Guanti indicatori

Per i ciclisti che vogliono usare le mani come frecce

I ciclisti, a differenza dei motociclisti, non hanno sempre a disposizione degli indicatori di direzione. Per questo motivo è usuale vedere un ciclista sbrracciarsi verso destra o sinistra per indicare ai veicoli la sua intenzione di svoltare nella direzione prescelta. Per dare maggiore sicurezza anche al ciclista provetto, i giapponesi hanno pensato di offrire uno strumento nel loro immaginario un po' più consono per indicare il cambio di direzione. E lo hanno fatto dotando le mani del ciclista di appositi LED di indicazione.


Questi guanti, disponibili in colorazione nera e bianca, non rispettano i dettami della moda e forse neanche quelli della sicurezza, ma permettono al ciclista di indicare ai veicoli l'intenzione di svoltare, senza doversi sbracciare. I guanti indicatori presentano due matrici LED, una per ogni dorso di mano. Ognuna, attaccata al guanto con del velcro, può essere attivata attraverso un apposito pulsante che trova comodamente posto nel palmo della mano e può essere attivato con il pollice.

I LED lamepeggiano secondo due modalità: la tradizionale per indicare la svolta, oppure in modo continuo per migliorare la visibilità notturna del velocipede. Inoltre, ilLED possono essere anche utilizzati per indicare un segnale di SOS in situazioni di pericolo. Funzionanti con batterie CR2032, ogni freccia da guanto è capace di brillare per circa 120 ore.
I guanti freccia sono prodotti dalla giapponese Doppelganger (nome alquanto inquietante, in quanto in tedesco significa copia spettrale di una persona o sosia e nella tradizione folkloristica sono un segno di presagio avverso) e vengono venduti nel Sol Levante a 4200 yen, pari a circa 32 euro. In Italia forse non arriveranno mai, ma l'azienda è alla ricerca di distributori in tutto il mondo.

(via Gizmodo)
TAG: gadget
4 Commenti alla Notizia Guanti indicatori
Ordina