In morte del telefonino analogico

In Australia è già partita la seconda fase che chiude le connessioni wireless analogiche, rimpiazzate da sistemi satellitari o dal velocissimo CDMA

Sydney (Australia) - Viene sostituito dal servizio a larga banda CDMA o da sistemi satellitari il telefonino analogico in Australia. Nei giorni scorsi è partita la seconda fase del progetto di smantellamento di questo genere di connettività wireless.

Allo stesso tempo le autorità del paese continuano a promuovere l'opera di informazione nei confronti degli utenti che devono sostituire gli apparecchi analogici in uso con sistemi più aggiornati. Gli operatori sono impegnatissimi in questa fase di passaggio da una tecnologia all'altra, con il gigante Telstra che assicura il completamento della rete CDMA prima del definitivo smantellamento della rete analogica.

Per l'Australia, il passaggio ai sistemi CDMA è decisivo perché significherà l'abbandono di connettività ridotte e della telefonia su network ormai datati a favore della larga banda wireless, con maggiore velocità e soprattutto con la possibilità di attivare una serie di nuovi servizi basati su tecnologie così evolute. Le autorità prevedono che le ultime reti analogiche siano smantellate entro l'autunno.