Mauro Vecchio

L'anno terribile di Nintendo

Aumentano le perdite operative per il colosso nipponico, alle prese con lo scarso volume di vendita della nuova console Wii U. Pesano i ritardi registrati nello sviluppo software

Roma - Trascinato dai cattivi ritmi di vendita delle nuove console Wii U, il colosso nipponico Nintendo ha chiuso un anno fiscale non propriamente esaltante. Alla fine dello scorso marzo il volume complessivo delle vendite videoludiche è sceso di quasi 2 punti percentuali dagli inizi del 2012, assestandosi su un totale di quasi 636 miliardi di yen (circa 5 miliardi di euro) che ha sorpreso in negativo le previsioni degli stessi vertici aziendali.

Sintomo di malessere finanziario il volume delle perdite operative che ha sfiorato quota 37 miliardi di yen (circa 277 milioni di euro) contro i 20 miliardi attesi nelle previsioni all'inizio del 2013. Il gigante dei videogame ha tirato un mezzo sospiro di sollievo per i risultati ottenuti alla voce profitti, che al netto ha portato ad un totale di 7 miliardi di yen (53 milioni di euro) contro una previsione di 14 miliardi.

Nell'opinione diffusa tra gli analisti di mercato, la colpa andrebbe addossata al fiasco delle console Wii U, che nell'intero anno fiscale hanno permesso a Nintendo di piazzare solo 3,45 milioni di unità in tutto il mondo. Anche qui le previsioni dell'azienda giapponese si sono rivelate sbagliate, visto che si attendevano 5,5 milioni di dispositivi venduti - o almeno 4 milioni, la cifra raggiunta dal modello Wii - sui principali mercati del pianeta.
Dall'inizio dell'anno Nintendo è riuscita a vendere solo 200mila esemplari - di cui 90mila in Giappone - della sua nuova console. Per avere un paragone, Microsoft ha venduto tante Xbox 360 nel solo mese di marzo. Per l'azienda del Sol Levante la colpa è anche dei ritardi nello sviluppo software per offrire ai gamer l'intera gamma di titoli per Wii U. Ecco perché Nintendo attende la fine del prossimo anno fiscale per tornare a fare i conti col mercato.

Nei giorni scorsi, invece, il presidente della divisione statunitense Reggie Fils-Aime si era mostrato particolarmente soddisfatto dei ritmi di crescita registrati nel settore legato ai download dei titoli in formato digitale. Su 15 videogiochi disponibili per 3DS, l'11 per cento del totale delle vendite globali proviene dai download su Internet. Il 67 per cento dei possessori del modello 3DS ha connesso il proprio dispositivo per l'acquisto di titoli online.

Nel frattempo i vertici di Nintendo hanno annunciato la promozione di Tatsumi Kimishima dalla poltrona di CEO di Nintendo of America alla posizione di managing director dell'azienda in Giappone. Alla guida della divisione a stelle e strisce passerà ora Satoru Iwata.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàNintendo deve pagare per il 3DL'azienda nipponica condannata da una corte newyorchese per la visualizzazione tridimensionale sui suoi dispositivi 3DS. Viola il brevetto di un ex-dipendente di Sony
  • BusinessNintendo vende poche Wii UTrimestrale da leggere in chiave positiva nonostante la delusione della nuova console. L'azienda giapponese contiene le perdite e si avvantaggia dello Yen debole
42 Commenti alla Notizia L'anno terribile di Nintendo
Ordina
  • Come da oggetto, ecco il motivo per cui il WiiU vende meno delle aspettative (sicuramente è il motivo per cui non l'ho comprato e non lo comprerò finché le cose staranno così). Tra l'altro è lo stesso motivo per cui si vendono ancora più DS "normali" che 3DS.

    Sono disposto a pagare per ciò che non è duplicabile, quindi per l'oggetto fisico, finché non ci saranno i replicatori di materia.
    Ma avere una console di cui non puoi avere i giochi o, peggio ancora, devi pagare cifre esorbitanti per svagarti con il giochino, è qualcosa di talmente assurdo che ancora mi chiedo come faccia ad esistere ancora così tanta gente che ci casca.
    E la console che l'ho comprata a fare? Che me ne faccio senza i giochi? La tengo lì come soprammobile?
    E' come se ti vendessero un'automobile senza lo sterzo. A cosa serve?
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 27 aprile 2013 14.32
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    >
    > Sono disposto a pagare per ciò che non è
    > duplicabile, quindi per l'oggetto fisico, finché
    > non ci saranno i replicatori di
    > materia.
    > Ma avere una console di cui non puoi avere i
    > giochi o, peggio ancora, devi pagare cifre
    > esorbitanti per svagarti con il giochino, è
    > qualcosa di talmente assurdo che ancora mi chiedo
    > come faccia ad esistere ancora così tanta gente
    > che ci
    > casca.
    > E la console che l'ho comprata a fare? Che me ne
    > faccio senza i giochi? La tengo lì come
    > soprammobile?
    > E' come se ti vendessero un'automobile senza lo
    > sterzo. A cosa
    > serve?
    >

    Bè, la benzina per l'automobile la pagoSorride
    Io non ho alcun problema a pagare i giochi, almeno finché ho ancora un lavoro. Il mio stesso lavoro è basato sul software e io non lo farei gratis, quindi trovo giusto pagare quello degli altri. Esistono giochi open o anche solo gratuiti, ma io apprezzo molto i kolossal tipo Skyrim, Gothic o Crysis, e non ne ho mai visto uno che non fosse prodotto da una casa di grido.
    Dove iniziano a girarmi i cosiddetti è dove iniziano le vaccate tipo DRM. Il non poter prestare a mio nipote giochi legalmente acquistati, oppure aver timore a sperimentare diverse installazioni di Windows 7 ed 8 su dischi diversi (RAID, non RAID, SSD...) per paura che il sistema operativo o uno degli n programmi che ho acquistato nel corso degli anni smetta di funzionare decidendo che è cambiato il computer su cui lo faccio girare.
    Izio01
    3892
  • ti prego non mi citare Crysis che è una vaccata. Lo stesso FPS con grafica pompata.

    Per il resto, i DRM sono IL MALE SUPREMO dei software.
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Sgabbio
    > ti prego non mi citare Crysis che è una vaccata.
    > Lo stesso FPS con grafica
    > pompata.
    >

    Mah, ho adorato il primo Crysis per la giocabilità, oltre che per la grafica stupenda che girava bene anche su hardware di medio livello. Il primo pezzo cioè, quello con i coreani. Dall'apparizione degli alieni in poi, mi è piaciuto di meno.
    Il terzo capitolo mi ha effettivamente catturato meno, pur dopo un ottimo inizio, ma la grafica mi ha fatto ripensare a quando giocavo con lo Spectrum e avrei trovato fantastico questo frame rate in wireframe verdino Sorride
    P.S. ho finito proprio stasera Bioshock Infinite e il finale mi ha lasciato a bocca aperta, ricalca effettivamente uno schema già visto in altri titoli ma non me l'ero proprio aspettato.

    > Per il resto, i DRM sono IL MALE SUPREMO dei
    > software.

    Concordo pienamente.
    Izio01
    3892
  • - Scritto da: Izio01
    > - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > >
    > > Sono disposto a pagare per ciò che non è
    > > duplicabile, quindi per l'oggetto fisico,
    > finché
    > > non ci saranno i replicatori di
    > > materia.
    > > Ma avere una console di cui non puoi avere i
    > > giochi o, peggio ancora, devi pagare cifre
    > > esorbitanti per svagarti con il giochino, è
    > > qualcosa di talmente assurdo che ancora mi
    > chiedo
    > > come faccia ad esistere ancora così tanta
    > gente
    > > che ci
    > > casca.
    > > E la console che l'ho comprata a fare? Che
    > me
    > ne
    > > faccio senza i giochi? La tengo lì come
    > > soprammobile?
    > > E' come se ti vendessero un'automobile senza
    > lo
    > > sterzo. A cosa
    > > serve?
    > >
    >
    > Bè, la benzina per l'automobile la pagoSorride
    La benzina la consumi perchè la trasformi in altro e l'automobile è il "trasformatore"!
    Esattamente come il cibo (tu sei il trasformatore).... ora a prescindere dalla ironia (scontata) sul "in cosa trasformi il cibo" dovrebbe esserti evidente che....

    I giochi no... non si "consumano"
    Non so se ti è chiara la differenza!
    non+autenticato
  • - Scritto da: tucumcari
    > > > E la console che l'ho comprata a fare? Che
    > > me
    > > ne
    > > > faccio senza i giochi? La tengo lì come
    > > > soprammobile?
    > > > E' come se ti vendessero un'automobile
    > senza
    > > lo
    > > > sterzo. A cosa
    > > > serve?
    > > >
    > >
    > > Bè, la benzina per l'automobile la pagoSorride
    > La benzina la consumi perchè la trasformi in
    > altro e l'automobile è il
    > "trasformatore"!
    > Esattamente come il cibo (tu sei il
    > trasformatore).... ora a prescindere dalla ironia
    > (scontata) sul "in cosa trasformi il cibo"
    > dovrebbe esserti evidente
    > che....
    >
    > I giochi no... non si "consumano"
    > Non so se ti è chiara la differenza!

    OVVIAMENTE mi è chiara la differenza, però... se i giochi non si consumano, allora perché mai dovresti possederne più di uno?
    Ma soprattutto, che ti devo dire? Se non si paga chi lavora ad un gioco, il gioco normalmente non si farà. Io vengo pagato per il lavoro che faccio, senza royalty, ma se chi me lo commissiona non potesse rivenderlo anche dopo la prima copia, io sarei senza lavoro.
    Così com'è oggi, trovo anch'io che il copyright sia sbilanciato e troppo duraturo, odio dal profondo il DRM ormai ubiquo e vorrei regolamentare l'assoluta arbitrarietà delle EULA. Come però mi piace ricevere il mio stipendio a fine mese, così trovo giusto che lo riceva chi lavora per Bethesda, Piranha Bytes o Obsidian.
    Izio01
    3892
  • - Scritto da: Izio01

    >
    > OVVIAMENTE mi è chiara la differenza, però... se
    > i giochi non si consumano, allora perché mai
    > dovresti possederne più di
    > uno?

    Perche' non dovrei?

    > Ma soprattutto, che ti devo dire? Se non si paga
    > chi lavora ad un gioco, il gioco normalmente non
    > si farà.

    Chi lavora ad un gioco, o gli viene commissionato il lavoro e quindi lo pagano a tempo, o lo fa per passione e quindi si rivolgera' direttamente ai suoi fans se desidera dei contributi.

    > Io vengo pagato per il lavoro che
    > faccio, senza royalty, ma se chi me lo
    > commissiona non potesse rivenderlo anche dopo la
    > prima copia, io sarei senza lavoro.

    Io pure vengo pagato per il lavoro che faccio, senza royalty, e chi mi commissiona il lavoro poi ci fa quello che vuole, e chissa' come mai, quando deve fare miglioramenti o variazioni, poi chiama sempre me.

    > Così com'è oggi, trovo anch'io che il copyright
    > sia sbilanciato e troppo duraturo, odio dal
    > profondo il DRM ormai ubiquo e vorrei
    > regolamentare l'assoluta arbitrarietà delle EULA.
    > Come però mi piace ricevere il mio stipendio a
    > fine mese, così trovo giusto che lo riceva chi
    > lavora per Bethesda, Piranha Bytes o
    > Obsidian.

    Stai confondendo stipendio con rendita eterna.
    Se tu ci metti un mese a sviluppare il programma, tu devi guadagnare un mese di stipendio. Non un centesimo di meno, non uno di piu'.
    Quanto vale un mese del tuo lavoro?
    Vogliamo esagerare? Facciamo 10.000 euro?
    In tal caso fai pagare 1 euro per i primi 10.000 download e poi basta.
    Oppure 50 centesimi per i primi 20.000 download.
    Oppure 10 centesimi per i primi 100.000 download.

    E se invece il tuo programma non raggiunge neanche i 10.000 download, allora cambia mestiere.
  • Posizione discutibile...
    1) Prova a leggere i credits di un gioco tripla AAA e metta in conto che non tutti i giochi sono automaticamente dei successi, certi addirittura non raggiungono il mercato ma gli stipendi bisogna pagarli lo stesso.

    2) Se dicessi che tu devi essere pagato per il tempo che realmente dedichi alla manutenzione del sistema cosa ti dovrebbero pagare? 30' al giorno?

    Se si facesse come dici tu, non ci sarebbe differenza di guadagno tra un gioco capolavoro che fa un successo enorme e un gioco mediocre. Ergo nessun motivo per fare dei giochi (o più in generale software) poco più che mediocri.
    La tua è solo la posizione illogica di chi pensa solo alla propria tasca e vuole giustificare il proprio comportamento illegale (pirateria).
  • - Scritto da: saverio_ve
    > Posizione discutibile...
    > 1) Prova a leggere i credits di un gioco tripla
    > AAA e metta in conto che non tutti i giochi sono
    > automaticamente dei successi, certi addirittura
    > non raggiungono il mercato ma gli stipendi
    > bisogna pagarli lo
    > stesso.

    Dopodiche' chiudi e fallisci.
    Non c'e' piu' spazio per chi non e' in grado di fare giochi di successo.

    > 2) Se dicessi che tu devi essere pagato per il
    > tempo che realmente dedichi alla manutenzione del
    > sistema cosa ti dovrebbero pagare? 30' al
    > giorno?

    Non mi pagano mica il tempo che dedico alla manutenzione.
    Mi pagano per la presenza.
    Altrimenti sarei ben felice di fare altro invece che star qui a guardare un monitor che non segnala mai niente di anomalo.

    > Se si facesse come dici tu, non ci sarebbe
    > differenza di guadagno tra un gioco capolavoro
    > che fa un successo enorme e un gioco mediocre.

    Col sistema attuale sono piu' le mediocrita' dei capolavori.

    > Ergo nessun motivo per fare dei giochi (o più in
    > generale software) poco più che
    > mediocri.

    I migliori mod dei giochi attualmente in circolazione sono stati fatti gratis. E alcuni sono dei veri capolavori.
    Il motivo per fare giochi belli si chiama PASSIONE.

    > La tua è solo la posizione illogica di chi pensa
    > solo alla propria tasca e vuole giustificare il
    > proprio comportamento illegale (pirateria).

    La tua e' solo una posizione illogica di chi pensa solo alla propria rendita e vuole giustificare il proprio comportamento parassita.
  • - Scritto da: panda rossa

    > Dopodiche' chiudi e fallisci.
    > Non c'e' piu' spazio per chi non e' in grado di
    > fare giochi di
    > successo.

    Certo come no... all'imprenditore solo rischio e nessun guadagno...

    > Non mi pagano mica il tempo che dedico alla
    > manutenzione.
    > Mi pagano per la presenza.
    > Altrimenti sarei ben felice di fare altro invece
    > che star qui a guardare un monitor che non
    > segnala mai niente di
    > anomalo.

    Fallo, licenziati e fai qualcosa da distribuire gratis che soddisfi le tue passioni... cosa? hai bisogno di mettere il piatto in tavola? davvero?

    > Col sistema attuale sono piu' le mediocrita' dei
    > capolavori.

    > I migliori mod dei giochi attualmente in
    > circolazione sono stati fatti gratis. E alcuni
    > sono dei veri
    > capolavori.
    > Il motivo per fare giochi belli si chiama
    > PASSIONE.

    Allora perché continui a piratare e a giocare ai giochi commerciali? Gioca con i capolavori gratuiti!

    Vedi, questa tua presa di posizione contro il copyright la capirei se parlassimo di farmaci salvavita. Ma giocare col computer è l'attività più superflua che esista. Vuoi giocare? costa dei soldi! Non vuoi spendere? Allora non giocare e leggiti un bel libro! (ovviamente fotocopiatoOcchiolino )

    > La tua e' solo una posizione illogica di chi
    > pensa solo alla propria rendita e vuole
    > giustificare il proprio comportamento
    > parassita.

    Parassita? detto da uno che pretendete che gli altri lavorino gratis (per passione...) per permettere a lui di giocare senza spendere un tollo... mi sembra un tantino paradossale.
  • - Scritto da: saverio_ve
    > - Scritto da: panda rossa
    >
    > > Dopodiche' chiudi e fallisci.
    > > Non c'e' piu' spazio per chi non e' in grado
    > di
    > > fare giochi di
    > > successo.
    >
    > Certo come no... all'imprenditore solo rischio e
    > nessun guadagno...

    C'e' gente che riesce a stare sul mercato facendo giochi pessimi.
    Impara da loro.

    > > Non mi pagano mica il tempo che dedico alla
    > > manutenzione.
    > > Mi pagano per la presenza.
    > > Altrimenti sarei ben felice di fare altro
    > invece
    > > che star qui a guardare un monitor che non
    > > segnala mai niente di
    > > anomalo.
    >
    > Fallo, licenziati e fai qualcosa da distribuire
    > gratis che soddisfi le tue passioni... cosa? hai
    > bisogno di mettere il piatto in tavola?
    > davvero?

    Prima o poi lo faro'.
    Posso benissimo mettere il piatto in tavola con le mie passioni, se volessi.
    Anche se l'ideale sarebbe di fare quello che faccio ora solo per 3 giorni la settimana anziche' 5. Sono anni che sto combattendo per ottenere un cambiamento contrattuale in questo senso, ma non ci sentono!

    > > Col sistema attuale sono piu' le mediocrita'
    > dei
    > > capolavori.
    >
    > > I migliori mod dei giochi attualmente in
    > > circolazione sono stati fatti gratis. E
    > alcuni
    > > sono dei veri
    > > capolavori.
    > > Il motivo per fare giochi belli si chiama
    > > PASSIONE.
    >
    > Allora perché continui a piratare e a giocare ai
    > giochi commerciali? Gioca con i capolavori
    > gratuiti!

    E' quello che faccio.
    Gioco con capolavori gratuiti.

    > Vedi, questa tua presa di posizione contro il
    > copyright la capirei se parlassimo di farmaci
    > salvavita. Ma giocare col computer è l'attività
    > più superflua che esista. Vuoi giocare? costa dei
    > soldi!

    No, non costa dei soldi.
    Puoi giocare senza bisogno di spendere.

    > Non vuoi spendere? Allora non giocare e
    > leggiti un bel libro! (ovviamente fotocopiatoOcchiolino)

    Posso giocare senza spendere, posso leggere senza spendere.
    Posso fare qualunque cosa senza spendere.
    E senza ricorrere alla pirateria.

    > > La tua e' solo una posizione illogica di chi
    > > pensa solo alla propria rendita e vuole
    > > giustificare il proprio comportamento
    > > parassita.
    >
    > Parassita? detto da uno che pretendete che gli
    > altri lavorino gratis (per passione...) per
    > permettere a lui di giocare senza spendere un
    > tollo... mi sembra un tantino
    > paradossale.

    Parassita e' chi pretende di incassare senza produrre.
    Il software, come tutto il resto, si paga a tempo.

    Lavori un mese? Devi guadagnare un mese di stipendio, mica fino a 70 anni dopo la morte.
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > Cominicino a rispettare il cliente:
    > http://www.eurogamer.it/articles/2013-04-22-news-v
    >
    > Se il cliente non ha rispetto di te, come pensi
    > di convincerlo a spendere i suoi
    > soldi?

    Lo stesso discorso si può fare per l'ultimo SimCity che ti obbliga a essere sempre collegati ad internet per giocare.
    Per non parlare della quantità di bug.

    Poi piangono per la pirateria, quando poi alla fine per giocare tranquillamente bisogna scaricare, crack, patch "amatoriali".ecc. A questo punto meglio scaricarsi il gioco da internet craccato e basta.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 26 aprile 2013 12.20
    -----------------------------------------------------------
  • Ma dissero mesi fà che avrebbero levato sta cosa, certo, ma non pensato che per le prossime console sony e microsoft le cose andranno diversamenteTriste
    Sgabbio
    26178
  • contenuto non disponibile
  • Hmmm vallo a dire a tutti gli acquisti fatti su psn che saranno incompatibili con la ps4 (parlo di quei giochi solo su DD) idem per microsoft.

    Tempo che ti faranno ricomprare tutto....
    Per il resto la nintendo ha quel simpatico inconveniente che da noi, alcuni giochi su supporto arrivano solo via DD -_-
    Sgabbio
    26178
  • contenuto non disponibile
  • Sempre che poi sony e microsoft non bannino le console vecchieTriste
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Sgabbio
    > Hmmm vallo a dire a tutti gli acquisti fatti su
    > psn che saranno incompatibili con la ps4 (parlo
    > di quei giochi solo su DD) idem per
    > microsoft.
    >
    > Tempo che ti faranno ricomprare tutto....
    > Per il resto la nintendo ha quel simpatico
    > inconveniente che da noi, alcuni giochi su
    > supporto arrivano solo via DD
    > -_-

    In effetti proprio per questo stavo seriamente pensando di non comprare nè PS4 nè 720 e giocare solo su PC e Android, proprio io che non mi sono perso una generazione di console dai tempi del SNES. Purtroppo vedo che su PC un gioco resta giocabile anche dopo 20 anni grazie a macchine virtuali varie, invece su console stanno trascurando l'elemento retrocompatibilità, un dato molto negativo perché una console non più in produzione prima o poi smette di funzionare e allora cosa te ne fai della tua libreria di titoli? (a parte la prevedibile risposta)
  • - Scritto da: Luke1
    > - Scritto da: Sgabbio
    > > Hmmm vallo a dire a tutti gli acquisti fatti su
    > > psn che saranno incompatibili con la ps4 (parlo
    > > di quei giochi solo su DD) idem per
    > > microsoft.
    > >
    > > Tempo che ti faranno ricomprare tutto....
    > > Per il resto la nintendo ha quel simpatico
    > > inconveniente che da noi, alcuni giochi su
    > > supporto arrivano solo via DD
    > > -_-
    >
    > In effetti proprio per questo stavo seriamente
    > pensando di non comprare nè PS4 nè 720 e giocare
    > solo su PC e Android, proprio io che non mi sono
    > perso una generazione di console dai tempi del
    > SNES. Purtroppo vedo che su PC un gioco resta
    > giocabile anche dopo 20 anni grazie a macchine
    > virtuali varie, invece su console stanno
    > trascurando l'elemento retrocompatibilità, un
    > dato molto negativo perché una console non più in
    > produzione prima o poi smette di funzionare e
    > allora cosa te ne fai della tua libreria di
    > titoli? (a parte la prevedibile
    > risposta)

    pensiero e azione !!!! fallo che io l'ho già fatto, niente piu' console.
  • Si, ma non è che il PC sta tanto meglio su certi versanti...DRM invasivi, anti chaters invasivi, sistemi castranti....
    Sgabbio
    26178
  • Paradossale che la tanto bistrattata nintendo, ha cercato di tenere la retrocompatibilità pure nelle console casalinghe, i giochi del GC, funzionavano con il wii, tanto che potevi usare pure le periferiche sue, memory card e pad, il wii u e compatibile con giochi e periferiche del wii.

    Su console portatili ha sempre mantenuto dove poteva la retro compatibilità.
    Sgabbio
    26178