Basta con le carte di credito nel pedoporno

La criminalità organizzata vende immagini di abusi in un traffico web che una nuova proposta intende aggredire. I promotori sperano di contagiare l'Europa con la loro strategia

Roma - Non bastano le attuali leggi che reprimono con forza la pedopornografia e gli abusi sui minori. Secondo il ministro per le Pari opportunità, Stefania Prestigiacomo, c'è bisogno di una nuova normativa che prenda di petto in modo nuovo le attività della criminalità organizzata su internet, che prospera sul mercato del pedoporno.

Il Ministro, che presenterà la proposta di legge in un incontro-seminario sul fenomeno che si terrà a Noto i prossimi 7 e 8 novembre, spera in realtà con la strategia delineata dalla normativa di contagiare l'Europa e portarla sulla strada di più efficace contrasto al traffico di pornografia infantile e allo sfruttamento commerciale degli abusi.

La proposta punta in particolare a colpire l'uso delle carte di credito via internet da parte della criminalità, puntando sulla Banca d'Italia, che può intervenire per congelare il legame tra coloro che gestiscono i siti del pedoporno e le banche, che a loro volta hanno rapporti strategici con le società delle carte di credito.
Il ministro Stefania PrestigiacomoAltro elemento fondante della proposta è la creazione di una task force di monitoraggio capace di individuare le situazioni critiche online ma anche studiare le migliori procedure per impedire che vengano remunerati coloro che spacciano a pagamento in rete immagini illegali, da fotografie a video.

Nella proposta si prevedono anche pene più severe per chi produce, smercia, compra e utilizza tali materiali. Vengono puniti anche eventuali reati commessi all'estero. Le imprese eventualmente coinvolte in questi traffici potranno essere perseguite anche sul piano patrimoniale.

Più controverso, invece, il fatto che la nuova legge renderebbe illegale, perché considerato pedopornografico, anche il materiale prodotto da maggiorenni che sembrino minorenni o immagini elettroniche fasulle rappresentanti minori virtuali. Queste ultime, peraltro, sono state dichiarate legittime dalla Corte Suprema nell'ordinamento statunitense.
TAG: pedoporno
12 Commenti alla Notizia Basta con le carte di credito nel pedoporno
Ordina
  • Ho notato che sempre più spesso fotografie o filmati di bambini su riviste e televisioni celano il viso del piccolo. Siamo sicuri che sia una tutela a favore dei minori e non invece la paura della nostra società sempre meno capace e sempre più timorosa di raffrontarsi con i bambini e con il loro mondo per niente fobico e buonista come invece sta diventando quello degli adulti?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ho notato che sempre più spesso fotografie o
    > filmati di bambini su riviste e televisioni
    > celano il viso del piccolo. Siamo sicuri che
    > sia una tutela a favore dei minori e non
    > invece la paura della nostra società sempre
    > meno capace e sempre più timorosa di
    > raffrontarsi con i bambini e con il loro
    > mondo per niente fobico e buonista come
    > invece sta diventando quello degli adulti?

    Il problema che molte persone non capiscono che la sessualità e l'erotismo infantile non sono sullo stesso piano di quello adulto perchè c'è un processo importante fra i due:lo sviluppo e gli ormoni!
    La sfera sessuale del bambino non si tutela facendo i pedofobici!
    Dato che ci siete censurate pure il film "L'Amante" storia ambientata in Indocina!
    :s
    Cavoli ce ne sono di moralisti del caxxo in giro!
    In lacrime Voglio tornà bambino!
    non+autenticato
  • Si vuole punire ancora di più chi detiene/guarda pedopornografia. Lo vogliamo capire che chi scarica __gratuitamente__ pedopornografia non finanzia nessun mercato e nessun abuso su bambini? Si vuole dare una pena a tutti i costi? Ma almeno che non ci sia la galera! Cosa ci va a fare magari un 20enne in galera per aver scaricato una immagine? Ma ci rendiamo conto di quanto folle sia? Si rovina la vita di una persona che non ha fatto male a nessuno, adulto o bambino, per un file scaricato?
    Di questo passo sapete cosa succederà? Che i pedofili, quelli veri e non qualche navigatore curioso, col cavolo che si limiteranno a scaricare pedopornografia ma considerato quanto rischiano andranno direttamente a stuprare un bambino. Tanto, se quello che rischiano è uguale, almeno si "divertono" di più.
    Abominevole vero?
    E' quello che questo stato schifoso sta facendo accadere con la sua politica sessuofobica, pedofobica (paura dei bambini) da caccia alle streghe!
    non+autenticato
  • Rendere illegali le foto di maggiorenni ma che "sembrano" minorenni e addirittura le immagini realizzate al computer di apparenti minorenni?? Ma stiamo scherzando??
    Scusate forse mi sono perso qualcosa, ma queste leggi non dovrebbero TUTELARE I BAMBINI DA ABUSI??
    E allora allo stato che c***o gliene frega se uno non e' tanto a posto e preferisce guardare foto porno di apparenti bambini ma che non sono bambini piuttosto che di cavalli (ci sono eccome) o gente che piscia (ci sono) ecc. ecc.??
    Lo stato vuole punire col codice penale chi ha idee considerate "diverse". Questo e' un regime!! Che schifo!!
    non+autenticato
  • facendo, ammesso che ci riescano(e tecnicamente non capisco come possano fare), tolgono uno dei principali strumenti per beccarli.
    Quante volte si sente dire che molte persone vengono arrestate per via della carta di credito!?!

    Non vorrei che si dessero la zappa sui piedi.
    non+autenticato
  • "Più controverso, invece, il fatto che la nuova legge renderebbe illegale, perché considerato pedopornografico, anche il materiale prodotto da maggiorenni che sembrino minorenni"

    ...che 'sembrino'... ?? cosa vuol dire ? ma non esistevano delle perizie per stabilire l'età di una persona n una foto ?

    ... prevedo una grossa estensione della caccia alle streghe...
    non+autenticato
  • infatti è una cosa un po' ridicola detta cosi.
    Vohglio anche capire come si rende giuridicamente il termine "sembri": lo chiedono a 10 persone e vanno a maggioranza?

    Non vorrei dire eresie, ma secondo me un maggiorenne che dimostra 13 o 14 anni ce ne vuole..

    Quanto alle ragazze di 16-17 anni è illegale senz'altro, ma parlare di pedofilia a quell'età..boh


    In ogni modo è un fenomeno che va arginato senz'altro.

    Ma secondo me devono agire in altri modi ed essere più incisivi, ad esempio arginando il vergognoso fenomeno del turismo sessuale infantile (e penso una pubblicità non basti) e prevenendo gli abusi familiari, magari facendo attenzione ai bambini.

    Insomma un fenomeno tanto truce fa affrontato in modo organico.



    non+autenticato
  • Infatti, anche secondo me questa è una baggianata. Perchè allora se questo è vero dovrebbero chiudere MILIONI di siti internet dove ci sono pornostar vestite da scolaretteOcchiolino Oppure praticamente tutti i siti pornografici giapponesi, visto che sfido chiunque a distinguere una giapponese di 20 anni da una di 12A bocca aperta

  • - Scritto da: magobone
    > Infatti, anche secondo me questa è una
    > baggianata. Perchè allora se questo è vero
    > dovrebbero chiudere MILIONI di siti internet
    > dove ci sono pornostar vestite da scolarette
    > Occhiolino Oppure praticamente tutti i siti
    > pornografici giapponesi, visto che sfido
    > chiunque a distinguere una giapponese di 20
    > anni da una di 12A bocca aperta

    Wow, sei un vero vero esperto eh?    Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > ... prevedo una grossa estensione della
    > caccia alle streghe

    La mia ragazza di 25 anni sembra una 14enne, sia come altezza (1,62 Mt) sia come fisico (molto minuta con una 2nda
    di reggiseno), ma sopratutto come viso.......

    Potro ancora appartarmi con lei o saro' passibile di denuncia per pedofilia da oggi in poi???A bocca aperta:D:D

    Che Matti che stanno diventando i politici in sto paese...Ficoso
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)