Mauro Vecchio

Twitter, parole chiave per la pubblicità

Nuove strategie nell'advertising della piattaforma di microblogging. Gli inserzionisti potranno piazzare messaggi confezionati sulla base dei contenuti cinguettati dagli utenti

Roma - Più simili a quelle implementate dal colosso Google, le nuove strategie pubblicitarie annunciate da Twitter hanno destato inquietudine tra gli utenti. La piattaforma di microblogging ha infatti deciso di sfruttare tutte quelle parole chiave digitate da milioni di account cinguettanti, consegnandole alle varie agenzie pubblicitarie per il piazzamento di messaggi confezionati in base ai gusti espressi nei post in 140 caratteri.

A titolo d'esempio, un cinguettio contenente espliciti riferimenti al popolare serial televisivo Games of Thrones (Il Trono di Spade) porterebbe il sistema implementato da Twitter a consegnare all'utente un'inserzione per conto del broadcaster statunitense HBO. I pubblicitari legati al social network californiano saranno inoltre abilitati alla consegna di quelle ads basate sui micropost letti o indicati nella lista dei preferiti.

Disponibile sui mercati in 15 lingue, lo strumento keyword targeting in timelines potrebbe lanciare il fatturato pubblicitario del tecnofringuello verso un totale previsto di 1 miliardo di dollari.
La piattaforma californiana prevederà l'utilizzo di uno specifico sistema di filtraggio, in caso di reazioni negative verso determinati prodotti o marchi. (M.V.)
Notizie collegate
  • BusinessFacebook compra l'advertising di MicrosoftIl social network acquisisce una tecnologia precedentemente in mano a Microsoft e promette vantaggi per tutti: per gli utenti, con l'advertising pertinente ai loro interessi, e per i pubblicitari, con strumenti di gestione più sofisticati
  • BusinessGoogle e Yahoo!, insieme per la pubblicità mirataAccordo globale e non esclusivo tra l'azienda di Sunnyvale e la Grande G, che fornirà i suoi strumenti pubblicitari per il piazzamento di display advertising sulle proprietà digitali in viola