Mauro Vecchio

Apple, l'ira dei dipendenti perquisiti

La Mela nel mirino di una class action contro i controlli alle borse dei dipendenti alla ricerca di eventuale materiale rubato dai suoi punti vendita. Decine di ore lavorative non retribuite

Roma - Due ex-dipendenti agli Apple Store di New York e Los Angeles in un'agguerrita [class action[http://www.scribd.com/doc/156747491/Apple-Employee-Class-Action]] contro il gigante di Cupertino, accusato di aver trattenuto decine di ore non retribuite per le sue perquisizioni obbligatorie alla ricerca di eventuale materiale rubato all'interno dei suoi punti vendita sul suolo statunitense.

Avviata presso una corte federale di San Francisco, l'azione collettiva ha [denunciato[http://news.cnet.com/8301-13579_3-57596064-37/apple-slapped-with-lawsuit-over-mandatory-employee-bag-checks/?part=rss&subj=news&tag=2547-1_3-0-20]] le pratiche adottate dalla Mela per il controllo delle borse personali dei suoi dipendenti, obbligati a mettersi in fila anche per 30 minuti al giorno. Stando ai calcoli presentati al giudice californiano, Apple avrebbe sottratto un volume di tempo lavorativo (non pagato) per un valore di 1500 dollari all'anno.

Il produttore statunitense è stato dunque [accusato[http://www.iphoneincanada.ca/apple/apple-workers-file-lawsuit-over-lost-wages-due-to-bag-searches/]] di violazione del Fair Labor Standards Act oltre che delle singole leggi federali nello stato di New York e in quello della California. Non è però stato specificato il totale che la Mela dovrebbe versare come forma di risarcimento per il salario sottratto ai dipendenti. Nessun commento ufficiale da parte dell'azienda di Cupertino. (M.V.)

Notizie collegate
13 Commenti alla Notizia Apple, l'ira dei dipendenti perquisiti
Ordina
  • Prossima mossa di alcol coloscopia per tutti impiegati tutte le sere prima di tornare a casa,
    Per controllare che non fosse nascosto nulla all'interno del corpo.
    non+autenticato
  • Forse quei controlli li hanno fatti perché continuava a sparire roba.
    Forse si tratta di dipendenti che non hanno trovato nient'altro per rivalersi di un licenziamento che hanno considerato ingiusto.
    Fondamentalmente mi sembra una causa sul lavoro come ce ne sono miliardi in tutti i posti del mondo...
    Solo con quello che succede nell'azienda dove lavoro potrei scrivere 4 articoli al giorno, dov'è la notizia di interesse informatico / internazionale?
  • > Forse si tratta di dipendenti che non hanno
    > trovato nient'altro per rivalersi di un
    > licenziamento che hanno considerato
    > ingiusto.
    > Fondamentalmente mi sembra una causa sul lavoro
    > come ce ne sono miliardi in tutti i posti del
    > mondo...
    >
    > Solo con quello che succede nell'azienda dove
    > lavoro potrei scrivere 4 articoli al giorno,
    > dov'è la notizia di interesse informatico /
    > internazionale?

    Non c'è, assolutamente. È gossip informatico. Annoiato
    Però il mondo delle notizie, soprattutto da che esiste il web, funziona così: un cane che morde un uomo non va in prima pagina, un cane che morde un assessore sì:
    http://mattinopadova.gelocal.it/cronaca/2013/07/09...
    Detto in altre parole, la notizia è il marchio Apple. Non ha alcuna importanza che cosa si muova attorno, i clic li attira, oh, se li attira.
    non+autenticato
  • - Scritto da: saverio_ve
    > Forse quei controlli li hanno fatti perché
    > continuava a sparire
    > roba.
    > Forse si tratta di dipendenti che non hanno
    > trovato nient'altro per rivalersi di un
    > licenziamento che hanno considerato
    > ingiusto.
    > Fondamentalmente mi sembra una causa sul lavoro
    > come ce ne sono miliardi in tutti i posti del
    > mondo...
    >
    > Solo con quello che succede nell'azienda dove
    > lavoro potrei scrivere 4 articoli al giorno,
    > dov'è la notizia di interesse informatico /
    > internazionale?
    Eh beh, se non ha il diritto di fare tutto quel che vuole che padrone e' ?

    Dalla class action:

    "These practices include requiring Apple Hourly Employees to wait in line and undergo two off-the-clock security bags searches and clearance checks when they leave for their meal breaks and after they have clocked out at the end of their shifts.

    These "personal package and bag searches" are done for the sole benefit of Apple; are a uniform practice and policy in all Apple retail stores nationwide; and are not imposed on Apple's customers"

    Traduzione e sintesi: tutti i dipendenti (e SOLO i dipendenti, non i clienti) devono farsi obbligatoriamente perquisire all'uscita per la pausa pranzo e al termine del turno (rigorosamente DOPO aver timbrato); il tempo perso non viene ovviamente compensato in alcun modo.

    Pensiero del giorno: si tosano le pecore, non le tigri.
    Chissa' come mai.
    non+autenticato
  • Il fatto che siano i dipendenti e non i clienti ad essere perquisiti è evidente! I sistemi per tutelarsi dai furti dei clienti esistono e sono di natura diversa.
    Forse non tutti sanno che gli operai arrivano 10 min prima per cambiarsi e mettersi la tuta e alla fine del turno si fanno la doccia ed escono 20 min dopo...
    Fa parte dei contratti, quando li hanno assunti c'era sicuramente sul contratto questa cosa della perquisizione.
    Se hanno detto "fino a 30min" vuol dire che sono 20, considerando che 20min li aspetta solo l'ultimo... vuol dire che in media sono 10min.
    Se vogliono fare una guerra per 10 min... attenzione che poi gli mettono il timer in bagno!

    Comunque sia tutto questo è materia di un giudice del lavoro, il fatto che il negozio si chiami Apple store invece che Esselunga (dove ad esempio esistono regole molto più inquietanti...) ne fa davvero una notizia di interesse informatico?
  • - Scritto da: saverio_ve
    > Il fatto che siano i dipendenti e non i clienti
    > ad essere perquisiti è evidente! I sistemi per
    > tutelarsi dai furti dei clienti esistono e sono
    > di natura
    > diversa.
    > Forse non tutti sanno che gli operai arrivano 10
    > min prima per cambiarsi e mettersi la tuta e alla
    > fine del turno si fanno la doccia ed escono 20
    > min
    > dopo...
    > Fa parte dei contratti, quando li hanno assunti
    > c'era sicuramente sul contratto questa cosa della
    > perquisizione.

    Again: il fatto che sia su un contratto non rende qualcosa automaticamente giusto e/o etico.
    A me un'azienda che non si fida nemmeno dei suoi dipendenti e impone perquise giornaliere fa abbastanza schifo....

    > Se hanno detto "fino a 30min" vuol dire che sono
    > 20, considerando che 20min li aspetta solo
    > l'ultimo... vuol dire che in media sono
    > 10min.
    > Se vogliono fare una guerra per 10 min...
    > attenzione che poi gli mettono il timer in
    > bagno!
    >

    Come detto sopra: si tosano le pecore, non le tigri.

    > Comunque sia tutto questo è materia di un giudice
    > del lavoro, il fatto che il negozio si chiami
    > Apple store invece che Esselunga (dove ad esempio
    > esistono regole molto più inquietanti...) ne fa
    > davvero una notizia di interesse
    > informatico?

    In effetti Apple con l'informatica non c'entra un accidente.....
    non+autenticato
  • - Scritto da: saverio_ve
    > Il fatto che siano i dipendenti e non i clienti
    > ad essere perquisiti è evidente! I sistemi per
    > tutelarsi dai furti dei clienti esistono e sono
    > di natura
    > diversa.
    > Forse non tutti sanno che gli operai arrivano 10
    > min prima per cambiarsi e mettersi la tuta e alla
    > fine del turno si fanno la doccia ed escono 20
    > min
    > dopo...
    > Fa parte dei contratti, quando li hanno assunti
    > c'era sicuramente sul contratto questa cosa della
    > perquisizione.
    > Se hanno detto "fino a 30min" vuol dire che sono
    > 20, considerando che 20min li aspetta solo
    > l'ultimo... vuol dire che in media sono
    > 10min.
    > Se vogliono fare una guerra per 10 min...
    > attenzione che poi gli mettono il timer in
    > bagno!
    >
    > Comunque sia tutto questo è materia di un giudice
    > del lavoro, il fatto che il negozio si chiami
    > Apple store invece che Esselunga (dove ad esempio
    > esistono regole molto più inquietanti...) ne fa
    > davvero una notizia di interesse
    > informatico?

    non c'è niente da fare, siete servi. Servi nel corpo e nello spirito.
    Qualunque vessazione, l'accettate passivamente, e la giustificate.
    Tanto, c'è di peggio al mondo... c'è sempre qualche povero schiavo in qualche Paese del terzo mondo che potete tirare in ballo per giustificare qualunque violazione dei vostri diritti di lavoratori.
    Però non accettiamo che simili porcherie per colpa vostra vengano imposte a tutti anche da noi. Andate voi a lavorare in Thailandia, piuttosto...
    Funz
    12943
  • Mi dispiace... pensavo si potesse fare una discussione di buon senso. Invece bisogna sempre ridurre tutto ad una guerra di fanboy.
    Io non faccio parte di questo e quindi mi ritiro.

    Buon proseguimento.
  • - Scritto da: saverio_ve
    > Mi dispiace... pensavo si potesse fare una
    > discussione di buon senso. Invece bisogna sempre
    > ridurre tutto ad una guerra di
    > fanboy.

    il tuo non è buonsenso, è servile acquiescenza.

    > Io non faccio parte di questo e quindi mi ritiro.
    >
    > Buon proseguimento.

    addio
    Funz
    12943
  • - Scritto da: saverio_ve
    > Forse quei controlli li hanno fatti perché
    > continuava a sparire
    > roba.
    > Forse si tratta di dipendenti che non hanno
    > trovato nient'altro per rivalersi di un
    > licenziamento che hanno considerato
    > ingiusto.
    > Fondamentalmente mi sembra una causa sul lavoro
    > come ce ne sono miliardi in tutti i posti del
    > mondo...
    >
    > Solo con quello che succede nell'azienda dove
    > lavoro potrei scrivere 4 articoli al giorno,
    > dov'è la notizia di interesse informatico /
    > internazionale?

    Ma fare perquisizioni non risolve il problema. Pensi che un dipendente se sa
    che verrà perquisito si metta la roba nella borsa?
    Sarebbe più utile nascondere delle telecamere e beccarli con le mani nel sacco.
  • della selezione del personale? Allora dove sta tutta questa professionalità quando il primo a dubitare delle persone è il proprio datore di lavoro. BBene bbene .. bell'ambientino gli Apple Store!A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > della selezione del personale? Allora dove sta
    > tutta questa professionalità quando il primo a
    > dubitare delle persone è il proprio datore di
    > lavoro. BBene bbene .. bell'ambientino gli Apple
    > Store!
    >A bocca aperta
    Direi altamente rappresentativo della nazione in cui si trovano....
    Sono proprio curioso di vedere entro quando questa cultura del sospetto 24/7 verso tutto e tutti produrra' danni irreparabili
    non+autenticato
  • Sono proprio degli invasati alla Apple....
    non+autenticato