Luca Annunziata

Linux diventa 3.9

La nuova release del kernel si concentra soprattutto su driver e gestione dei dischi a stato solido. Un versione future-proof

Roma - Dopo otto release candidate, Linus Torvalds decide che il tempo di Linux 3.9 è giunto: nella nottata di lunedì è stata rilasciata la nuova versione del kernel, che incorpora un fondamentale miglioramento per la gestione dei dischi a stato solido (che verrà completato nella 3.10) e una serie di aggiornamenti per i driver di schede video e moduli WiFi che dovrebbe consentire di tener testa alle uscite hardware dei prossimi mesi.

La principale novità del kernel 3.9, come detto, è l'inclusione nel device mapper del target "dm-cache": con questa nuova funzionalità diventa possibile utilizzare dischi a stato solido come cache delle memorie di massa per migliorare le prestazioni delle macchine che montino questa specifica versione di Linux. In questo caso il Pinguino non è il primo sistema a incorporare questa funzione (chi bazzica con le finestre di Windows avrà già familiarità con ReadyBoost), ma si tratta di un miglioramento che non dispiacerà a parecchi: si tratta, per altro, ancora di una feature contrassegnata dall'etichetta "experimental", e che sarà ulteriormente migliorata nella versione 3.10 del kernel.

Un altro capitolo importante del nuovo Linux 3.9 è senz'altro quello legato ai driver: ci sono quelli per le schede grafiche Radeon HD (serie 8500 e 8600), c'è il supporto alle APU di nuova generazione di AMD (Richland), c'è anche quanto occorre per i chip NV40 e NV50 di Nvidia che sono integrati nelle recenti schede grafiche GeForce. Proprio per il mondo Nvidia, poi, c'è da segnalare anche un primo supporto integrato nel kernel alla tecnologia Optimus. Per quanto riguarda Intel, invece, Linux dispone di informazioni più efficaci per gestire al meglio soprattutto il consumo energetico della grafica dei nuovi chip Haswell, così come i moduli della serie 7000 che ampliano la compatibilità del WiFi al nuovo standard di trasmissione 802.11ac.
Tra le altre novità, vale la pena citare il supporto all'hardware di parecchi Chromebook in circolazione, una rivisitazione del flag CONFIG_EXPERIMENTAL per migliorarne l'adozione consapevole da parte degli sviluppatori, la possibilità di adottare il KVM hyerpvisor per abilitare la virtualizzazione anche su chip Cortex A15. Alcune novità, infine, anche per la gestione degli stati di risparmio energetico con l'introduzione di una modalità intermedia tra la sospensione e lo standby.

Luca Annunziata
Notizie collegate
  • TecnologiaLinux fa pace con UEFINel kernel finiscono le patch per arginare il problema sorto con alcuni laptop. Lo conferma Torvalds. E ci sono novitÓ anche sulla faccenda Secure Boot
  • TecnologiaLinux 3.7, e addio ai 386Linus Torvalds annuncia la disponibilitÓ della build finale del nuovo kernel open source con miglioramenti, bugfix e nuove funzionalitÓ che spaziano dall'architettura ARM ai file system passando per la sicurezza
  • TecnologiaTorvalds ufficializza Linux 3.6Il papÓ del kernel annuncia la nuova versione. Che ora supporta funzionalitÓ avanzate vecchie e nuove per risparmio energetico e rete. Fa il suo debutto anche una nuova, attesa, Slackware
  • HardwareLinux 3.5 è in ondaTorvalds lancia la nuova versione del kernel. Miglioramenti soprattutto nel comparto grafico. Ma non solo
43 Commenti alla Notizia Linux diventa 3.9
Ordina
  • Esce un kernel e tutti giù a parlare di che?
    Di Fs.....
    Che poi nel caso di Linux non ha nulla a che vedere col kernel in se...

    Zfs?
    E giù trollate

    Ext4 ?
    Aridaje a trollare

    Btrfs
    Ahhh belllo adesso c'è (peccato che in alcune distro ad esempio Open Suse sia già supportato dalla 12.1 che non ha certo il kernel 3.9).....

    Regà.... il kernel (al massimo) offre più o meno supporto (nel caso di Linux) a uno (o più dato che se ne può usare e nei fatti si usa pure spesso più di uno)....

    Quindi vabbè fare finta di capirci qualcosa... ci sta... ma tra capire tutto e non avere capito un ciufolo ci sarà magari una via di mezzo?
    No?

    O
    Almeno così speravo io....
    In lacrime
    non+autenticato
  • Dissento ma condivido l'impegno.
    non+autenticato
  • - Scritto da: tucumcari
    > Esce un kernel e tutti giù a parlare di che?
    > Di Fs.....
    > Che poi nel caso di Linux non ha nulla a che
    > vedere col kernel in
    > se...
    >
    > Zfs?
    > E giù trollate
    >
    > Ext4 ?
    > Aridaje a trollare
    >
    > Btrfs
    > Ahhh belllo adesso c'è (peccato che in alcune
    > distro ad esempio Open Suse sia già supportato
    > dalla 12.1 che non ha certo il kernel
    > 3.9).....
    >
    > Regà.... il kernel (al massimo) offre più o meno
    > supporto (nel caso di Linux) a uno (o più dato
    > che se ne può usare e nei fatti si usa pure
    > spesso più di
    > uno)....
    >
    > Quindi vabbè fare finta di capirci qualcosa... ci
    > sta... ma tra capire tutto e non avere capito un
    > ciufolo ci sarà magari una via di
    > mezzo?
    > No?
    >
    > O
    > Almeno così speravo io....
    > In lacrime

    01/10
    non+autenticato
  • Continua così
    non+autenticato
  • Tra le altre novità, vale la pena citare il supporto all'hardware di parecchi Chromebook in circolazione, una rivisitazione del flag CONFIG_EXPERIMENTAL per migliorarne l'adozione consapevole da parte degli sviluppatori.

    Curioso perché non ho mai avuto tra le mani un ChromeBook ma da quello che so ChromeOS è già basato su Linux. Pensavo che Google non avendo vincoli, avesse già scelto hardware pienamente compatibili col loro sistema operativo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Quelo
    > Tra le altre novità, vale la pena
    > citare il supporto all'hardware di parecchi
    > Chromebook in circolazione, una rivisitazione del
    > flag CONFIG_EXPERIMENTAL per migliorarne
    > l'adozione consapevole da parte degli
    > sviluppatori.

    >
    >
    > Curioso perché non ho mai avuto tra le mani un
    > ChromeBook ma da quello che so ChromeOS è già
    > basato su Linux. Pensavo che Google non avendo
    > vincoli, avesse già scelto hardware pienamente
    > compatibili col loro sistema
    > operativo.

    Probabilmente hanno applicato patch a Linux per supportare il loro hardware ed ora son state include nel kernel upstream.
    Shiba
    3826
  • google corre in avanti e spessissimo produce patch che poi non vengono accettate immediatamente in upstream

    ricordo che android è stato anni separato dall'upstream, per essere incluso solo di recente
    non+autenticato
  • Ora mi devi spiegare perchè mi hai segato il fatto che il nuovo kernel ha scopiazzato il fusion drive.
    Visto che il fusion drive è facilmente ricreabile da mac os X via software da un bel pezzo.

    http://macs.about.com/od/diyguidesprojects/ss/Sett...

    Paura?
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 30 aprile 2013 13.24
    -----------------------------------------------------------
    maxsix
    9374
  • Infatti.
    Voglio farlo anche io sul mio iMac, già comprato tutto (SSD, adattatore per SSD per metterlo al posto del masterizzatore, case esterno per masterizzatore), devo solo fare un po' di backup e procedere. Sono molto curioso.
  • Grande. Adesso Apple brevetta il concetto di cache e chiede le royalties a mezzo mondo.
    non+autenticato
  • Dimenticavo che Apple non vuole royalties.
    Chiederá alle varie autoritá di bloccare tutti i sistemi operativi non basati su mac. D'ora in poi saranno tutti illegali.
    non+autenticato
  • Perché tanto per cambiare trollavi?
    non+autenticato
  • il solito troll ignorante

    lo sai vero che parliamo di un banale meccanismo di caching? lo sai vero che con lvm quella cosa si può fare da anni?

    suvvia massimino, il tuo padrone si sente imbarazzato quando fai queste figure di cacca Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • Ohhhh! Finalmente qualcuno glie lo ha detto!
    non+autenticato
  • - Scritto da: CyberSIX
    > Ohhhh! Finalmente qualcuno glie lo ha detto!

    Ohhhh ciao barbacoso.
    Tutto bene?
    maxsix
    9374
  • Guarda che tu mi vedi ovunque!!!
    Anzi...Barbaovunque!!!
    non+autenticato
  • no, è che ha scritto una cazzata colossale sopra e non sa come salvare la faccia Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • io amo lvm

    InnamoratoFan Linux
  • Leggo in giro che da questa versione di kernel non è più experimental questo FS.
    non+autenticato
  • E dove lo leggi?
  • credo ne abbiano migliorato le prestazioni ma sia ancora experimental, ho letto anche io qualcosa ma di sfuggita
  • - Scritto da: Luca Annunziata
    > credo ne abbiano migliorato le prestazioni ma sia
    > ancora experimental, ho letto anche io qualcosa
    > ma di sfuggita
    Ok grazie
    non+autenticato
  • Siamo tutti in trepidante attesa di btrfs. Peccato per le prestazioni, che forse non raggiungeranno mai quelle della dinastia ext, ma con quello che mi dà in cambio, farei il cambio pure ora!
    Riguardo la "betaness" - il kernel 3.8 dell'ultimo Ubuntu già ha un bel supporto. Io x ora non migro perchè penso che migrare sistemi complessi che combinano mdadm e/o lvm, per quanto già fattibile, sia un'operazione probabilmente delicata (per quanto ext4 di per sè dovrebbe essere perfino migrabile online)...
    non+autenticato
  • bah, a me interessano di più nilfs e soprattutto f2fs
    non+autenticato
  • Ricordo che il BTRFS in Linux è l'evoluzione di un File System che da più di 15 anni era presente su Linux e si chiamava ReiserFS, che appunto era basato sui BTREE e le prestazioni erano MOLTO superiori a EXT.
    Parlo al passato perché ormai, con l'arrivo dell'ottimo Ext4 e per una serie di vicissitudini ben note è cauduto nel dimenticatoio.

    - Scritto da: Pinco Panco
    > Siamo tutti in trepidante attesa di btrfs.
    > Peccato per le prestazioni, che forse non
    > raggiungeranno mai quelle della dinastia ext, ma
    > con quello che mi dà in cambio, farei il cambio
    > pure
    > ora!
    non+autenticato
  • Almeno ricorda cose giuste: che c'entra btrfs con reiser? Se proprio si vuol fare un paragone userei zfs...

    PS: reiserfs è morto perché hans reiser è in galera!
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 02 maggio 2013 12.15
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: benkj
    > Almeno ricorda cose giuste: che c'entra btrfs con
    > reiser? Se proprio si vuol fare un paragone
    > userei
    > zfs...
    >

    btrfs è l'evoluzione, perché si basa sugli stessi principi originari di reiserfs, cioè l'uso dei btree, ed è per altro portato avanti dallo stesso gruppo di lavoro che casualmente è quello che fa capo a SUSE , una delle principali sostenitrici del reiserfs (file system di default per quella distribuzione prima dell'acquisto da parte di Novell, ora non lo so).

    http://en.wikipedia.org/wiki/Btrfs

    Zfs per quanto ne so non è basato sui BTREE, come invece era reiserfs.

    PS : speriamo non mettano in galera Stallman, altrimenti dobbiamo buttar via tutto il software GPL che c'è nel mondo.

    .... perché la gente non si informa prima di parlare ... mah !
    non+autenticato
  • btrfs non è stato creato con l'intento di fare una copia aggiornata di reiserfs, ma piuttosto di dare a linux le funzionalità di zfs. Il fatto che usi b-tree come reiser mi sembra solo una questione tecnica: SFW?