Mauro Vecchio

USA, regole sulle auto che si guidano da sé

Il Dipartimento statunitense dei Trasporti boccia l'adozione di massa dei veicoli senza pilota, a causa dell'attuale imperfezione della tecnologia. Se ne riparlerà in futuro

Roma - Per un corretto bilanciamento tra i principi della sicurezza stradale e i ritmi dell'innovazione tecnologica, un pacchetto di raccomandazioni rilasciato dal Dipartimento dei Trasporti in terra statunitense. Indirizzate alle autorità dei singoli stati federali, le linee guida stabiliscono che quelle auto capaci di muoversi senza la guida di un essere umano non possono ancora essere ammesse sul mercato di massa.

Il dipartimento a stelle e strisce non ha però escluso la possibilità di introdurre i nuovi veicoli per fini diversi dalla sperimentazione tecnologica, a patto che un pilota in carne ed ossa risulti sempre seduto al volante. Come suggerito nel pacchetto di policy in ambito stradale, un guidatore umano dovrebbe sempre essere in grado di comandare l'automobile in sperimentazione nei casi più rischiosi per la sicurezza.

Avallate dalla National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA), le regole sulle auto che si guidano da sole potrebbero essere riviste nel prossimo futuro, quando la relativa tecnologia dimostrerà un elevato livello di affidabilità per l'eventuale adozione dei veicoli da parte di tutti i cittadini a stelle e strisce. Gli stessi vertici di NHTSA hanno aperto alla possibilità di testare le auto senza pilota sulle autostrade dei singoli stati.
Sperimentati da attori come Google, i modelli di automobile intelligente dovrebbero inoltre assicurare una veloce transizione tra la modalità di guida automatica e quella basata sui movimenti del guidatore. Tutti i veicoli dovrebbero poi prevedere un sistema di avvertimento in caso di malfunzionamento o guasti di ogni genere. In attesa della maturità tecnologica per la circolazione fra il grande pubblico.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
11 Commenti alla Notizia USA, regole sulle auto che si guidano da sé
Ordina
  • Personalmente mi fido più di un software sottoposto a una verifica formale che della gente che guida il sabato sera (e non solo).
  • IL problema non sono le auto che si guidano da sole , il problema sono i guasti , magari a qualcuno come a me e' capitato il guasto al servosterzo della macchina ( di casa italiana ) con conseguente sterzo che arriva da solo a fine corsa ( il motorino del servo quando ci si mette ha una forza che uno non si aspetta ) , ora mentre l'uomo bene o male si adatta e reagisce in qualche modo la cpu se succede una situazione imprevista che fa ? La tecnologia va bene ma va anche usata bene
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lorenzo
    > IL problema non sono le auto che si guidano da
    > sole , il problema sono i guasti , magari a
    > qualcuno come a me e' capitato il guasto al
    > servosterzo della macchina ( di casa italiana )
    > con conseguente sterzo che arriva da solo a fine
    > corsa ( il motorino del servo quando ci si mette
    > ha una forza che uno non si aspetta ) , ora
    > mentre l'uomo bene o male si adatta e reagisce in
    > qualche modo la cpu se succede una situazione
    > imprevista che fa ?


    "sistemi ridondanti" e "autodiagnosi" sempre attiva, con sistemi di messa in sicurezza dei passeggeri.
    Nulla che non si possa fare piuttosto facilmente rispetto al resto.

    > La tecnologia va bene ma va
    > anche usata
    > bene

    "usata bene" è relativo, purtroppo.
    Auto che guidano da sole, manderebbero in soffitta molte attività (taxi, trasporti pubblici, parcheggiatori, accessori e ricambi auto diffusi, ecc...), credo che il problema principale sia quello
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lorenzo
    > IL problema non sono le auto che si guidano da
    > sole , il problema sono i guasti , magari a
    > qualcuno come a me e' capitato il guasto al
    > servosterzo della macchina ( di casa italiana )
    > con conseguente sterzo che arriva da solo a fine
    > corsa ( il motorino del servo quando ci si mette
    > ha una forza che uno non si aspetta ) , ora
    > mentre l'uomo bene o male si adatta e reagisce in
    > qualche modo la cpu se succede una situazione
    > imprevista che fa ? La tecnologia va bene ma va
    > anche usata
    > bene

    Una persona facilmente va in panico e reagisce in ritardo o in maniera completamente errata, non tutti sono in grado di reagire a sangue freddo a una situazione come quella che dici tu, magari una donna non ce la farebbe nemmeno a contrastare lo sterzo.
    Una CPU in caso di failure del genere azionerebbe i freni istantaneamente e con la massima efficienza, sicuramente si fermerebbe in tempo più breve che con guidatore umano coi suoi riflessi.

    Ovviamente ammesso che tutto funzioni a dovere, ci son storie dell'orrore di gente che si è ritrovata in autostrada con la gestione automatica dell'acceleratore bloccata al massimo... Deluso
    Comunque per un caso simile da panico ci sarebbero migliaia di morti risparmiate, ma sicuramente tutti quei non-morti (non zombie!Occhiolino ) farebbero meno notizia di una unica failure del sistema di guida automatica.

    Per fortuna ci saranno le ex-driver, visto che la realtà si sta sempre più conformando agli animeA bocca aperta
    (anche se in quella ambientazione, con quella quantità di incidenti, non si capisce come fa la gente a fidarsi a salire su un'auto! E' quella la cosa più fantascientifica)
    Funz
    12943
  • occhio all'algoritmo... fermasi di colpo non è mai una buona idea nel 99% delle situazioni stradali...
    Il problema è che per guidare un'auto ci sono TANTI calcoli da fare realtime. Una auto automatica "sicura" costerebbe quanto un piccolo aereo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Robby
    > occhio all'algoritmo... fermasi di colpo non è
    > mai una buona idea nel 99% delle situazioni
    > stradali...

    se ti si inchioda lo sterzo, si che lo èA bocca aperta
    E se anche l'auto dietro è automatica, può fermarsi altrettanto rapidamente magari avendo ricevuto il segnale d'allarme dalla prima...

    > Il problema è che per guidare un'auto ci sono
    > TANTI calcoli da fare realtime. Una auto
    > automatica "sicura" costerebbe quanto un piccolo
    > aereo...

    non vedo il problema, abbiamo telefonini con molta più potenza di calcolo ddi quella necessaria, e di sensori ne abbiamo già le macchine piene, non sarebbe una gran spesa aggiungerne di altri.
    Avevo visto un filmato preso da dentro l'auto (non l'ho salvato purtroppo) di una prova di guida automatica dentro un parcheggio su un percorso delimitato da coni (e non solo, anche alberi...). Andava come un pilota di rally! I passeggeri gridavano dal terrore mentre il volante girava da soloA bocca aperta

    Direi che dal punto di vista tecnico e della sicurezza non ci siano più problemi, restano ancora gli aspetti legislativi, economici, industriali e soprattutto culturali.
    Funz
    12943
  • ...per mettere le mani avanti.
    Le auto che guidano da sole sono appena in fase sperimentale e non credo che il loro lancio sul mercato potrà avvenire tanto presto, ma soprattutto mai senza una serie di misure di sicurezza.
  • Di una cpu?
    Sono un po' strani sti merricaniA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: astro
    > Di una cpu?
    > Sono un po' strani sti merricaniA bocca aperta

    Beh dai in USA se ti beccano a guidare ubriaco finisci in galera... A bocca storta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Prima di pubblicare
    > - Scritto da: astro
    > > Di una cpu?
    > > Sono un po' strani sti merricaniA bocca aperta
    >
    > Beh dai in USA se ti beccano a guidare ubriaco
    > finisci in galera...
    >A bocca storta

    Finisci in galera anche se bevi una lattina di birra per strada
    non+autenticato
  • - Scritto da: Prima di pubblicare
    > - Scritto da: astro
    > > Di una cpu?
    > > Sono un po' strani sti merricaniA bocca aperta
    >
    > Beh dai in USA se ti beccano a guidare ubriaco
    > finisci in galera...
    >A bocca storta
    Ma la gente continua a guidare ubriaca, hai mai visto una cpu alcoolizzata?Occhiolino
    non+autenticato