Alfonso Maruccia

Gartner, spesa per l'IT al ribasso

L'istituto di ricerca corregge al ribasso le previsioni di crescita per l'IT mondiale durante l'anno 2013. La colpa č dei PC che non vendono, certo, ma soprattutto del cambio del dollaro.

Roma - Gartner ha diffuso le nuove previsioni sulla spesa dell'IT mondiale per l'anno 2013, riducendo in maniera sensibile le cifre in gioco, per cause interne ma anche esterne al mercato. Nel complesso i numeri sono sempre positivi, ma la percentuale di crescita si è dimezzata.

La società di analisi stima ora che, alla fine del 2013, la spesa mondiale per l'IT arriverà a 3,7 milioni di miliardi di dollari, un incremento del 2 per cento rispetto ai 3,7 milioni di miliardi del 2012 contro il 4,1 per cento di crescita stimato in precedenza.

La causa principale della mancata crescita al 4 per cento, spiega Gartner, va imputata alle recenti modifiche al tasso di cambio del dollaro decise dalle autorità monetarie degli States, anche se i risultati in negativo registrati nel corso dei primi mesi dell'anno fanno naturalmente la loro parte per aggravare il trend.
La riduzione della spesa sui nuovi PC continua a impattare negativamente sul mercato, dice Gartner, e i nuovi dispositivi in arrivo nella seconda parte del 2013 non saranno in grado di "compensare la sostanziale debolezza nel tradizionale mercato dei PC". Cresceranno i tablet (+39 per cento) e i cellulari (+9,3 per cento), dice ancora Gartner, e la spesa complessiva del settore "dispositivi" si assesterà sui 695 miliardi di dollari.

Il settore per cui la società statunitense prevede l'incremento più sostenuto è quello del software enterprise (+6,4 per cento per 304 miliardi di dollari) grazie a una accresciuta richiesta dei software CRM (Customer Relationship Management), mentre all'altro capo dello spettro si posizionano i servizi di telecomunicazioni con lo 0,9 per cento di crescita e un valore di 1,65 milioni di miliardi di dollari. Si tratta comunque di un cambio di rotta rispetto al -0,7 per cento dell'anno passato, dice Gartner.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • BusinessGartner e l'anno debole dei PCUn parere sulle performance commerciali della piattaforma di computing per eccellenza: i numeri sono negativi, i tablet sono per l'intrattenimento e Windows 8 non ha saputo fare da traino per le vendite