Alfonso Maruccia

Comcast e il WiFi quasi libero

Il carrier statunitense pianifica l'espansione di un piano di "condivisione" delle reti WiFi domestiche dei suoi utenti con gli sconosciuti. Che dovranno comunque essere già clienti Comcast

Roma - Nuova iniziativa di "WiFi sharing" da parte di Comcast: il provider statunitense è ora desideroso di condividere le reti domestiche dei suoi utenti con i netizen di passaggio. Unico requisito: un account (e quindi una sottoscrizione) Comcast.

Il piano prevede l'utilizzo dei router domestici Xfinity Wireless Gateway, il cui software si incaricherà di inviare due diversi segnali WiFi: il primo, privato, sarà dedicato alla rete domestica dell'utente, mentre il secondo avrà un SSID pubblico "xfinitywifi" e permetterà agli altri utenti Comcast di connettersi usando le stesse credenziali di accesso della propria connessione domestica.

Comcast ha già sperimentato il suo piano di WiFi sharing in New Jersey, Pennsylvania, Virginia e nello stato di Washington, e si prepara ora a estenderlo al resto dei suoi 20 milioni di utenti sottoscrittori. E per incentivare la partecipazione volontaria, dal 24 maggio al 4 luglio sarà possibile testare gratuitamente il funzionamento degli hotspot Xfinity senza l'obbligo di una sottoscrizione Comcast.
Il piano del carrier statunitense somiglia parecchio al network di hotspot WiFi condivisi già messo in piedi da anni da FON, un network che persino Skype all'inizio intendeva realizzare ma che per la Electronic Frontier Foundation non è sufficientemente aperto e non garantisce alcuna riservatezza agli utenti.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
9 Commenti alla Notizia Comcast e il WiFi quasi libero
Ordina