Mauro Vecchio

Blogger contro la pubblicità per adulti

La piattaforma controllata da Google aggiorna le sue policy sul caricamento di materiale pornografico. I vari gestori di spazi digitali non potranno più fare cassa con le inserzioni a luci rosse

Roma - Cambio di policy per gli account pruriginosi su Blogger, in una missiva elettronica inviata dai responsabili di Google a tutti quei gestori di spazi cibernetici a luci rosse. Dal prossimo 30 giugno, le attività di monetizzazione dei contenuti per adulti saranno proibite sulla celebre piattaforma di blogging. In altre parole, i vari blogmaster non potranno pubblicizzare servizi erotici o siti pornografici.

Un vero e proprio ultimatum dall'azienda di Mountain View: tutti gli spazi che continueranno ad ospitare pubblicità per adulti saranno rimossi per violazione dei termini di servizio su Blogger.

Sul product forum di BigG, alcuni utenti hanno confermato la ricezione dell'avviso pur in assenza di qualsiasi forma di pubblicazione nel corso degli anni. Dal colosso californiano, nessuna definizione specifica del termine adult content.
L'attuale versione delle policy di Blogger permette agli utenti di caricare materiale pornografico - la piattaforma avvisa i visitatori con un messaggio automatico prima del caricamento effettivo della singola pagina - chiedendo agli stessi blogger di non sfruttare i contenuti per guadagnare in termini di pubblicità a luci rosse. Pochi giorni, e questa richiesta si trasformerà in obbligo nelle condizioni d'uso della piattaforma. (M.V.)
Notizie collegate
  • AttualitàPornografia, una milizia per il web?Si accende il dibattito sulla risoluzione al vaglio del Parlamento Europeo per il bando di tutte le forme di pornografia sui media. Gli operatori di Internet rischiano di trasformarsi in arbitri e controllori dell'osceno
1 Commenti alla Notizia Blogger contro la pubblicità per adulti
Ordina