Luca Annunziata

Microsoft cambierÓ Windows, ma come?

Il gran capo di Acer fa sapere di non aver perso le speranze su Windows 8. Ora Redmond pare disposta ad ascoltare i partner. E gli utenti. Ma quali novitÓ tirerÓ fuori dal cilindro?

Roma - Windows Blue sarà diverso: secondo il presidente di Acer, Jim Wong, a differenza del passato ora Microsoft sembra decisamente più disponibile ad ascoltare i consigli e le indicazioni dei suoi partner. "Quando parliamo a Microsoft, il nostro input è preso in considerazione" ha detto al Wall Street Journal il manager taiwanese. Aggiungendo la sua voce a quella ufficiale di Redmond, che pochi giorni fa aveva confermato di essere al lavoro sull'aggiornamento del suo sistema operativo, e di voler tenere in seria considerazione tutte le indicazioni arrivate durante i primi mesi di vita di Windows 8.

La questione, manco a dirlo, ruota attorno l'interfaccia di Windows 8: la nuova schermata Start Metro Modern, la sparizione del tasto Start dal destkop (in realtà è sempre lì, solo invisibile: basta andare col mouse in basso a sinistra sullo schermo per raggiungere la scorciatoia da cliccare), sono argomenti di conversazione e scontro tra neofiti e appassionati, tra tecnici e analisti. La nuova posizione di Acer al riguardo getta una nuova luce sulla faccenda: "Il mondo nei prossimi cinque anni non diventerà touch al 100 per cento. Sebbene il touch abbia molte potenzialità sui PC, bisogna comunque tenere conto del resto mondo che non ha bisogno del touch". E poi, chiosa: "Nel passato abbiamo pensato che vivessero in paradiso: ma ora sono scesi sulla Terra e hanno iniziato a imparare come la pensa la gente che vive sulla Terra".

BigM pare dunque disponibile ad accogliere alcune richieste: una intervista a Julie Larson-Green, che di Windows è ora comandante in capo in quel di Redmond, ha chiarito qualche altro dettaglio su tutti i rumors che affollano Internet e i giornali. Pare di intuire che qualche possibilità di rientro del pulsante Start ci sia, ma sembrerebbe escluso che ci saranno altre significative modifiche al sistema operativo che si avvia piuttosto verso un miglioramento "incrementale" invece che una nuova major release. Gli affinamenti si andranno a concentrare soprattutto in direzione di tablet dalle dimensioni ridotte, quali quelli che HTC e Acer paiono avere pronti da lanciare. (L.A.)
Notizie collegate
61 Commenti alla Notizia Microsoft cambierÓ Windows, ma come?
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)