Mauro Vecchio

Un software per bloccare le armi stampate

Un algoritmo scoprirÓ se una stampante 3D tenterÓ di riprodurre le componenti di oggetti pericolosi. Che il suo proprietario lo sappia o no. Bloccando il processo

Roma - Realizzato dall'azienda danese Create It Real, un pacchetto software in grado di riconoscere le varie componenti di un'arma da fuoco per impedire all'utente di assemblarla con i tipici processi della stampa in tre dimensioni. Illustrato dal CEO Jeremie Pierre Gay, il programma attinge da un database di componenti per poi sfruttare uno specifico algoritmo di controllo delle attività legate alla produzione casalinga di pistole e piccoli fucili.

Indirizzato a tutti i produttori di stampanti 3D, il pacchetto software di Create It Real verrà distribuito con un contratto di licenza da migliaia di euro all'anno, ovviamente pre-installato sui dispositivi in commercio per disabilitare in automatico le operazioni di assemblaggio e stampa delle principali componenti di un'arma da fuoco. Lo stesso Gay ha sottolineato come il nuovo software serva a prevenire "la produzione accidentale di armi attraverso la stampa tridimensionale".

Per quanto possa essere possibile fabbricare un'arma da fuoco per errore, l'algoritmo di Create It Real invierà un messaggio automatico a tutti quegli utenti colti a smanettare con le componenti pericolose. L'adozione del software potrebbe così evitare ogni forma di responsabilità legale per tutti i produttori di stampanti 3D, dopo le polemiche sorte in vari paesi sulla realizzazione di armi homemade come quelle dell'organizzazione non profit Defense Distributed. (M.V.)
Notizie collegate
  • AttualitàArmi stampate, i timori di USA e AustraliaLa polizia degli antipodi stampa un modello del discusso Liberator e ne dimostra la pericolositÓ. Il governo statunitense Ŕ preoccupato per la proliferazione incontrollata di pistole in grado di sfuggire ai metal detector
  • AttualitàUSA, scontro a fuoco sulle armi stampateLa Difesa statunitense contro i file condivisi da Defense Distributed per la stampa 3D, che dovranno essere rimossi per evitare l'accesso pubblico. Trattasi di possibile violazione delle norme sull'esportazione di armi da fuoco
19 Commenti alla Notizia Un software per bloccare le armi stampate
Ordina
  • non comprando prodotti che limitano la vostra libertà.
    Ci sono già diverse stampanti 3D completamente opensource non sottoposte ad alcun limite di sorta e perfettamente funzionanti.
    non+autenticato
  • Chissà perché i nostri PC sono sempre più appesantiti...
    L'ultima volta che ho usato Winsoz (WinXP SP2) mi sono accorto che un software mi controllava ed impediva di stampare banconote anche in bassa risoluzione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: vac
    > Chissà perché i nostri PC sono sempre più
    > appesantiti...
    > L'ultima volta che ho usato Winsoz (WinXP SP2) mi
    > sono accorto che un software mi controllava ed
    > impediva di stampare banconote anche in bassa
    > risoluzione.

    Prova oggi.
    XP e' precedente all'euro e quindi non lo riconosce e lo stampa benissimo.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: vac
    > > Chissà perché i nostri PC sono sempre più
    > > appesantiti...
    > > L'ultima volta che ho usato Winsoz (WinXP
    > SP2)
    > mi
    > > sono accorto che un software mi controllava
    > ed
    > > impediva di stampare banconote anche in bassa
    > > risoluzione.
    >
    > Prova oggi.
    > XP e' precedente all'euro e quindi non lo
    > riconosce e lo stampa
    > benissimo.
    Quale parte di WinXP non ti è chiara?A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: astro
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: vac
    > > > Chissà perché i nostri PC sono sempre
    > più
    > > > appesantiti...
    > > > L'ultima volta che ho usato Winsoz
    > (WinXP
    > > SP2)
    > > mi
    > > > sono accorto che un software mi
    > controllava
    > > ed
    > > > impediva di stampare banconote anche in
    > bassa
    > > > risoluzione.
    > >
    > > Prova oggi.
    > > XP e' precedente all'euro e quindi non lo
    > > riconosce e lo stampa
    > > benissimo.
    > Quale parte di WinXP non ti è chiara?A bocca aperta

    E a te quale parte di euro non e' chiara?
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: astro
    > > - Scritto da: panda rossa
    > > > - Scritto da: vac
    > > > > Chissà perché i nostri PC sono
    > sempre
    > > più
    > > > > appesantiti...
    > > > > L'ultima volta che ho usato Winsoz
    > > (WinXP
    > > > SP2)
    > > > mi
    > > > > sono accorto che un software mi
    > > controllava
    > > > ed
    > > > > impediva di stampare banconote
    > anche
    > in
    > > bassa
    > > > > risoluzione.
    > > >
    > > > Prova oggi.
    > > > XP e' precedente all'euro e quindi non
    > lo
    > > > riconosce e lo stampa
    > > > benissimo.
    > > Quale parte di WinXP non ti è chiara?A bocca aperta
    >
    > E a te quale parte di euro non e' chiara?
    Prova a RILEGGERE dall'inizio...
    non+autenticato
  • - Scritto da: astro
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: astro
    > > > - Scritto da: panda rossa
    > > > > - Scritto da: vac
    > > > > > Chissà perché i nostri PC sono
    > > sempre
    > > > più
    > > > > > appesantiti...
    > > > > > L'ultima volta che ho usato
    > Winsoz
    > > > (WinXP
    > > > > SP2)
    > > > > mi
    > > > > > sono accorto che un software
    > mi
    > > > controllava
    > > > > ed
    > > > > > impediva di stampare banconote
    > > anche
    > > in
    > > > bassa
    > > > > > risoluzione.
    > > > >
    > > > > Prova oggi.
    > > > > XP e' precedente all'euro e quindi
    > non
    > > lo
    > > > > riconosce e lo stampa
    > > > > benissimo.
    > > > Quale parte di WinXP non ti è chiara?A bocca aperta
    > >
    > > E a te quale parte di euro non e' chiara?
    > Prova a RILEGGERE dall'inizio...

    Rileggo:
    "Quando usavo XP SP2 [ai tempi della lira N.d.R.] non riuscivo a stampare le banconote."

    Risposta:
    "Prova con l'euro che lo stampa benissimo. XP e' uscito quando l'euro non esisteva e quindi non sa com'e' fatto, e quindi lo stampa."

    Incassa e porta a casa, che con questa sei a posto per tutto il fine settimana!
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: astro
    > > - Scritto da: panda rossa
    > > > - Scritto da: astro
    > > > > - Scritto da: panda rossa
    > > > > > - Scritto da: vac
    > > > > > > Chissà perché i nostri
    > PC
    > sono
    > > > sempre
    > > > > più
    > > > > > > appesantiti...
    > > > > > > L'ultima volta che ho
    > usato
    > > Winsoz
    > > > > (WinXP
    > > > > > SP2)
    > > > > > mi
    > > > > > > sono accorto che un
    > software
    > > mi
    > > > > controllava
    > > > > > ed
    > > > > > > impediva di stampare
    > banconote
    > > > anche
    > > > in
    > > > > bassa
    > > > > > > risoluzione.
    > > > > >
    > > > > > Prova oggi.
    > > > > > XP e' precedente all'euro e
    > quindi
    > > non
    > > > lo
    > > > > > riconosce e lo stampa
    > > > > > benissimo.
    > > > > Quale parte di WinXP non ti è
    > chiara?
    >A bocca aperta
    > > >
    > > > E a te quale parte di euro non e'
    > chiara?
    > > Prova a RILEGGERE dall'inizio...
    >
    > Rileggo:
    > "Quando usavo XP SP2 [ai tempi della lira N.d.R.]
    > non riuscivo a stampare le
    > banconote."
    Riscrivendo l'originale sono capaci tuttiA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: astro
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: astro
    > > > - Scritto da: panda rossa
    > > > > - Scritto da: astro
    > > > > > - Scritto da: panda rossa
    > > > > > > - Scritto da: vac
    > > > > > > > Chissà perché i
    > nostri
    > > PC
    > > sono
    > > > > sempre
    > > > > > più
    > > > > > > > appesantiti...
    > > > > > > > L'ultima volta che
    > ho
    > > usato
    > > > Winsoz
    > > > > > (WinXP
    > > > > > > SP2)
    > > > > > > mi
    > > > > > > > sono accorto che un
    > > software
    > > > mi
    > > > > > controllava
    > > > > > > ed
    > > > > > > > impediva di stampare
    > > banconote
    > > > > anche
    > > > > in
    > > > > > bassa
    > > > > > > > risoluzione.
    > > > > > >
    > > > > > > Prova oggi.
    > > > > > > XP e' precedente
    > all'euro
    > e
    > > quindi
    > > > non
    > > > > lo
    > > > > > > riconosce e lo stampa
    > > > > > > benissimo.
    > > > > > Quale parte di WinXP non ti è
    > > chiara?
    > >A bocca aperta
    > > > >
    > > > > E a te quale parte di euro non e'
    > > chiara?
    > > > Prova a RILEGGERE dall'inizio...
    > >
    > > Rileggo:
    > > "Quando usavo XP SP2 [ai tempi della lira
    > N.d.R.]
    > > non riuscivo a stampare le
    > > banconote."
    > Riscrivendo l'originale sono capaci tuttiA bocca aperta

    Non c'e' nessuna modifica.
    Rileggi tutto, ammesso che tu ne sia capace, e ammetti una volta per sempre le tue imbarazzanti carenze cognitive!
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: vac
    > > Chissà perché i nostri PC sono sempre più
    > > appesantiti...
    > > L'ultima volta che ho usato Winsoz (WinXP
    > SP2)
    > mi
    > > sono accorto che un software mi controllava
    > ed
    > > impediva di stampare banconote anche in bassa
    > > risoluzione.
    >
    > Prova oggi.
    > XP e' precedente all'euro e quindi non lo
    > riconosce e lo stampa
    > benissimo.

    Il problema non è di XP o sette è dei driver di stampa e del software di elaborazione delle immagini!
    Ad esempio Gimp non ha alcun blocco e se uno setta un driver obsoleto per le canon Pixma (anche se teoricamente non corretto per quel modello di stampante) riesce ancora oggi ad aggirare qualsiasi blocco sia sugli euro che sulle lire. La cosa più impegnativa è far collimare il fronte retro delle stampe e riuscire a centrare i giusti colori...
    In passato quando c'era ancora la lira avevo prodotto dei biglieti da 100.000 molto simili all'apparenza agli originali, le uniche modifiche erano la sostituzione della faccia del Caravaggio con quella della vittima a cui rifilavo il falso e la firma del governatore della banca d'Italia (ci mettevo la mia).... la faccia che faceva quando lo invitavo ad osservare meglio la banconota che aveva preso per buona era troppo divertente!
  • Come al solito si finisce per comprare un apparecchio che obbedisce al costruttore e non a chi lo ha comprato.
    Prevedo tanti problemi per gli unenti normali, mentre chi vorrà stampare armi potrà facilmente sovrascrivere il firmware.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • vogliono solo pararsi il culo (legalmente) sanno bene che questa pagliacciata sarà bypassata in 24h alla bisogna...
  • Oppure il filtro bloccherà qualsiasi cosa vagamente sospetta e si potranno stampare solo sfere e cubi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nimo Ano
    > Oppure il filtro bloccherà qualsiasi cosa
    > vagamente sospetta e si potranno stampare solo
    > sfere e
    > cubi.

    Hai detto sfere?
    Clicca per vedere le dimensioni originali
  • In certe circostanze vige il divieto di rompere le sfere:


    Clicca per vedere le dimensioni originali

    Forse lo vogliono implementare via software?
    non+autenticato
  • Ti costringeranno a collegare la stampante alla rete. Così già che ci sono posson anche controllare se cerchi di stampare qualcosa coperto da copyright..
    non+autenticato
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > E scommetto che funziona per tutte le possibili
    > scomposizioni di tutti i possibili progetti
    > passati, presenti e
    > futuri.
    >
    > Ma certo.

    Anche io prevedo grosso FAIL.
    Le prime cose che mi vengono in mente:
    - falsi positivi: pezzi innocenti che vengono riconosciuti come componenti di armi. Si incazzano i clienti.
    - falsi negativi: pezzi di armi che passano comunque. Si incazzano le autorità.
    - facile da bypassare: possono installarlo pure su tutto l'hardware in commercio (sicomeno), ma basta un crack per levarlo.
    - resteranno sempre gli apparecchi open, quelli DIY, quelli di importazione da Paesi che non aderiscono... il controllo totale è solo nelle fantasie infantili di qualche povero imbeci||e.
    - facile da ingannare: possono usare una blacklist, aggiornata via internet... quanto ci metteranno a craccarla dei criminali sufficientemente determinati?
    - facile da ingannare 2: se invece della blacklist usano algoritmi euristici magici in grado di riconoscere qualsiasi pezzo di un'arma (sicomeno)... vedi il punto sopra.
    - come già fatto notare, in realtà non gliene fo**e una se*a che funzioni o no, è una mera operazione di paracooling legale.
    - come già fatto notare, in realtà non gliene fo**e una se*a delle armi, l'unica cosa che gli interessa è il copyright e il pericolo che la gente si duplichi in casa gli oggetti che gli servono invece di comprarseli a caro prezzo dai produttori.

    Risultato, sempre il solito come per i sistemi anticopia e DRM dell'audio-video: rottura di maroni per i clienti onesti, nessun problema per i criminali.

    Tanto, né i legislatori né il pubblico generale sono in grado di capire certe sottigliezze (o se ne sbattono le pa**e), quindi avanti tutta!
    Gli unici a guadagnarci saranno al solito gli inventori di questa poottanata colossale e i politici imboniti e adeguatamente unti che cercheranno di obbligare i produttori di stampanti 3D a buttare soldi in licenze e a perdere clienti.
    Bel colpo.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 28 giugno 2013 10.47
    -----------------------------------------------------------
    Funz
    12946