Mauro Vecchio

USA, un senatore contro i patent troll

Il democratico Charles Schumer vuole rivedere il testo dell'America Invents Act (AIA) per garantire all'USPTO un maggior potere decisionale nelle cause presentate da aziende che non producono o vendono alcunché

Roma - È intervenuto al Congresso statunitense sulla pressione di numerose tech company, da Google alla canadese BlackBerry. Il senatore democratico Charles Schumer ha presentato una proposta di riforma del testo legislativo noto come America Invents Act (AIA), che permetterebbe all'Ufficio dei brevetti e dei marchi registrati (USPTO) di rivedere, ed eventualmente invalidare, quelle sfide legali lanciate dai cosiddetti patent troll.

La nuova crociata punta alla limitazione di quelle denunce di violazione brevettuale inoltrate da società o gruppi privati che, come sottolineato dallo stesso senatore Schumer, vengono spesso incarnati da entità commerciali che non producono o vendono alcun prodotto specifico, limitandosi a guadagnare con i diritti di proprietà intellettuale.

"I troll dei brevetti agiscono come dei bulli contro le società tecnologiche, ostacolando l'innovazione e minacciando la crescita - ha spiegato il senatore di New York - Questa nuova proposta legislativa garantirà alle piccole startup l'opportunità di rispondere in maniera adeguata alle loro richieste, con un risparmio di miliardi di dollari nelle spese abitualmente sostenute in ambito processuale".
In un recente documento presentato da Google ai vertici del Department of Justice (DoJ) e della Federal Trade Commission (FTC) si denuncia come l'abuso dei brevetti da parte dei patent troll è costato alle aziende high-tech un totale di 30 miliardi di dollari nel solo anno 2011. Considerando tutti i costi - diretti e indiretti - aziende come BlackBerry e Red Hat perderebbero una cifra vicina agli 80 miliardi di dollari ogni anno.

Nella proposta avanzata dal senatore Schumer, saranno i vertici dell'USPTO a dirimere quelle controversie lanciate contro le tech-company, in modo da limitare i casi di dibattimento in aula e dunque quelle ingenti spese processuali che potrebbero risultare schiaccianti per una giovane azienda in rampa di lancio. Verrebbe così a snellirsi l'intero meccanismo burocratico per i casi legati ai brevetti.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàGoogle dichiara guerra ai patent trollBigG vuole mettere fine al giro d'affari miliardario che ruota attorno alla proprietà intellettuale. Una pratica, quella di demandare a terzi la difesa dei brevetti, che uccide concorrenza, innovazione e mortifica i consumatori
  • BusinessRackspace contro il re dei patent trollLa società di hosting muove guerra contro IP Nav, a suo dire responsabile di portare avanti denunce su presunte infrazioni di brevetto con l'obiettivo di incassare guadagni facili sul duro lavoro altrui
  • AttualitàIl patent trolling non va in vacanzaIl 2013 si apre all'insegna delle denunce a tutto e tutti per presunte violazioni di brevetti. Troppo spesso brevetti vaghi e riconducibili a tecnologie usate da milioni di utenti
12 Commenti alla Notizia USA, un senatore contro i patent troll
Ordina
  • Una nota furba azienda brevetta nientepopodimeno che.......

    Gli articoli correlati nei blog!La pubblicità contestuale sotto forma di linkA bocca aperta e qualunque cosa un brevetto così generico possa inglobare.
    Sono solo 10 anni che è in giro tale super invenzione.

    http://edintorni.net/related/account/patents.asp

    Brevetto folle ed assurdo, tutto italiano, i patent troll stanno arrivando!
    Tale azienda sta scrivendo per estorcere denaro ai siti più svariati sotto minacce legali, non cascateci!
    non+autenticato
  • Azz questa ancora non l'avevo notata
    non+autenticato
  • ... smetterà di guadagnare. Non ha mai prodotto nulla e guadagna grazie ad Android.
    non+autenticato
  • La proposta è assolutamente inutile e interessata.

    Perché è l'ennesima legge per proteggere le aziende e le corporation.

    Perché non mette in discussione il sistema brevettuale, ma solo l'uso che ne fanno alcune aziende, contro quelle più grandi. I patent troll non si scagliano contro piccole aziende con brevetti simili, dalle quali non possono spremere grandi cifre.

    I patent troll sono dei parassiti delle corporation, esattamente come queste ultime lo sono della creatività umana e del mercato dei prodotti dell'ingegno.
    iRoby
    6893
  • - Scritto da: iRoby
    > La proposta è assolutamente inutile e interessata.
    >
    > Perché è l'ennesima legge per proteggere le
    > aziende e le
    > corporation.

    Meglio le leggi che le aziende invece le vogliono far fallire tutte, dalla prima all'ultima?
    Non ne vedo lo scopo, a parte fare un piacere a te.
  • - Scritto da: iRoby
    > La proposta è assolutamente inutile e interessata.
    >
    > Perché è l'ennesima legge per proteggere le
    > aziende e le
    > corporation.
    >
    > Perché non mette in discussione il sistema
    > brevettuale, ma solo l'uso che ne fanno alcune
    > aziende, contro quelle più grandi. I patent troll
    > non si scagliano contro piccole aziende con
    > brevetti simili, dalle quali non possono spremere
    > grandi
    > cifre

    LOL... ma di che cavolo parli? Al contrario, i patent troll si scagliano quasi sempre contro le piccole aziende perché queste non si possono permettere di spendere in spese processuali e quindi pagano una cifra al patent troll che è sicuramente inferiore a quanto spenderebbero in avvocati.

    Parla di quello che conosci!
    non+autenticato
  • E se ad usare i brevetti come un'arma impropria non sono società specializzate in cause miliardarie che non producono nulla, ma produttori del calibro di Apple e Nokia?

    http://punto-informatico.it/3775438/PI/News/brevet...

    La proposta del senatore Charles Schumer vale lo stesso?
  • - Scritto da: Leguleio
    > E se ad usare i brevetti come un'arma impropria
    > non sono società specializzate in cause
    > miliardarie che non producono nulla, ma
    > produttori del calibro di Apple e
    > Nokia?
    >
    > http://punto-informatico.it/3775438/PI/News/brevet
    >
    > La proposta del senatore Charles Schumer vale lo
    > stesso?

    Certo che si.

    P.S. Quando ti riferisci a Nokia, abbi la compiacenza di specificare sempre tra parentesi che si tratta del burattino di cui Ballmer muove i fili, grazie.
  • Se leggessi l'articolo linkato vedresti che HTC ha brevettato l'idea che quando uno parla al microfono si puó disabilitare il touch screen. Grande brevetto. Ridicolo quanto il bounce back e l'icona a forma di cestino.

    Il brevetto di Nokia invece é la tecnologia per fare il microfono hdr, tecnologia che richiede ricerca vera e investimenti.

    Guarda i contenuti su cui si discute prima di trollare. Questo modo di fare superficiale é un favore enorme per aziende tipo M$ e Apple.
    non+autenticato
  • - Scritto da: qualcuno
    > Se leggessi l'articolo linkato vedresti che HTC
    > ha brevettato l'idea che quando uno parla al
    > microfono si puó disabilitare il touch
    > screen. Grande brevetto. Ridicolo quanto il
    > bounce back e l'icona a forma di
    > cestino.
    >

    Concordo appieno. Infatti spero che invalidino TUTTE queste schifezze, oltre ai brevetti rubati a causa di prior art, come la maggior parte di quelli Apple.

    > Il brevetto di Nokia invece é la tecnologia per
    > fare il microfono hdr, tecnologia che richiede
    > ricerca vera e
    > investimenti.
    >

    Maybe, maybe not. Se brevetti il concetto di microfono hdr è una schifezza, diverso è se brevetti la tecnologia specifica che ti ha permesso di realizzarlo.

    > Guarda i contenuti su cui si discute prima di
    > trollare. Questo modo di fare superficiale é un
    > favore enorme per aziende tipo M$ e
    > Apple.
    Izio01
    3892
  • >
    > > Il brevetto di Nokia invece é la tecnologia
    > per
    > > fare il microfono hdr, tecnologia che
    > richiede
    > > ricerca vera e
    > > investimenti.
    > >
    >
    > Maybe, maybe not. Se brevetti il concetto di
    > microfono hdr è una schifezza, diverso è se
    > brevetti la tecnologia specifica che ti ha
    > permesso di realizzarlo.

    Infatti il brevetto Nokia riguarda la tecnologia, non il concetto.

    http://wmpoweruser.com/htc-found-to-be-using-nokia.../

    Poi cerca "Nokia   High Amplitude Audio Capture Microphones"
    non+autenticato
  • - Scritto da: qualcuno
    > >
    > > > Il brevetto di Nokia invece é la
    > tecnologia
    > > per
    > > > fare il microfono hdr, tecnologia che
    > > richiede
    > > > ricerca vera e
    > > > investimenti.
    > > >
    > >
    > > Maybe, maybe not. Se brevetti il concetto di
    > > microfono hdr è una schifezza, diverso è se
    > > brevetti la tecnologia specifica che ti ha
    > > permesso di realizzarlo.
    >
    > Infatti il brevetto Nokia riguarda la tecnologia,
    > non il
    > concetto.
    >
    > http://wmpoweruser.com/htc-found-to-be-using-nokia
    >
    > Poi cerca "Nokia   High Amplitude Audio Capture
    > Microphones"

    Bè, ho cercato e in effetti Nokia ha vinto in Olanda. Spero che questa grande tecnologia non sia solo un microfono un po' più preciso degli altri e ci sia davvero dentro qualcosa che giustifichi l'esclusiva.
    Da quello che ho letto sembra, come dici tu, che HTC non abbia fatto altro che usare l'hardware di Nokia. Per questo non credo che la proposta di legge anti-troll andrebbe a colpire questo tipo di cause. Un conto sono i patent troll, un altro quelli che realizzano innovazione.
    Izio01
    3892