Mauro Vecchio

Florida, azzardo connesso

Approvato un ordine legislativo che bloccherebbe la distribuzione di qualsiasi dispositivo capace di accogliere denaro o codici per puntare nell'online gambling. Praticamente tutti i dispositivi connessi, desktop e mobile

Roma - Nella guerra al gioco d'azzardo online, il legislatore della Florida ha commesso un errore imbarazzante che porterebbe al bando federale di qualsiasi dispositivo in grado di connettersi ad Internet. Dai vari modelli di smartphone ai comuni laptop, ciascun apparecchio desktop e mobile verrebbe potenzialmente sfruttato dagli utenti statunitensi per scommettere o puntare denaro.

Alla metà dello scorso aprile, il Governatore della Florida Rick Scott aveva ratificato un ordine esecutivo per la messa al bando di slot machine e locali pubblici per l'accesso al web o Internet Cafè. Il suo predecessore Jennifer Carroll era stato costretto alle dimissioni dopo lo scandalo legato all'organizzazione benefica Allied Veterans of the World e al suo giro da 300 milioni di dollari nel gioco d'azzardo.

Votato e approvato dalle autorità locali, l'ordine di chiusura di oltre un migliaio di Internet Cafè aveva portato allo scontro legale con la società Incredible Investments, gestore di alcuni centri per fornire servizi di connessione ai lavoratori emigrati in Florida. Carte alla mano, il boss di Incredible Investments Consuelo Zapata ha scoperto la tragica interpretazione data dal legislatore alle slot machine illegali.
In sostanza, qualsiasi macchina o dispositivo capace di accogliere monete o numeri di carta o codici alfanumerici per il gioco d'azzardo sarebbe bandita nello stato. I legali di Incredibile Investments hanno infatti sottolineato come chiunque possa digitare un codice - ad esempio promozionale - sul proprio smartphone, non per forza intenzionato a puntare denaro negli oscuri meandri dell'online gambling.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàNevada, l'azzardo online è legaleIl governatore Brian Sandoval ratifica il disegno di legge che legalizzerà le attività di online gambling nello stato statunitense. Già richieste decine di licenze da parte delle grandi piattaforme come Zynga
  • BusinessUE, azione comune sul gioco onlineLa Commissione Europea ha predisposto un piano d'azione volto alla regolamentazione del gambling online. La cooperazione tra gli stati per conformare i diversi regolamenti sarà la chiave di volta