Alfonso Maruccia

W3C, EFF contro i lucchetti per HTML

L'organizzazione che si batte per i diritti digitali scende in campo direttamente contro la proposta introduzione delle specifiche EME nelle future versioni di HTML. Le protezioni DRM solo il problema, non la risposta

Roma - Il nuovo, prevedibile capitolo della telenovela "DRM e HTML" vede protagonista l'Electronic Frontier Foundation, organizzazione che si batte in difesa dei diritti digitali e delle libertà dell'utente e che, neanche a dirlo, ha ben poca simpatia per l'approvazione delle specifiche Encrypted Media Extensions (EME).

EFF ha ottenuto lo status di membro a pieno titolo del World Wide Web Consortium, e la prima iniziativa in veste di membro del consorzio è stata quella di opporsi formalmente alla proposta di approvare l'inclusione delle EME nelle future versioni del linguaggio HTML.

La presa di posizione di EFF arriva in seguito a una difesa delle EME operata ai massimi livelli del W3C: le nuove specifiche sono necessarie affinché il Web continui a prosperare come piattaforma interoperabile e universale, aveva sostenuto il presidente del consorzio Jeff Jaffe. Naturalmente, il fatto che le posizioni di Jaffe siano le stesse dell'industria multimediale - che da sempre usa meccanismi DRM per limitare l'accesso ai contenuti - sarebbe una pura e semplice "coincidenza".
Sia come sia, di EME e DRM in HTML la EFF non vuole proprio sentir parlare: la fondazione definisce la proposta delle nuove specifiche come la nascita di una nuova "black box" all'interno del linguaggio universale e aperto del web, una scatola chiusa che in sol colpo trasferisce il controllo del browser dall'utente all'industria dell'intrattenimento.

La proposta delle EME non è altro che "una creazione che chiuderà fuori dalla porta gli sviluppatori open source e la concorrenza", sostiene EFF, senza alcun rispetto reale per l'interoperabilità e fissa su modelli di business superati. Si tratta di obiettivi contrari a modello di fair use che ha dato origine al web e che il W3C dovrebbe rigettare con nuove policy espressamente pensate per bloccare i tentativi di realizzare nuovi sistemi DRM in salsa HTML, conclude la EFF.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaIl W3C approva le DRM in salsa HTMLIl consorzio che gestisce gli standard web procede sulla strada della ratifica delle estensioni EME: una Internet open senza DRM diverrebbe una piattaforma di secondo piano per la diffusione di contenuti a pagamento, spiegano dal W3C
8 Commenti alla Notizia W3C, EFF contro i lucchetti per HTML
Ordina
  • Una cosa del genere sarebbe molto utile anche a governi e regimi che la sfrutterebbero per censurare e reprimere l'informazione libera.
    non+autenticato
  • Hanno ragione entrambi. I DRM di questo tipo sono pericolosi, ma la W3C deve pensare a sopravvivere.

    Finchè noi vorremo sottostare a questi DRM e le major saranno così potenti da imporli, la W3C non ha scelta: o si piega o muore.

    Se la W3C non implementasse i DRM negli standard web, la conseguenza è senza dubbio la fuga dagli standard da parte delle major, e di conseguenza del pubblico.

    Non sostengo i DRM, ma penso che sia più importante vedere il mondo usare gli standard, invece che tornare al far west.
    non+autenticato
  • Meglio se non c'e' lo standard , l'utente deve installare tutti i plugin del caso acquisire licenze ecc cioe' rendersi la vita complicata , se il drm entra nello standard diventa una cosa quasi trasparente e "normale" ,
    spero ogni caso che ci sia un bottoncino " disattiva drm " nei browser,
    cosi' da poterlo attivare e dimenticarmi dei contenuti con drm .
    non+autenticato
  • L'EFF si dimostra, come sempre, una delle pochissime organizzazioni internazionali che si muove concretamente, e spesso ottiene risultati, al fine di far sì che la Rete dei nostri figli non sia (molto) peggio di quella a cui abbiamo avuto accesso noi.

    E' doveroso sostenerla, sia sensibilizzando sulle sue campagne, sia facendo -ogni tanto- una piccola donazione.
    non+autenticato
  • Sono assolutamente d'accordo con te, ma penso che purtroppo stavolta non otterranno risultati...
    non+autenticato
  • Sono assolutamente d'accordo con te, ma temo che stavolta non otterranno risultati...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Geol
    > Sono assolutamente d'accordo con te, ma temo che
    > stavolta non otterranno
    > risultati...
    I risultati rischiano (abbastanza concretamente) di ottenerli i molti developers nel W3C che sono alquanto critici su questa questione.

    Il che non significa affatto che gli stimoli di EFF guastino "la festa".
    non+autenticato
  • - Scritto da: tucumcari
    > - Scritto da: Geol
    > > Sono assolutamente d'accordo con te, ma temo che
    > > stavolta non otterranno
    > > risultati...
    > I risultati rischiano (abbastanza concretamente)
    > di ottenerli i molti developers nel W3C che sono
    > alquanto critici su questa
    > questione.
    > Il che non significa affatto che gli stimoli di
    > EFF guastino "la
    > festa".

    Tranquilli, lasciamoli anche fare, tanto storia insegna che le capacità e le risorse del mondo libero avranno sempre rapidamente ragione di qualunque assurdo luchetto...

    Vogliono la guerra? L'avranno, e solo questa avranno...
    non+autenticato