Mauro Vecchio

BitTorrent e il Nemico Pubblico

Il collettivo hip-hop Public Enemy sceglie il nuovo servizio Bundle per il lancio gratuito del nuovo singolo Get Up Stand Up. Con succulento materiale extra, per una diversa visione del mercato discografico

Roma - Una prestigiosa collaborazione artistica tra i vertici di BitTorrent e il seminale collettivo hip-hop Public Enemy. Il nuovo singolo del gruppo statunitense, Get Up Stand Up, sarà disponibile per il download gratuito sul nuovo servizio Bundle, che offre a tutti gli scariconi del web la possibilità di sbloccare succulenti contenuti extra attraverso l'inserimento del proprio indirizzo di posta elettronica.

Nel pacchetto distribuito dai Public Enemy, il video ufficiale del nuovo singolo e una serie di registrazioni multitraccia per partecipare ad un esclusivo remix contest. Lanciato in versione alpha agli inizi dello scorso maggio, il servizio BitTorrent Bundle si cimenterà in un'ardua missione: convincere le major delle concrete possibilità di business legale attraverso la temuta piattaforma del torrentismo.

In un breve post pubblicato sul blog ufficiale di BitTorrent, il leader dei Public Enemy Chuck D. non mostra alcuna paura nella distribuzione alternativa di materiale musicale attraverso le reti gratuite del file sharing. In barba alle convizioni dell'establishment dell'industria discografica, l'offerta multimediale di Bundle rappresenterebbe "uno strumento estremamente potente", per la diffusione flessibile di opere tutelate dal diritto d'autore. (M.V.)
Notizie collegate
  • AttualitàThe Pirate Bay, la rivincita del torrentismoLa piattaforma svedese sale al primo posto nella classifica delle dieci pių visitate del file sharing. I cyberlocker pagano lo scotto dell'effetto domino dopo il raid contro Megaupload. I server della Baia verso gli Stati Uniti?
  • AttualitàDi pirati, negozi musicali e remix sospettiUn musicista statunitense che ha offerto gratuitamente le sue opere contro i colossi della distribuzione legale, accusati di aver ignorato la sua richiesta di rimozione di un plagio. Il profitto avrebbe sempre la meglio sugli artisti