Ultimi provini per Linux 2.6

Con il rilascio di una nuova versione di test, il conto alla rovescia per il debutto della versione 2.6 del kernel di Linux si avvicina allo zero. La prossima release potrebbe essere l'ultima

Beaverton (USA) - La lunga marcia che porterà al rilascio della nuova e attesissima versione 2.6 del kernel di Linux sta davvero per concludersi. A suggerirlo è il rilascio di una nuova versione di test del kernel di Linux 2.6 che l'Open Source Development Labs (OSDL), il consorzio dove da qualche tempo lavorano a tempo pieno Linus Torvalds e il suo luogotenente Andrew Morton, ha definito "una significativa pietra miliare".

Alcune fonti suggeriscono la possibilità che quest'ultima release, la 2.6.0-test9, sia la penultima prima dell'arrivo della versione finale, previsto entro la fine dell'anno. Proprio poche settimane fa Torvalds aveva annunciato lo "stability freeze", ovvero la sospensione di qualsiasi intervento sul codice che non riguardi strettamente la correzione di problemi di stabilità del kernel.

Logo OSDLL'OSDL ha invitato tutti i maggiori clienti di Linux, venditori indipendenti di software e fornitori di sistemi a provare e verificare la nuova release test9 in modo da prepararsi fin d'ora "alla prossima production release di Linux".
"Siamo al momento in cui vogliamo che produttori di software e grandi aziende si mettano in moto sul kernel così che noi si possa inserire anche le loro idee nella release finale di Linux 2.6", ha detto Torvalds.

Lo scorso luglio Torvalds e Morton hanno rilasciato la prima release di test del kernel 2.6 gettando le basi, secondo l'OSDL, di un insieme di API stabili. Fin dalla versione 2.5, il consorzio ha avviato, presso il proprio datacenter di Portland, tutta una serie di test approfonditi sulle funzionalità e le prestazioni del nuovo kernel i cui risultati, pubblicati qui, sono stati messi a disposizione del pubblico.

L'OSDL sostiene che il nuovo kernel 2.6 "allarga i mercati dove Linux può sostituire le piattaforme legacy", prime fra tutte Unix, e questo soprattutto grazie alla sua capacità di gestire un più elevato numero di processori (oltre 32) e di thread e alla sua migliorata modularità, una caratteristica che, secondo il consorzio, rende il kernel 2.6 maggiormente adatto all'impiego in una disparata gamma di dispositivi industriali, mobili e di rete. Per quanto riguarda i miglioramenti di cui potranno maggiormente beneficiare gli utenti desktop, l'OSDL ha citato il più esteso supporto alle periferiche hot-plug (quali quelle FireWire e USB) e l'implementazione di architetture audio e video più sofisticate e performanti.

L'OSDL è uno dei più grandi laboratori indipendenti per la promozione e lo sviluppo del software open source. Fondato nel 2001 da colossi come HP, Intel, IBM e Dell insieme ai principali distributori di Linux, l'OSDL si occupa in particolare dello sviluppo degli strumenti e delle funzionalità necessarie a Linux per penetrare nei settori chiave del mercato enterprise, come quello dei data center e delle telecomunicazioni.
126 Commenti alla Notizia Ultimi provini per Linux 2.6
Ordina
  • Il nuovo scheduler O(1) e' fantastico...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Il nuovo scheduler O(1) e' fantastico...

    scusa l'ignoranza... ma cosa è ?
    non+autenticato
  • Se ti riferisci allo sheduler:

    E' quella parte del S.O. che alterna i processi nella CPU. Tanti processi girano contemporaneamente, ma non è vero, solo 1 di questi alla volta ha la possibilità di usare la CPU. Si dice, infatti, che girano in concorrenza. Lo scheduler è la parte del SO che li mette e leva dalla CPU. A grandi linee.

    e ti riferisci a O(1):

    Non sapre, probabilmente è la sigl che indica il nuovo tipo di scheduler, sono curioso anche io, ora cerco in giro ;-P


    Ciao, Krecker
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Se ti riferisci allo sheduler:
    >
    > E' quella parte del S.O. che alterna i
    > processi nella CPU. Tanti processi girano
    > contemporaneamente, ma non è vero, solo 1 di
    > questi alla volta ha la possibilità di usare
    > la CPU. Si dice, infatti, che girano in
    > concorrenza. Lo scheduler è la parte del SO
    > che li mette e leva dalla CPU. A grandi
    > linee.
    >
    > e ti riferisci a O(1):

    In informatica la funzione O() indica di quanto cresce il tempo di elaborazione in rapporto alla quantita' di dati da elaborare.

    (detto molto volgarmente e molto velocemente)

    Una funzione O(n) ad esempio, incrementera' il suo tempo di computazione in modo lineare all'aumentare dei dati da processare.

    Una funzione O(1) invece impiega una quantita' di tempo costante a prescindere dalla quantita' di dati da elaborare.

  • Intanto io combatto con un bel Kernel Panic che il sistema Mandrake 9.0 mi ha regalato semplicemente aggiornando un pacchetto secondario....

    Che C***O di sistema operativo!

    Forse sarà utile chiamarlo Sistema INOperativo.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Prozac2000
    >
    > Intanto io combatto con un bel Kernel Panic
    > che il sistema Mandrake 9.0 mi ha regalato
    > semplicemente aggiornando un pacchetto
    > secondario....
    >
    > Che C***O di sistema operativo!
    >
    > Forse sarà utile chiamarlo Sistema
    > INOperativo.

    Hai aggiornato il kernel della 9.0 alla 2.4.19-35mdk?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Prozac2000
    >
    > Intanto io combatto con un bel Kernel Panic
    > che il sistema Mandrake 9.0 mi ha regalato
    > semplicemente aggiornando un pacchetto
    > secondario....
    >
    > Che C***O di sistema operativo!
    >
    > Forse sarà utile chiamarlo Sistema
    > INOperativo.

    forse sarà utile istruirsi ?
    mi fai venire in mente i mac user che di fronte alla BSOD di win si fermano, spengono tutto e passano la vita a dire che windows è una merda per colpa di quella schermata blu...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Prozac2000
    > >
    > > Intanto io combatto con un bel Kernel
    > Panic
    > > che il sistema Mandrake 9.0 mi ha regalato
    > > semplicemente aggiornando un pacchetto
    > > secondario....
    > >
    > > Che C***O di sistema operativo!
    > >
    > > Forse sarà utile chiamarlo Sistema
    > > INOperativo.
    >
    > forse sarà utile istruirsi ?
    > mi fai venire in mente i mac user che di
    > fronte alla BSOD di win si fermano, spengono
    > tutto e passano la vita a dire che windows è
    > una merda per colpa di quella schermata
    > blu...

    Sai Leggere???? Ho detto pacchetto secondario. Un semplice pacchetto di Kde.

    Secondo te, un sistema operativo che meriti il nome di affidabile dovrebbe andare in Panic per un motivo così banale?

    Ora per colpa di questo str*******ne di sistema dovrò sprecare molto tempo per sistemare tutto....

    ...e si era detto che questo sistema fà risparmiare tempo....

    Ma Fatemi il piacere... poi dici che uno ne parla male...
    non+autenticato
  • E secondo te, crediamo che aggiornando la kde (che non tocca in parti "vitali" il kernel) si va in kernel panic.. Ma per piacere.... Cmq si vede che non lo sai usare... Rinuncia e fallo usare ad altri che forse sanno come "aggiornare" un pacchetto..
    opazz
    8666

  • - Scritto da: opazz
    > E secondo te, crediamo che aggiornando la
    > kde (che non tocca in parti "vitali" il
    > kernel) si va in kernel panic.. Ma per
    > piacere.... Cmq si vede che non lo sai
    > usare... Rinuncia e fallo usare ad altri che
    > forse sanno come "aggiornare" un pacchetto..

    Che tristezza... spara una balla che non sta nemmeno in piedi e pretende che gli altri gli credano, tutto per voler dimostrare (forse anche a se stesso) che windows è "il migliore dei mondi possibili"... poveretto
    non+autenticato
  • > Che tristezza... spara una balla che non sta
    > nemmeno in piedi e pretende che gli altri
    > gli credano, tutto per voler dimostrare
    > (forse anche a se stesso) che windows è "il
    > migliore dei mondi possibili"... poveretto

    Ti riferisci a me?
    opazz
    8666

  • - Scritto da: opazz
    > Ti riferisci a me?

    no, a prozac... kernel panic installando un rpm... uauauauaua
    non+autenticato
  • si forse è meglio se torni a windows.... per tuttiSorride
    non+autenticato
  • Mandrake non è mai stata un esempio di robustezza.

    Suppongo che se il problema è procurato da il paccehtto di KDE, sia sufficente utilizzare un WM alternativo mentre aggiusti il problema.

    E' strano che un programma che gira in userspace crei un kernel panic. Non sara' che hai lanciato X come root?

    Rimetti il paccehtto in questione vecchio.


    Ciao, Krecker
    non+autenticato

  • - Scritto da: Prozac2000
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Prozac2000
    > > >
    > > > Intanto io combatto con un bel Kernel
    > > Panic
    > > > che il sistema Mandrake 9.0 mi ha
    > regalato
    > > > semplicemente aggiornando un pacchetto
    > > > secondario....
    > > >
    > > > Che C***O di sistema operativo!
    > > >
    > > > Forse sarà utile chiamarlo Sistema
    > > > INOperativo.
    > >
    > > forse sarà utile istruirsi ?
    > > mi fai venire in mente i mac user che di
    > > fronte alla BSOD di win si fermano,
    > spengono
    > > tutto e passano la vita a dire che
    > windows è
    > > una merda per colpa di quella schermata
    > > blu...
    >
    > Sai Leggere???? Ho detto pacchetto
    > secondario. Un semplice pacchetto di Kde.
    >
    > Secondo te, un sistema operativo che meriti
    > il nome di affidabile dovrebbe andare in
    > Panic per un motivo così banale?
    >
    > Ora per colpa di questo str*******ne di
    > sistema dovrò sprecare molto tempo per
    > sistemare tutto....
    >
    > ...e si era detto che questo sistema fà
    > risparmiare tempo....
    >
    > Ma Fatemi il piacere... poi dici che uno ne
    > parla male...

    SI ! kernel panic con un pacchetto di KDE ! ma vai a nasconderti va... click,click,click... ctrl-alt-canc...

    uhuhuhuuhuhhuhuuhhuuhuhuuh
    non+autenticato
  • Leggo che molti dicono che Linux non sa da fare...

    Allora vi do' una info aggiornata in tempo reale

    http://www.amazon.co.uk/exec/obidos/tg/stores/stat...

    ora vedete un po' voi. SuSE 9.0 sta mazzulando OSX Panther in Europa. Hanno avuto la stessa data di rilascio e solitamente chi compra una distro da Amazon è utente Desktop (anche perchè solo gli stolti cambiano versione in ambito server dopo nemmeno un mese dal rilascio della distro. vale per qualsiasi OS)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Leggo che molti dicono che Linux non sa da
    > fare...
    >
    > Allora vi do' una info aggiornata in tempo
    > reale
    >
    > http://www.amazon.co.uk/exec/obidos/tg/stores
    >
    > ora vedete un po' voi. SuSE 9.0 sta
    > mazzulando OSX Panther in Europa.
    [...]

    Allora leggi meglio i "fatti". Tramite Amazon, Panther è disponibile in "una o due settimane", SuSE Linux in 24 ore. Mi sa che la stragrande maggioranza degli utenti Mac non hanno preso Panther da Amazon, ma l'hanno fatto dal proprio rivenditore di fiducia - come d'altronde ha fatto il sottoscritto.

    ciao

  • - Scritto da: markoer
    >
    > Allora leggi meglio i "fatti". Tramite
    > Amazon, Panther è disponibile in "una o due
    > settimane", SuSE Linux in 24 ore. Mi sa che
    > la stragrande maggioranza degli utenti Mac
    > non hanno preso Panther da Amazon, ma
    > l'hanno fatto dal proprio rivenditore di
    > fiducia - come d'altronde ha fatto il
    > sottoscritto.
    >
    > ciao
    Ha ha, una dimostrazione per esempi... mi paiono pugnette
  • si vede che hanno finito le scorte perchè ieri diceva 24/48 ore.

    vai a pugnette và
    non+autenticato
  • Sto usando da qualche giorno il kernel 2.6.0-test9 e devo dire che per il momento non ho riscontrato alcun problema (premetto che uso linux prevalentemente come desktop).
    Tuttavia stavo pensando alla "pesante" limitazione (dal punto di vista prestazionale) dei driver "binary only" (es. nvidia).
    Condivido in linea di principio la volonta' degli sviluppatori del kernel di spingere i produttori a rilasciare driver sotto GPL (basterebbe rilasciare le specifiche) tuttavia mi chiedevo se questa scelta potesse rappresentare un pericoloso boomerang.
    Forse e' stata una decisione affrettata che poteva essere rimandata con qualche Linux in piu' sulle scrivanie... cosa ne pensate?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Forse e' stata una decisione affrettata che
    > poteva essere rimandata con qualche Linux in
    > piu' sulle scrivanie... cosa ne pensate?
    Imho la decisione è stata presa anche troppo in ritardo... nessuno vieta ai produttori di hw di supportare Linux, li vogliamo solo spingere a farlo in modo serio e coscenzioso.
  • - Scritto da: Anonimo
    > Sto usando da qualche giorno il kernel
    > 2.6.0-test9 e devo dire che per il momento
    > non ho riscontrato alcun problema (premetto
    > che uso linux prevalentemente come desktop).
    > Tuttavia stavo pensando alla "pesante"
    > limitazione (dal punto di vista
    > prestazionale) dei driver "binary only" (es.
    > nvidia).

    http://holarse.wue.de/index.php?content=treiber_nv...

    I comandi sono in inglese, anche se il testo è in tedesco... puoi usare il modulo binary-only di Nvidia col kernel 2.6.

    A me ha funzionato... anche se per adesso continuo ad usare il 2.4.


    ciao

  • - Scritto da: markoer
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Sto usando da qualche giorno il kernel
    > > 2.6.0-test9 e devo dire che per il momento
    > > non ho riscontrato alcun problema
    > (premetto
    > > che uso linux prevalentemente come
    > desktop).
    > > Tuttavia stavo pensando alla "pesante"
    > > limitazione (dal punto di vista
    > > prestazionale) dei driver "binary only"
    > (es.
    > > nvidia).
    >
    > http://holarse.wue.de/index.php?content=treib
    >
    > I comandi sono in inglese, anche se il testo
    > è in tedesco... puoi usare il modulo
    > binary-only di Nvidia col kernel 2.6.
    >
    > A me ha funzionato... anche se per adesso
    > continuo ad usare il 2.4.

    Le limitazioni di cui parlava il post precedente, non sono limitazioni funzionali, ma limitazioni prestazionali, appositamente introdotte dagli sviluppatori del kernel, per disincentivare l'uso di driver rilasciati in solo formato binario.
  • putroppo credo che i produttori (es nvidia, ati...) se ne sbattano se l'utente linux ha un calo di prestazioni....


    > Le limitazioni di cui parlava il post
    > precedente, non sono limitazioni funzionali,
    > ma limitazioni prestazionali, appositamente
    > introdotte dagli sviluppatori del kernel,
    > per disincentivare l'uso di driver
    > rilasciati in solo formato binario.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > putroppo credo che i produttori (es nvidia,
    > ati...) se ne sbattano se l'utente linux ha
    > un calo di prestazioni....

    Mah, se le prestazioni fanno pena, perdono l'utenza su linux.

    Oggi e' l'1%, domani potrebbe essere il 10%, dopodomani il 20%.

    Gia' se dovesse raggiungere il 10, vedrai che inizieranno a sbattersene un po di meno...


  • - Scritto da: KerNivore
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > putroppo credo che i produttori (es
    > nvidia,
    > > ati...) se ne sbattano se l'utente linux
    > ha
    > > un calo di prestazioni....
    >
    > Mah, se le prestazioni fanno pena, perdono
    > l'utenza su linux.
    >
    > Oggi e' l'1%, domani potrebbe essere il 10%,
    > dopodomani il 20%.
    >
    > Gia' se dovesse raggiungere il 10, vedrai
    > che inizieranno a sbattersene un po di
    > meno...
    >


    Hanno fatto solo bene. La monnezza distribuita sui
    siti NVidia con i loro RPM/TGZ che ti sminchiano
    una installazione (oltre al fatto fanno cag*re) deve
    sparire...; che rilascino i sorgenti e consentano
    alle distribuzioni di mettere a posto i driver per
    le loro schede...
    non+autenticato

  • Sono arrivato al punto che quando uso uindos mi trovo a disagio per evidente mancanza di flessibilità di utilizzo.

    Ormai col pinguino si può fare proprio tutto, bene e meglio che con uindos.

    Viva il software open source !

    PS: scusate lo sfogo, oggi sono felice !
  • L'unico limite alle cose che si possono fare con Linux e' dettato dalle proprie conoscenze, intelligenza e tempo.

    Mi ha obbligato a cambiare approccio
    Prima studiare, poi laboratorio, poi cliente.

    Invece del "consegna il pacco e fuggi" che si puo' fare con Win.

    Certo il cliente il piu' delle volte e' e rimarra' sempre un utonto, convinto di poter capire ed essere in grado di fare tutto in pochissimo tempo e non ammettera' mai di essere talmente limitato da non ricordarsi nemmeno la propria password.
    Sara' sempre pronto a dare la colpa al pc o al tecnico.Deluso
    Vi siete mai chiesti perche' i tecnici sono sempre silenziosi e sul incacchiato andante?
    E' come trovarsi su un forum a lottare con troll incavolati che non puoi ignorare.

    Il vero limite di Linux: se qualcosa non va non si puo' scaricare il barile sul caro (in senso monetario) Bill.A bocca aperta

    Stanno installando Linux? E mo sono Azzi solo tuoi!!A bocca aperta

    - Scritto da: MemoRemigi
    >
    > Sono arrivato al punto che quando uso uindos
    > mi trovo a disagio per evidente mancanza di
    > flessibilità di utilizzo.
    >
    > Ormai col pinguino si può fare proprio
    > tutto, bene e meglio che con uindos.
    >
    > Viva il software open source !
    >
    > PS: scusate lo sfogo, oggi sono felice !
    non+autenticato

  • > Mi ha obbligato a cambiare approccio
    > Prima studiare, poi laboratorio, poi cliente.
    >
    > Invece del "consegna il pacco e fuggi" che
    > si puo' fare con Win.

    Qui parto con uno dei miei soliti post passibili di ban....
    Perdonami, ma se avevi questa metodologia, la colpa è _tua_, non di windows.
    In windows le cose si possono fare bene o si possono fare male, sta a te decidere.
    Insomma, non siamo bambini: sono obbligato a installarmi un sistema operativo complesso per obbligarmi a studiarlo? Se invece installo windows mi sento in diritto di non dare una sbirciatina a quello che c'è dietro perchè tanto è tutto facile, ma ho invece il dovere di lamentarmi se qualcosa non va?
    Siamo veramente ridotti così, che facciamo i compiti solo se la mamma ci vieta il dolce? se invece il dolce ce lo da facciamo i capricci e non studiamo? suvvia, usate tutte le argomentazioni che volete ma queste, per favore, evitatele...

    bye
    .NET

    net
    193
  • - Scritto da: net
    >
    > > Mi ha obbligato a cambiare approccio
    > > Prima studiare, poi laboratorio, poi
    > cliente.
    > >
    > > Invece del "consegna il pacco e fuggi" che
    > > si puo' fare con Win.
    >
    > Qui parto con uno dei miei soliti post
    > passibili di ban....
    > Perdonami, ma se avevi questa metodologia,
    > la colpa è _tua_, non di windows.

    Non dicevo colpa anzi merito...
    con tutti quelli in giro che si sentono maghi di windows, si consenga e si fugge e si guadagna, perche' ci si limita a vendere un prodotto non a configurare un servizio.

    > In windows le cose si possono fare bene o si
    > possono fare male, sta a te decidere.

    Comunque ci sono limiti dovuti alle scarisita' di specifiche rilasciate da M$

    > Insomma, non siamo bambini: sono obbligato a
    > installarmi un sistema operativo complesso
    > per obbligarmi a studiarlo?

    Purtoppo con Linux si tende piu' a parlare in termini di servizi piu' che in termini di software.

    > Se invece
    > installo windows mi sento in diritto di non
    > dare una sbirciatina a quello che c'è dietro
    > perchè tanto è tutto facile, ma ho invece il
    > dovere di lamentarmi se qualcosa non va?

    Questa e' una legge non scritta.

    Ad esempio, se installi windows e questo si inchioda, crasha ecc... nessuno e' obbligato a farlo funzionare, si aspetta il service pack

    Linux invece sei obbligato a farlo funzionare bene, non e' che sia un problema per installazioni aziendali, firewall, server ecc.. ma per l'utonto casalingo puo' essere un incubo.
    non+autenticato

  • > Ad esempio, se installi windows e questo si
    > inchioda, crasha ecc... nessuno e' obbligato
    > a farlo funzionare, si aspetta il service
    > pack

    E' proprio quì che sta il difetto che cercavo di sottolineare...
    se windows crasha, colpa di windows, aspetto l'SP.

    Se linux crasha, allora bisogna chiamare l'amico figo che me lo mette a posto, mi spiega, così imparo qualcosa...

    Quello che non si capisce è che molta gente critica gli utonti ma ne ha preso la stessa identica forma mentale: se va bene, se non va mi incazzo, ma non faccio nulla.
    Se invece sono sotto linux, se va bene, se non va mi rimbocco le maniche e cerco di trovare una soluzione.

    Come se il 99,9 periodico dei problemi non fossero documentati sul sito MSDN o sulle varie community.

    tu dici che c'è un limite alle specifiche, e questo è in parte vero ma riguarda parti dell'OS che comunque non potrai mai andare a toccare. Su tutto quello di cui puoi avere il controllo ce n'è abbastanza da riempirci il mar morto, ma nessuno si da comunque la briga di leggerlo... men che meno chi critica MS.

    bye
    .NET
    net
    193
  • hum.... ok, allora ti sparo un problema di cui non ho ancora trovato soluzione.

    ho dovuto aggiornare il BIOS di una mobo con su XP+Linux. Avvio Linux dopo l'aggiornamento... e tutto va perfetto (era una Debian ovviamente! ), avvio XP, e questo inizia a rognare "trovato controller IDE, trovato questo, trovato quello, è necessario reinstallare il driver della scheda di rete... continua... reboot".
    Riavvio (mi obbliga!) e il PC non va più in rete! Mi ha perso tutte le impostazioni sulla scheda di rete (bastardo!). Noto che la scheda di rete è qualcosa del tipo "scheda integrata con la mobo #2". Metto l'ip che c'era prima e mi dice "no, non puoi, perché sono coglionazzo e quell'ip l'ho associato alla scheda integrata #1". Ok, gli dico allora "mostrami le periferiche nascoste, così tolgo la scheda integrata #1" (che è sempre la stessa, ma vaglielo a spiegare a quel ciarpame!). Ok, lui mi mostra le perferiche nascoste... e la vecchia scheda non c'è più! Ovviamente documentazione non c'è nè çAS°D§AùS!* (censura). A forza di calci in culo gli ho forzato l'ip vecchio, ma continua comunque a lamentarsi ogni volta che cambio la minima impostazione di rete... allucinante.... cmq ogni volta che apro "risorse di rete" mi continua a scazzare.

  • > hum.... ok, allora ti sparo un problema di
    > cui non ho ancora trovato soluzione.

    A parte che non ho detto che ci sono soluzioni a tutti i problemi, ho detto solo che la maggior parte delle cose sono documentate, ma la gente non si prende la briga di leggere...

    Per quanto riguarda il tuo problema, windows centra in partE: dovresti andrare da quelli della asus e lamentarti del loro aggiornamento che ha fatto scazzare il plug&play di windows...
    Cmq prova a dare un occhio sotto il registro di sistema e cercare il nome della tua vecchia scheda, vedrai che da qualche parte la trovi... e riesci anche a levarlaSorride

    bye
    .NET

    net
    193
  • Il fatto che l'aggiornamento della Asus abbia scombussolato il Plug&Pray di windows e non quello di linux mi fa pensare che poi non abbiano fatto un aggiornamento cosi' assurdo o sbagliato.

    Mi sembra piu' agevole un bel file di configurazione di testo commentato, che un registro in cui andare alla riceca della voce che pensamo poter esserci, no?



    Ciao, Krecker
    non+autenticato

  • > Mi sembra piu' agevole un bel file di
    > configurazione di testo commentato, che un
    > registro in cui andare alla riceca della
    > voce che pensamo poter esserci, no?

    Il file di testo è su disco, il registro no..
    in termini prestazionali non c'è paragone...

    bye
    .NET

    net
    193

  • - Scritto da: net
    >
    > > Mi sembra piu' agevole un bel file di
    > > configurazione di testo commentato, che un
    > > registro in cui andare alla riceca della
    > > voce che pensamo poter esserci, no?
    >
    > Il file di testo è su disco, il registro no..
    > in termini prestazionali non c'è paragone...

    Soprattutto quando

    1. Si distrugge
    2. Quando diventa enorme e ti mangia senza buone ragioni, un sacco di RAM.

    Veramente geniale, non c'e' che dire.
    non+autenticato


  • > 1. Si distrugge
    Mio dio.. si distrugge, così da solo...
    Mi ricordi mia nonna che dice che il pc si è acceso da solo, quando in realtà c'era il wake on ring sul modem...

    > 2. Quando diventa enorme e ti mangia senza
    > buone ragioni, un sacco di RAM.
    se sei intelligente ed il sistema LO CURI esattamente come fai con linux, invece che trattarlo come una schifezza solo perchè è windows, vedrai che non succede...

    Se succede dimmelo, che ti do l'indirizzo del mio ufficio e ti faccio vedere un po di client XP e 2000 che non hanno un problema da mesi (se non con la stampante HP sotto active directory, ma quello è un altro discorso...)

    bye
    .NET

    net
    193
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)