Dure sanzioni per un'email di troppo

Senza volere ha inviato una immagine osé a molti degli studenti del suo collegio. Per questo in Gran Bretagna si viene denunciati, multati e costretti a lasciare l'università

Londra - Ha inviato un'immagine osé presa dalla rete via email ad un suo amico. Purtroppo per lui, però, senza volere ha inviato la stessa email a tutti i "colleghi" del collegio il cui cognome comincia per "C". E per Andrew Broadbent, di 19 anni, sono cominciati i guai.

A quanto pare, il preside dell'istituto Norwich City College ha stampato l'immagine e l'ha portata alla polizia. Da qui è addirittura scaturito un processo al termine del quale Andrew è stato multato per 200 sterline (ma ha anche dovuto pagare le 80 sterline di spese amministrative). Il reato consiste nel fatto che, secondo le attuali norme britanniche, l'invio di materiale come spamming, oltreché essere illecito, è giudicato come "pubblicazione". In questo caso, di materiale osceno.

Subito dopo il giudizio Andrew, studente di elettronica, è stato invitato a lasciare il college.
TAG: censura