Robot fai-da-te

Sculture futuristiche per riciclare i componenti elettronici

Cosa fare con i componenti elettronici di dispositivi in disuso? Come riutilizzare condensatori, resistenze e quant'altro? C'è chi ha scelto di riciclare questi elementi per recuperare sostanze preziose e c'è chi invece ha pensato di riutilizzarle in modo artistico, costruendo D.Bugs.

D.Bugs


Questi robot fai-da-te non hanno alcuna funzione e sono un puro gioco di "simpatia" di un gruppo di studenti di ingegneria californiani, che nei meandri dei loro laboratori hanno trovato un modo per riutilizzare alcuni componenti destinati ai rifiuti.
Con D.Bugs, però, questi ingegneri hanno compiuto un passo in più: pensando che fossero davvero carini e anche molto geek, hanno creduto fosse giusto effettuare una raccolta di fondi sul noto portale Kickstarter per invadere le case e gli uffici degli appassionati di elettronica.

Il progetto non sembra aver riscosso molta fortuna in quanto, a fronte dei 15mila dollari imposti come obiettivo del finanziamento, sono stati raggiunti appena 5mila dollari e mancano al momento 14 giorni alla chiusura della raccolta.

Per avere un D.Bugs sulla scrivania, bisogna versare un minimo di 35 dollari, a fronte dei quali gli ideatori corrisponderanno un kit completo di componenti elettrici, istruzioni, decalcomanie e quant'altro sia necessario per assemblare e saldare da soli il proprio robottino.



(via BoingBoing)
TAG: gadget