Amazon lancia il database del testo

Include 33 milioni di pagine prese da 120mila libri ed è in continua espansione, per consentire agli utenti-clienti di cercare libri di cui nemmeno sanno l'esistenza. Non per titolo né per autore ma per parola chiave

Roma - L'idea è semplice e intrigante: consentire a chi cerca qualcosa da leggere che rientri nei propri interessi di farlo senza dover ricorrere a elenchi numerati o alfabetici, a titoli o ad autori, ad editori o a paese di origine ma di farlo indicando una parola chiave.

Questa l'essenza dell'ultimo servizio annunciato da Amazon, la più nota delle librerie sulla rete, che già mette a disposizione dei propri utenti-clienti un motore di ricerca nei testi di 120mila libri. Si tratta di circa 33 milioni di pagine nelle quali è possibile individuare una certa parola, per scoprire libri di proprio interesse di cui si potrebbe ignorare persino l'esistenza.

Jeff BezosIn una lettera che appare a tutta pagina sulla home page di Amazon.com, il grande manovratore dell'azienda Jeff Bezos annuncia in queste ore il varo di "Search Inside the Book", ricerca dentro al libro, una funzionalità pensata per proiettare Amazon un po' più in là dei rivali, in un periodo in cui sta incassando importanti successi economici.
Per poter mettere in piedi il servizio, Amazon ha dovuto ottenere dei permessi speciali da tutti i principali editori. Ora che ha avuto le licenze, potrà associare il nuovo servizio alla funzionalità che già consente agli utenti di navigare tra alcune pagine dei titoli in vendita.
10 Commenti alla Notizia Amazon lancia il database del testo
Ordina
  • internet principalmente per me potrebbe e dovrebbe essere questo: ricerca e consultazione, database, informazioni in linea sempre di più

    e invece sembra sempre un miracolo quando qualcuno lo fa ...

    relazioni su relazioni sui database, reti di DB relazionali ... questo vorrei!

    :)


    bravi AMAZONICI
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > internet principalmente per me potrebbe e
    > dovrebbe essere questo: ricerca e
    > consultazione, database, informazioni in
    > linea sempre di più
    >
    > e invece sembra sempre un miracolo quando
    > qualcuno lo fa ...
    >
    > relazioni su relazioni sui database, reti di
    > DB relazionali ... questo vorrei!
    >
    > Sorride
    >
    >
    > bravi AMAZONICI
    Si si proprio bravi, chissa che pattaforma usano per questi servizi ? Occhiolino
    non+autenticato
  • il problema e' che questo servizio e' stupefacente e molto utile, ma prima o poi qualcuno fara' il furbo e utilizzando queste ricerche si fara' il dump di interi libri. cosi', per colpa di qualche cretino, un servizio potentissimo sara' disabilitato. Secondo me, dovevano dare la possibilita' di ricercare ma senza mostrare le pagine trovate, anche se ammetto che e' decisamente limitativo.
    non+autenticato
  • Non penso sia possibile - credo indicizzino alcune parole chiave e il testo che le circonda non certo tutto il libro - hai idea di che spazio richiederebbe una cosa del genere?
    E la manutenzione...
    Come prova potresti cercare delle frasi da un libro che hai, e che sai essere su amazon - con un pò di fortuna dovresti beccare una parte che non è inserita nel db (tipo disquisizioni sull'autore in un libro che parla di database, ad esempio)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Non penso sia possibile - credo indicizzino
    > alcune parole chiave e il testo che le
    > circonda non certo tutto il libro - hai idea
    > di che spazio richiederebbe una cosa del
    > genere?

    ho fatto delle prove, ed a me risulta che quello che espongo sia fattibile con poco sforzo.
    non+autenticato
  • Amazon difficilmente promuoverà i libri degli illustri sconosciuti. E' più probabile che certe parole chiave saranno "riservate" ad autori privilegiati di case editrici che pagano (un po' come fa Microsoft che con MSN promuove i suoi interessi... provate a cercare Linux o "migrate to linux").
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Amazon difficilmente promuoverà i libri
    > degli illustri sconosciuti. E' più probabile
    > che certe parole chiave saranno "riservate"
    > ad autori privilegiati di case editrici che
    > pagano (un po' come fa Microsoft che con MSN
    > promuove i suoi interessi... provate a
    > cercare Linux o "migrate to linux").

    Ma prima di scrivere vaccate.. hai tenato tu per primo?! A me risultano 3147 risultati con Linux, sono pochi?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Amazon difficilmente promuoverà i libri
    > > degli illustri sconosciuti. E' più
    > probabile
    > > che certe parole chiave saranno
    > "riservate"
    > > ad autori privilegiati di case editrici
    > che
    > > pagano (un po' come fa Microsoft che con
    > MSN
    > > promuove i suoi interessi... provate a
    > > cercare Linux o "migrate to linux").
    >
    > Ma prima di scrivere vaccate.. hai tenato tu
    > per primo?! A me risultano 3147 risultati
    > con Linux, sono pochi?

    Ho provato anche io, ed in effetti mi sembrava tutto normale, se non che cercando "migrate to linux" al terzo posto c'è invece il contrario:
    "Migrating From Linux-Apache-MySQL-PHP - Microsoft Service Providers"
    non+autenticato
  • > Ma prima di scrivere vaccate.. hai tenato tu
    > per primo?! A me risultano 3147 risultati
    > con Linux, sono pochi?

    Ho tentato e mi sembrano pochini in confronto agli 8'760'000 di Google... inoltre leggi il 4o link: Alternatives to Linux-Apache-MySQL-PHP, e così via.

    Leggi tra le righe, prima di scrivere vaccate...

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Amazon difficilmente promuoverà i libri
    > degli illustri sconosciuti. E' più probabile
    > che certe parole chiave saranno "riservate"
    > ad autori privilegiati di case editrici che
    > pagano (un po' come fa Microsoft che con MSN
    > promuove i suoi interessi... provate a
    > cercare Linux o "migrate to linux").

    Con google non succede...
    sara' per questo che M$ vuol fargli la concorrenza ?

    Certo forse uno dei tanti motiviA bocca aperta
    non+autenticato