Le problematiche del commercio a distanza

Il Centro Servizi Legali affronta il problema e-commerce: quali sono le tutele per chi acquista e i doveri di chi vende

La navigazione interattiva non conosce né limiti né frontiere: lo shopping on-line è la moda del momento.

Facile, rapido, divertente, ma.. .quanto a tutela e garanzie per la parte debole (l?acquirente), la strada è ancora tutta da percorrere dal momento che la normativa approvata è in vigore solo sulla carta e non è adeguata al rapido mutare del commercio elettronico.

Tralasciando le problematiche a carattere generale annesse alle preventive informazioni del prodotto, al termine entro cui avvalersi del c.d. diritto di recesso alle modalità di pagamento, ai requisiti delle società erogatrici. ...; il problema pressante verte sulla normativa da applicare e sulla procedura da seguire per dirimere le controversie, quando, in particolare e frequentemente, sono coinvolti siti stranieri.
Il D.Lgs.n. 185/99, attuazione della precedente direttiva 97/7/CE relativa alla protezione dei consumatori in materia di contratti a distanza, individua il problema in soli quindici articoli.

Passando in rassegna tali disposizioni. si evidenziano, sostanzialmente, quattro fasi principali: prima il legislatore definisce le parti contrattuali (art.1), quindi, ne individua i campi di applicazione (art.2), segue l?obbligo di informativa (art.3), quindi, la fase che precede l?esecuzione del contratto (artt.4,5), e per finire l?esecuzione del contratto (art.6).

Campo di applicazione

L?applicabilità del decreto sull? e-commerce è esclusa in materia di contratti relativi ai servizi finanziari, costruzione, vendita o altri diritti reali su beni immobili salvo le locazioni; ovvero a quelli conclusi tramite distributori automatici o locali commerciali automatizzati, conclusi con operatori delle telecomunicazioni impiegando telefoni pubblici e quelli conclusi in occasione di vendita all?asta.

Informazioni per il consumatore

Prima della conclusione del contratto e ?in tempo utile ?, l?operatore commerciale deve fornire tutte le informazioni necessarie a delineare una precisa identità del fornitore, modalità di pagamento, caratteristiche del prodotto, diritti e doveri delle parti.

Da questo punto di vista, è doveroso evidenziare come il legislatore abbia accordato al consumatore interattivo, un?informativa sicuramente più dettagliata rispetto alla disciplina dei ?contratti conclusi fuori dai locali commerciali? (D. lgs.n.50/1 992).