Mauro Vecchio

Operazione Camaleonte, sequestrati i link del cinema

Dendi86downloads.com č stato sequestrato su ordine della Procura della Repubblica meneghina: ospitava link a contenuti caricati su siti terzi

Roma - Nell'Operazione Camaleonte, la Procura della Repubblica di Milano ha ordinato il sequestro del dominio dendi86download.com, tra i più popolari servizi di indexing per lo scaricamento di film e serial televisivi dalle principali piattaforme di file hosting, da Putlocker a Rapidshare.

Come si evince dalla homepage, che ora redirige sulla comunicazione del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza milanese, il sito dendi86download è stato sottoposto a sequestro per violazione dell'art. 171 della legge 633/1941 sulla protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio.

Tra i 300 siti più visitati dall'Italia - almeno secondo le stime sul traffico di Alexa - dendi86download prevedeva un meccanismo di gestione ad invito, offrendo un ricco database di link a contenuti ospitati su piattaforme terze come i cosiddetti cyberlocker.
Nel testo del disclaimer presente in precedenza sul sito sequestrato, i gestori ribadivano la presenza di soli link a materiale caricato su siti terzi come (il defunto) Megaupload, ma anche Rapidshare, FileServe e WebHosting.

Non è chiaro se il sito abbia contato di una continuità nella gestione, in questi anni online fatti di addii e gloriosi ritorni.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
35 Commenti alla Notizia Operazione Camaleonte, sequestrati i link del cinema
Ordina
  • si sono stra contento ,cosi imparano ha mettere il sito per poche persone
    non+autenticato
  • Poi in realtà da vecchio fruitore del web (anche da prima che si chiamasse web e c'erano le BBS !!!) vi posso dire che NON SERVE A NULLA mettere offline dei siti di indexing di materiale "coperto" da copyright perchè è il COPYRIGHT che è essenzialmente e fondamentalmente VECCHIO e SBAGLIATO !!!
    Ovvero da ragazzino avevo come molti 40-50 anni di oggi il commodore 64, per scambiarci i giochi non esisteva ancora la rete ma ci passavano le cassette (e poi i mutandoni, i floppy da 5") a mano !!! Si si chiama SneakersNet ed è una rete fatta da materiale UMANO dove fisicamente il mezzo passa da una persona all'altra (che lo copia e lo ridiffonde), allora per evitare anche questo tipo di pirateria l'unico modo è mettere quesi contenuti disponibili ad un prezzo equo e solidale !!! Ovvero se devo spendere 30 euro per un DVD oppure 25 euro per un CD musicale, con la crisi che c'è la vedo dura ma se lo stesso contenuto magari in byte (e quindi senza supporto) mi viene offerto chesso' a 3 euro a visione (in streaming) vedrete che molti si risparmieranno la bega di andar a cercarsi link da scaricare con contenuti poi veramente scarsi in termini di qualità (non mi dite che per voi vedere un CAM o un Telecine sia qualcosa di valido o alternativo ad andare al cinema !!!).
    Sono loro che in realtà stanno approfittando di questa scusante per limitare l'effetto dirompente che INTERNET ha e sta avendo sul clima politico soprattutto in virtu' della tremenda riuscita del M5S !!!
    E si è una scusa BELLA e BUONA !!! Da sempre la pirateria è esistita qui invece si rischia che approvino una legge (per giustificare il danno avuta dalle major a causa della pirateria) che precluda l'uso della rete per la libera diffusione delle idee e dei contenuti che possono far fare il salto di livello da un democrazia rappresentativa (fatta da un migliaio di ladroni !!!) ad un democrazia liquida e reale fatta da tutti i cittadini, che ovviamente dovrebbero avere libero e gratuito accesso alle informazioni per poter giudicare.
    Quindi attenzione lotta si alla pirateria ma che non sia la scusa per togliere la pluralità di informazione e lo scambio di quest'ultima, per un fine sociale e realmente democratico.
    non+autenticato
  • Intanto gli amministratori sono stati beccati e affronteranno un processo penale.
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Intanto gli amministratori sono stati beccati e
    > affronteranno un processo
    > penale.

    ...vedremo.
    Misure come questa sono mirate a danneggiare la parte più debole proprio con il processo, più che altro. Difficilmente, anche se dichiarati "innocenti per non aver commesso il fatto" riusciranno a riprendere l'attività interrotta.
    Sia perché nel frattempo lo spazio in rete sarà stato occupato da altri servizi simili, sia perché dopo una batosta del genere ti passa proprio la voglia.
    Nella migliore delle ipotesi lo stato subirà una contro-querela per aver accusato ingiustamente e a causa di ciò danneggiato economicamente e in modo irreparabile l'attività degli accusati.

    Basterebbe togliere la procedura d'ufficio e lasciare all'accusatore la responsabilità civile.
    Per cui se l'accusa è fondata bene, se non è fondata (e nel caso dei siti dove non sono presenti né il materiale, né il player sfido chiunque a dimostrarla) è giusto che l'accusato possa controquerelare l'accusatore e chiedere adeguato risarcimento.

    GT
  • Non sembra ma il post è IT:
    Agcom, Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, ha indetto la giornata di studio "Il diritto d'autore online: modelli a confronto" che si terrà il prossimo 24 maggio presso la Sala del Mappamondo della Camera dei deputati.
    La fonte è il sito dei nostri amici videotechini http://www.pantareiweb.com/body/forum/3/viewtopic.... se pure noialtri non avremo la possibilità di partecipare possiamo sempre invitare i nostri rappresentanti eletti al parlamento a farlo.

    I tristi figuri della pagina linkata pensano che la sede non sia opportuna, secondo il mio modesto parere la sede è quella giusta.

    Ocorre fare in modo che vi partecipino anche rappresentanti degli utenti della rete.

    GT
  • Non serve che andiate, come non serve che andiamo noi.
    Tanto AGCOM non farà niente. Al massimo, se fa qualcosa, non servirà a nessuno!
  • Sicuramente con questa mossa furbissima (pagata con i nostri soldoni) sono riusciti ad assestare un fendente mortale alla pirateria. Bravi ragazzi, continuate così.
    non+autenticato
  • Questo volta il sequestro l'hanno fatto per bene, anche con dns esteri il sito non si vede, o hanno chiesto collaborazione agli isp o gli hanno sigillato il server fisicamente.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)