Mauro Vecchio

Facebook fa ordine con gli hashtag

Il social network annuncia una prima infornata per pagine e profili in terra statunitense. Dalla finale NBA a Game of Thrones, le conversazioni saranno navigabili anche cliccando sulle stringhe di testo che seguono il cancelletto

Roma - Dopo l'introduzione della feature di ricerca Search all'interno del suo Graph, Facebook ha iniziato a cercare nuove soluzioni per meglio indicizzare i contenuti postati dai suoi utenti, a partire da un più immediato strumento di orientamento social. Il network californiano ha ora annunciato la definitiva adozione degli hashtag, per raggruppare i vari post sotto macro-categorie di conversazione.

Se "ogni giorno più di 4,75 miliardi di contenuti vengono condivisi su Facebook", la piattaforma in blu vuole suddividere i flussi (news feed) in determinati argomenti di discussione, così come avviene per i cinguettii su Twitter. Da #NBAFinals a #manofsteel, pagine e profili potranno usufruire del simbolo cancelletto (ovvero: #) seguito da una stringa chiave per attirare quegli utenti interessati e pronti a partecipare alle infinite conversazioni a mezzo social.

Quella di Facebook è una strategia chiaramente mirata all'aumento del tempo medio trascorso sulla propria piattaforma, con conseguenti benefici in ambito pubblicitario. Del resto, anche il sito di photo-sharing Instagram - ufficialmente acquistato da Facebook nel settembre 2012 - ha già adottato l'hashtag per offrire categorie di visualizzazione più ordinate nelle gallery fotografiche degli utenti.
"Gli hashtag sono ora disponibili per una piccola percentuale di persone e pagine su Facebook - si legge in un breve post pubblicato sul blog ufficiale - Li esporteremo maggiormente nelle prossime settimane". Tutti quegli hashtag che vengono sfruttati su altre piattaforme potranno essere collegati alla pagina Facebook di una determinata azienda o brand, operativi in automatico per una ricerca di quell'argomento di discussione sul search di Menlo Park.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • Digital LifeHashtag, parola dell'anno Le popolari etichette di Twitter incoronate come parola pių popolare del 2012. Un termine che č progressivamente entrato nell'uso comune della lingua
  • AttualitàFacebook, la nuova era dei flussi socialCambieranno ancora le timeline sulla piattaforma in blu, che punta ad una migliore differenziazione tra i vari news feed. Ci saranno flussi dedicati alla musica e alle immagini, pių grandi per attirare le masse mobile
12 Commenti alla Notizia Facebook fa ordine con gli hashtag
Ordina
  • Se utilizzati razionalmente e con coerenza rispetto ad un'iniziale obiettivo di comunicazione possono essere un validissimo strumento di comunicazione. Facebook li renderà più comuni anche a chi non usa twitter come social network. Al momento sono grstuiti, quindi forse è meglio essere pionieri dell'uso di questo strumento. Il fatto di non conoscerli o non sapere come usarli non può essere una discriminante che ne definisce il successo e l'insuccesso. http://www.bd-webdesign.com/blog/item/145-gli-hash...
    non+autenticato
  • Mi sono posto un paio di domande:

    Qual'è la reale utilità del fecebucco essendoci oggi ben altri mezzi per comunicare?
    Il sig. Zuccaberg ha creato faccialibro per scopi sociali o umanitari?

    Qualcuno me lo può spiegare? Newbie, inesperto   Grazie. Sorride
    non+autenticato
  • Ma l'avete data la news che Facebook, il più grande social network con oltre un miliardo di utenti, ha fatto un passo importante per ridurre i propri gas serra: http://www.creuzanews.com/?p=2583 ??? Date le dimensioni che ha raggiunto, mi sembra un passo importante, ma non solo per questo: l'apertura di un data center alimentato al 100% da energia rinnovabile è un'ottima notizia per l'influenza ormai esercitata dai colossi del Web in ogni settore delle nostre vite. Anche Google ed Apple hanno abbracciato politiche green molto credibili, segno che la sostenibilità ambientale è un asset anche economico. Pensiamoci magari un po'anche nella nostra Italia messa in ginocchio dalla crisi ...
  • - Scritto da: Francede23

    > Ma l'avete data la news che Facebook, il più
    > grande social network con oltre un miliardo di
    > utenti, ha fatto un passo importante per ridurre
    > i propri gas serra:
    > http://www.creuzanews.com/?p=2583 ???

    No, e francamente non ne sentivamo la mancanza. Angioletto

    > Date le
    > dimensioni che ha raggiunto, mi sembra un passo
    > importante, ma non solo per questo: l'apertura di
    > un data center alimentato al 100% da energia
    > rinnovabile

    Impianti idroelettrici, per la precisione.
    Sarei curioso di vedere come faranno quando i fiumi saranno gelati, ma é un dettaglio; cosa aspettano a fare un centro dati alimentato dall'idroelettrico a San Pancrazio Salentino (BR)? È una zona ricchissima di corsi d'acqua da sfruttare. Sorride


    > è un'ottima notizia per l'influenza
    > ormai esercitata dai colossi del Web in ogni
    > settore delle nostre vite.

    Parla per te.
    Io non ne ho mai usato uno che sia uno.


    > Anche Google ed Apple
    > hanno abbracciato politiche green molto
    > credibili,

    Credibilissime, sì.
    Gli apparecchi della Apple sono in marzapane, biodegradabili al 100 %. Una volta obsoleti, si possono anche disperdere nell'ambiente.


    > segno che la sostenibilità ambientale
    > è un asset anche economico.

    Oggi le mode sceme si chiamano così: "asset economici". Tanto chi verrà mai a sapere che esiste il nome italiano, asse patrimoniale, oppure cespite?



    > Pensiamoci magari un
    > po'anche nella nostra Italia messa in ginocchio
    > dalla crisi
    > ...

    L'ecologia non salva solo il pianeta, salva anche i cittadini dalla crisi. Ha sostituito dio.
    Quasi quasi è meglio così: questo almeno non pretende di mettere il naso nelle faccende sessuali.
    non+autenticato
  • Ma che la gente torni a parlarsi a viso aperto e ad incontrarsi invece che vedersi in modo virtuale. Ma scusate, ha senso che io comunichi con il mio vicino di condominio via facebook se ci incontriamo quasi tutti i giorni per strada? E questo succede di continuo.
    Riflettiamoci un pò.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > Ma che la gente torni a parlarsi a viso aperto e
    > ad incontrarsi invece che vedersi in modo
    > virtuale. Ma scusate, ha senso che io comunichi
    > con il mio vicino di condominio via facebook se
    > ci incontriamo quasi tutti i giorni per strada? E
    > questo succede di
    > continuo.
    > Riflettiamoci un pò.

    Se tu usi male uno strumento la colpa è tua, non dello strumento.
    Io esco in centro con gli amici e i vicini, mentre uso FB per sentire e vedere parenti e amici in giro per il mondo, senza sentire il bisogno di apostrofarlo con slogan generici e qualunquisti.
    Riflettici un po'.
    non+autenticato
  • > Se tu usi male uno strumento la colpa è tua, non
    > dello
    > strumento.
    > Io esco in centro con gli amici e i vicini,
    > mentre uso FB per sentire e vedere parenti e
    > amici in giro per il mondo, senza sentire il
    > bisogno di apostrofarlo con slogan generici e
    > qualunquisti.
    > Riflettici un po'.

    That! Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: ndr
    > - Scritto da: Nome e cognome
    > > Ma che la gente torni a parlarsi a viso aperto e
    > > ad incontrarsi invece che vedersi in modo
    > > virtuale. Ma scusate, ha senso che io comunichi
    > > con il mio vicino di condominio via facebook se
    > > ci incontriamo quasi tutti i giorni per strada?
    > E
    > > questo succede di
    > > continuo.
    > > Riflettiamoci un pò.
    >
    > Se tu usi male uno strumento la colpa è tua, non
    > dello
    > strumento.
    > Io esco in centro con gli amici e i vicini,
    > mentre uso FB per sentire e vedere parenti e
    > amici in giro per il mondo, senza sentire il
    > bisogno di apostrofarlo con slogan generici e
    > qualunquisti.

    Stra-quoto. Stessa cosa per me.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ndr
    > Io esco in centro con gli amici e i vicini,
    > mentre uso FB per sentire e vedere parenti e
    > amici in giro per il mondo, senza sentire il
    > bisogno di apostrofarlo con slogan generici e
    > qualunquisti.

    Sentire e vedere con FB? Come? con i messaggi nella bacheca? Ma per favore. Le persone con cui voglio parlare o con cui voglio comunicare le contatto con altri strumenti (Skype, email e altro), non di certo con FB dove il 99% della comunicazione è fuffa.
    "Stamattina al lavoro dalle 9, sono stanco", e messaggi simili da amici dall'altra parte del mondo non servono ad un ca22o.

    E' la tua una marchetta pubblicitaria fatta di slogan generici e qualunquisti a favore di fb.
    non+autenticato
  • Può darsi che abbia capito male o che abbia capito poco. Comunque quello che ho capito è che potremmo, nella generalità, partecipare ad approfondire un argomento. Una specie di Agorà greca dove ognuno porta il suo contributo. A me sembra un idea splendida,che ci restituisce ciò che i politici ci hanno tolto facendoci votare per le figurine, quercia, garofano, margherita, etc. Sarebbe come se il popolo avesse riconquistato la voce. Ma sarebbe anche la fonte più attendibile dove attingere informazione, dove la politica avrebbe timore ad andare contro, dove le correnti di pensiero troverebbero consistenza. Pensate alla corruzione, alla vendita parlamentare che acquista sostanza non per 100000 uni separati, ma per un'unica voce di 100000. Se ho capito bene, se così fosse, allora è proprio quello che ci mancava. GIANNETTOSTO
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)