Cuffia da nuoto

Per ascoltare la playlist preferita, anche in immersione

Difficile ascoltare un buon brano MP3 durante le prove di stile libero in piscina o mentre si tenta di eseguire il delfino o la rana. Per quanto esistano diversi modi per trattenere gli auricolari all'interno delle orecchie, questa modalità di conduzione del suono all'orecchio, che sulla terraferma offre ottimi risultati qualititativi, nell'acqua tende ad essere un po' "fuori luogo".
La soluzione è Finis Neptune.

Finis Neptune


Disponibile per la vendita dalla fine del mese scorso, Finin Neptune è un lettore multimediale, compatibile con il formato MP3, che non integra due auricolari tradizionali, ma utilizza due speaker a vibrazione, capaci di condurre il suono direttamente all'interno dell'orecchio, attraverso le ossa degli zigomi.
Niente di nuovo "sotto l'acqua", in quanto di sistemi audio a conduzione ossea ne esistono a bizzeffe, ma Finis Neptune è pensato proprio per chi fa del nuoto non solo una passione, ma anche una professione.

Il sistema MP3 si aggancia in modo idrodinamico agli zigomi e con apposite clip viene tenuto fermo dietro la testa, attaccato all'elastico di qualsiasi paio di occhialini.

Compatibile con molti formati (fra cui MP3, AAC e WMA), Neptune offre 4 GB di capacità, dove salvare non solo musica, ma anche podcast e audiolibri, memorizzabili attraverso una connessione USB a PC.

Lo schermo integrato è di tipo OLED ad alta visibilità e la batteria integrata agli ioni di litio offre fino a 8 ore di autonomia, per accompagnare anche chi decide di attraverso lo stretto di Messina a nuoto.

Dal punto di vista "acquatico", l'intero sistema è waterproof fino a 3 metri di profondità e i jack di connessione sono dorati elettroliticamente per resistere alla corrosione in acqua.

Derivato dal precedente prodotto di Finis, SwiMP3, Neptune è disponibile per l'acquisto, anche negli store online italiani, a 149 euro.



(via Gizmodo)
TAG: gadget
6 Commenti alla Notizia Cuffia da nuoto
Ordina
  • ma qualcuno l'ha provato e sa dirmi se funziona bene o male?
    non+autenticato
  • "Dal punto di vista "acquatico", l'intero sistema è waterproof fino a 3 metri di profondità"

    3 metri? Ma che ca**o è? Cos'è, a due metri resiste ma a tre metri no? Come fanno ad essere tanto precisi? Capirei se dicessero 30, almeno si capirebbe subito che si tratta di "circa 30", ma tra la pressione ad un metro e mezzo e a tre metri la differenza è minima!
    non+autenticato
  • > tra la pressione ad un metro e mezzo e a tre
    > metri la differenza è
    > minima!

    Non è vero, la differenza di pressione è importante.
    Comunque l'indicazione è che va usata per un nuoto di superficie e non in immersione.

    Sul fatto che sia brutta... Chi fa lunghe sessioni di allenamento in piscina penso che dell'estetica non gli importi.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 04 giugno 2013 09.46
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: saverio_ve
    > > tra la pressione ad un metro e mezzo e a tre
    > > metri la differenza è
    > > minima!
    >
    > Non è vero, la differenza di pressione è
    > importante.

    Non dire cavolate. La differenza di pressione che c'è tra due metri e tre metri è trascurabile. La pressione raddoppia ogni circa 10 metri, quindi tra 2 metri e 3 varia di un misero 10% ed è praticamente impossibile prevedere per uno oggetto come questo che se non resiste a 3 metri invece resisterà a 2.
    non+autenticato
  • - Scritto da: con le pinne il fucile e gli occhiali
    > - Scritto da: saverio_ve
    > > > tra la pressione ad un metro e mezzo e a
    > tre
    > > > metri la differenza è
    > > > minima!
    > >
    > > Non è vero, la differenza di pressione è
    > > importante.
    >
    > Non dire cavolate. La differenza di pressione che
    > c'è tra due metri e tre metri è trascurabile. La
    > pressione raddoppia ogni circa 10 metri, quindi
    > tra 2 metri e 3 varia di un misero 10% ed è
    > praticamente impossibile prevedere per uno
    > oggetto come questo che se non resiste a 3 metri
    > invece resisterà a
    > 2.

    Anzi, mi correggo visto che l'ho scritta male: non "raddoppia" ogni 10 metri ma aumenta linearmente di un'unità ogni 10 metri.

    Comunque:

    http://www.calctool.org/CALC/other/games/depth_pre...

    A 2 metri:

    1.19841 atmosfere

    a 3 metri:

    1.29761

    Come vedi, un miserrimo 10%. Impossibile prevedere per un oggetto che di certo non è una meccanica di precisione che possa mostrare differenze sostanziali con differenze del genere
    non+autenticato
  • Visto che vogliamo andare sul tecnico....
    Qui il punto non è la pressione totale, in quanto non si tratta di un corpo solido.
    Qui parliamo di un dispositivo assemblato reso impermeabile attraverso delle guarnizioni. Le guarnizioni devono resistere alla differenza di pressione tra interno ed esterno.
    Come tu giustamente hai fatto notare si parte da 1 bar, pressione atmosferica a cui tutti siamo sottoposti... che è una pressione enorme ma che non soffriamo poichè tutti i nostri vasi interni sono alla stessa pressione, infatti un corpo umano nello spazio ha una sorte di "esplosione".
    Considerando quindi che il dispositivo è stato assemblato alla stessa pressione, fuori dall'acqua le guarnizioni devono sostenere una differenza di pressione pari a 0.
    Quando lo immergiamo le guarnizioni cominciano a lavorare... a 1,5 mt devono resistere ad una differenza di pressione di 0,15 bar (che è già notevole), a 3 mt la differenza di pressione diventa 0,3 bar, cioè RADDOPPIA, un aumento del 100% (altro che 10%) !
    Però, visto che non vengo qui per tenere lezioni di fisica, la prossima volta che qualcuno ti avverte che hai detto una cagata, prima di ribadirla... verifica!

    Saluti
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 05 giugno 2013 08.39
    -----------------------------------------------------------