applicata" una volta tanto alle "press release" delle varie aziende del settore!A bocca aperta (scusate la franchezza!)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > scoratevelo !

    pensa che togliendo l'antenna ti risparmi il canone rai...
    ciao ciao
    maretto
    non+autenticato
  • > pensa che togliendo l'antenna ti risparmi il
    > canone rai...

    magari! e invece no
    il canone è per legge applicabile a tutti gli apparecchi idonei a ricevere e trasmettere trasmissioni televisive... (NB idonei)
    hai la tv via satellite o via cavo anzichè antenna? paghi!
    hai un monitor per pc? il pc può essere dotato di scheda tv o ricevere trasmissioni broadcasting in rete ed è equiparato ad un decoder, quindi il monitor è considerato come classe di apparecchi tra quelli idonei a ricevere e trasmettere trasmissioni televisive, quindi paghi... e se non hai la scheda tv nè l'abbonamento ad internet? paghi, comunque hai in casa uno strumento idoneo!
    Unica chance di non pagare: dimostri che l'unità abitativa non è coperta da antenne televisive, da satellite, da cavo ecc... (see, see, anche Soldini aveva la copertura tramite satellite!) e quindi dimostri che lo strumento non è idoneo a ricevere nulla lì dov'è e se lo tieni in quella unità non paghi! (ma che ce lo tieni a fare? magari per presunzione di colpevolezza minacciano di mandarti la finanza...)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > pensa che togliendo l'antenna ti risparmi
    > il
    > > canone rai...
    >
    > magari! e invece no
    > il canone è per legge applicabile a tutti
    > gli apparecchi idonei a ricevere e
    > trasmettere trasmissioni televisive... (NB
    > idonei)
    > hai la tv via satellite o via cavo anzichè
    > antenna? paghi!

    nono, il regio decreto che regola la cosa dice che è necessario avere un'antenna che capti il segnale via etere

    > hai un monitor per pc? il pc può essere
    > dotato di scheda tv o ricevere trasmissioni
    > broadcasting in rete ed è equiparato ad un
    > decoder, quindi il monitor è considerato
    > come classe di apparecchi tra quelli idonei
    > a ricevere e trasmettere trasmissioni
    > televisive, quindi paghi... e se non hai la
    > scheda tv nè l'abbonamento ad internet?
    > paghi, comunque hai in casa uno strumento
    > idoneo!

    anche un asciugacapelli opportunamente modificato può essere idoneo....
    se non hai un'antenna non puoi ricevere il segnale nemmeno con una scheda TV

    > Unica chance di non pagare: dimostri che
    > l'unità abitativa non è coperta da antenne
    > televisive, da satellite, da cavo ecc...
    > (see, see, anche Soldini aveva la copertura
    > tramite satellite!) e quindi dimostri che lo
    > strumento non è idoneo a ricevere nulla lì
    > dov'è e se lo tieni in quella unità non
    > paghi! (ma che ce lo tieni a fare? magari
    > per presunzione di colpevolezza minacciano
    > di mandarti la finanza...)

    e infatti io ho anche richiesto che me la mandino per acclarare che non ho un'antenna e che non ho un televisore.
    Ad oggi non li ho visti
    non+autenticato
  • > nono, il regio decreto che regola la cosa
    > dice che è necessario avere un'antenna che
    > capti il segnale via etere
    bo, a Staffelli in "al posto vostro" di radio24 risultava diversamente, hanno parlato proprio con degli avvocati e con dei dirigenti amministrativi rai, almeno a quello che ho capito era chiaro: il dispositivo può ricevere segnali televisivi? allora paga il canone... facevano l'esempio dei negozi di PC che in teoria dovrebbero pagare il canone per i monitor!
    Abberrante!

    > anche un asciugacapelli opportunamente
    > modificato può essere idoneo....
    > se non hai un'antenna non puoi ricevere il
    > segnale nemmeno con una scheda TV
    be, oggi c'è il satellite, la cable tv, se volessero applicare le norme in modo zelante potrebbero (ma poi in fin dei conti chi ha i soldi e il potere non l'ha sempre fatto?)
    la mia paura è che a forza di mettercelo lì ce lo adattino come l'asciugacapelli di cui sopra e che ci facciano pagare il canone anche per il b. del c...Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > scoratevelo !

    Perché in dieci anni tanto lo cambi lo stesso. Devi solo comprare quello giusto.

    Ah... vi ricordo che il digitale terrestre prevede la morte dell'analogico. Quindi, almeno il decoder ve lo dovrete procurare.
    non+autenticato
  • Ti permette di fare troppe illegalità.

    Puoi abusare della proprietà altrui, ad esempio guardando striscia mezz'ora dopo perché a quell'ora stai mangiando (bisogna registrarlo -illegalità immensa!)

    Puoi rubare ai programmisti schiacciando Fast Forward quando c'è la pubblicità.

    Puoi minare alla base il sistema registrando un programma educativo per farlo vedere ai tuoi studenti.

    Puoi impedire la "ripresa economica" guardando una street TV.

    Puoi essere traviato dalla visione di telegiornali stranieri che dicono cose false e tendenziose sulla situazione del tuo paese.

    Ecco perchè.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > perche devo cambiare il tv ?

    X' le trasmissioni analogike via terrestre son destinate a morire a breve-medio termine (si spera).
    non+autenticato

  • Guarderemo e saremo guardati ?

    Ragazzi, io il futuro lo vedo brutto. Questi gingilli solleticano più di un'idea e farsi prendere la mano è facile...........

    Lo so, sono paranoico.

    Sono contento cosìA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > Lo so, sono paranoico.
    >
    > Sono contento cosìA bocca aperta

    Contento di essere paranoico? Mmm... fossi in te mi fare vedere.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Lo so, sono paranoico.

    Infatti: informati (e quindi cresci) prima di sparare.
    non+autenticato
  • diceva il divino Giulio (Andreotti): a parlare male si fa peccato, ma spesso ci si indovina.
    Meglio essere un po' paranoici.
    Anche se chi agisce sa (quasi) sempre quello che fa. Come i prestidigitatori che ci fanno vedere una mano mentre l'altra compie il trucco.
    Un altro paranoico: Daniele.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > diceva il divino Giulio (Andreotti): a
    o zu'giulio..quanta nostalgia...
    allora la sinistra stava cogli operai la dc dipende e i liberali coi padroni...
    ora stan tutti col padrone(PRC Escluso)
    non+autenticato