Mauro Vecchio

Trademark, il meme e la major

I creatori dei due felini Nyan e Keyboard Cat contro la divisione videoludica del colosso Warner Brothers, accusato di sfruttamento indebito di due marchi registrati. Nel mirino, il puzzle game Scribblenauts

Roma - Due gatti al centro di una graffiante causa legale in seguito alla pubblicazione del puzzle-game Scribblenauts, nel mirino dei creatori di alcuni tra i più celebri meme di Internet. La divisione videoludica della major Warner Brothers, insieme alla casa di sviluppo 5th Cell, è stata denunciata per la violazione del trademark relativo ai famosi Nyan e Keyboard Cat, i felini che tanto hanno spopolato sulla piattaforma di video sharing YouTube.

Nel testo della causa avviata da Charles Schmidt e Christopher Orlando Torres - creatori, rispettivamente, del micio che suona la tastiera e di quello animato che vola nel cielo sprigionando i colori dell'arcobaleno - la divisione WB Games è stata accusata di sfruttamento non autorizzato dei due marchi regolarmente registrati presso l'ufficio statunitense USPTO. Caricati tra il 2007 e il 2011, i due meme hanno guadagnato più di cento milioni di visualizzazioni sul Tubo.


A giudicare dalle immagini dimostrative presentate dall'accusa, il micio volante del gioco Scribblenauts sembra effettivamente simile al famoso Nyan Cat. Decisamente più vaga la similitudine tra il Keyboard Cat di YouTube e l'animale dall'aspetto felino che suona la tastiera nel videogame di Warner Brothers. Al di là delle possibili interpretazioni del caso, Schmidt e Torres hanno denunciato lo sfruttamento indebito di due marchi registrati.
schermata scribblenauts

"Non ho alcun problema nell'offrire il mio meme Nyan Cat per la gioia di milioni di fan, e non ho mai ostacolato quelle persone che decidono di sfruttarlo in maniera creativa per fini artistici e non profit - ha spiegato Torres - Ma nel caso di Scribblenauts si tratta di un utilizzo commerciale da parte di un'azienda che già di per sé cerca di proteggere la proprietà intellettuale". Come a dire: chi di copyright ferisce, di meme perisce.



Mauro Vecchio
Notizie collegate
7 Commenti alla Notizia Trademark, il meme e la major
Ordina