Alfonso Maruccia

Windows RT, il patema di Asus

Uno dei maggiori produttori di PC al mondo esprime ancora una volta i propri dubbi sulla versione ARM di Windows 8, una piattaforma che ha sin qui avuto performance economiche poco soddisfacenti

Roma - Dopo i 900 milioni di dollari di perdite e l'insoddisfazione di Steve Ballmer causati dal fallimentare debutto sul mercato di Surface RT, un nuovo affondo alla versione di Windows 8 pensata per girare sui processori ARM (Windows RT, appunto) arriva dal presidente di Asus Jonney Shih.

Shih alla presentazione di Vivotab

Parlando con AllThingsD, Shih commenta la risposta del mercato ai dispositivi Windows RT come "non molto promettente": il manager prende in considerazione sia il dispositivo VivoTab RT commercializzato dalla sua azienda che il Surface RT di Microsoft e, anche se non esclude in maniera categorica la produzione di nuovi gadget RT in futuro, chiarisce che le energie di Asus sono tutte concentrate sulle macchine Windows basate su processori Intel (x86).

Shih è impietoso nel sottolineare gli errori fatti da Microsoft con l'intera operazione Windows 8, rimarcando come una delle applicazioni più popolari per l'OS a piastrelle sia un software pensato per ripristinare il tasto Start classico, la cui rimozione ha scatenato - e continua ad alimentare - tanto clamore e polemiche.
Stando ai numeri forniti da IDC, il numero di dispositivi Windows RT (inclusi Surface RT e i prodotti degli OEM) venduti nel primo trimestre del 2013 è di appena 200mila unità. Una ulteriore conferma dei risultati dell'operazione "RT" arriva infine dal rapporto completo consegnato da Microsoft alla SEC (Securities and Exchange Commission) statunitense sulle performance finanziarie dell'anno fiscale chiusosi lo scorso 30 giugno.

Sepolti nella marea di numeri e fatti messi assieme dai contabili di Redmond, il rapporto indica i ricavi totali sin qui incamerati dalla corporation con la vendita dell'intera linea Surface (Surface RT e Surface Pro con Windows 8 per CPU x86) vale a dire 853 milioni di dollari. Dopo oltre un anno dalla commercializzazione, stima GeekWire, la linea Surface ha venduto al massimo 1,7 milioni di unità incamerando guadagni inferiori ai 900 milioni di dollari di perdite comunicati agli azionisti. Microsoft, dice ancora il rapporto per la SEC, ha speso molto più denaro per pubblicizzare Windows 8 e Surface (1 miliardo di dollari e un incremento del 34 per cento anno su anno) di quanto la linea Surface abbia fruttato in guadagni.

Alfonso Maruccia

fonte immagine
Notizie collegate
  • BusinessMicrosoft, i conti soffrono di Surface RTRedmond continua a macinare profitti ma č costretta a fare i conti con la crisi del mercato PC e il rigetto del tablet-convertibile ARM Surface RT da parte del mercato. Nessun aggiornamento sul numero di licenze di Windows 8 vendute
  • BusinessMicrosoft e la spina nel fianco di Surface RTSteve Ballmer ammette lo scarso successo del tablet-convertibile ARM. E non č neppure soddisfatto delle performance di Windows. Prossimamente: Surface 2 e Windows 8.1 per il rilancio
62 Commenti alla Notizia Windows RT, il patema di Asus
Ordina
  • Sapete quando avete un amico sfigato, di quelli imbarazzanti che vi fa fare figure barbine, che vi fa scappare tutte le ragazze che riuscite a rimorchiare.
    Che veste male, che qualche volta puzza anche...

    Ecco questo è Windows 8 per Nokia... E se non lo scarica subito, andrà sempre in bianco...
    iRoby
    6904
  • come da oggetto

    vi ricordo che su macchine Win8 + ARM il SecureBoot (leggasi: RestrictedBoot) NON può essere "scavalcato" in alcun modo (salvo avere le chiavi di cifratura, ma dubito che microfott ve le dia)

    per cui: al ROGO Win8 + ARM
    non+autenticato
  • Peccato io lo avrei comprato solo se fossi riuscito a piallare quella merda di Win RT e a metterci dentro Android o Ubuntu touch.
    iRoby
    6904
  • MA un Sistema Operativo che cosa? Guarda che il mio softwarista con 15,49Euro (trentamila lire) lo fa meglio. vah, non ha nemmeno il pulsante start!
    non+autenticato
  • grazie per il tuo commento.

    E' un faro di luce e di cultura nel buoi di questa discussione!
    non+autenticato
  • "Shih è impietoso nel sottolineare gli errori fatti da Microsoft con l'intera operazione Windows 8, rimarcando come una delle applicazioni più popolari per l'OS a piastrelle sia un software pensato per ripristinare il tasto Start classico, la cui rimozione ha scatenato - e continua ad alimentare - tanto clamore e polemiche."

    Come dargli torto ....

    Win 8 e Surface sono sati dei flop,il primo se la salva ancora perchè è preinstallto sui pc e solo per questo motivo.
    non+autenticato
  • Tra l'altro con securboot, pensano d'impedire di sradicare tale cancro.
    Con win 8, microsoft a fatto GRAVI ERRORI, difesa solo dai fanboy e dagli sprovveduti.
  • il problema grosso è che adesso svende le sue patacche agli studenti italiani, tramite gli istituti scolastici prezzolati che abbiamo, garantendosi lobotomici utenti per altri 50 anni.. era meglio se non floppava..
    non+autenticato
  • e la nazione ne pagherà le conseguenze

    per fortuna esistono Paesi ( l'Inghilterra ad esempio ) dove ci sono ministri dell'istruzione pubblica che varano programmi d'informatizzazione ( insegnare a programmare, mica ad usare word ) nella scuola
    non+autenticato
  • è vero, in un mercato concorrenziale hanno dimostrare di essere totalmente incapaci

    si può dire peste e corna di apple, ma di certo sa come farsi spazio, idem per google, samsung, ecc...

    ma ms non ha la più pallida idea di come si faccia impresa in un contesto non monopolistico
    non+autenticato
  • Io penso che l'errore di fondo di Microsoft sia quello di non considerare x niente il mondo open source. Guardate le aziende che attualmente tirano...apple...ha costruito il suo ecosistema sopra a unix,android...e' costruito sopra a linux...ms continua a pensare di poter fatturare come sempre ma basandosi solo sul software proprietario. Vorrei infine dire cosa penso di Apple. Penso che goda ancora delle trovate di Jobs,ma quando il tempo passera' in modo inesorabile dovranno trovare altri validi paradigmi di vendita. Non potranno andare avanti all'infinito con la linea ipad e iphone. Anche loro dovranno aprirsi di piu' verso il mondo open source,oppure i loro ricavi si assottiglieranno. IoS e' un sistema operativo chiuso che non alletta gli sviluppatori. Senza smanettoni che lavorano sotto banco non c'e' innovazione profonda. Gli ultimi sviluppi nel mondo degli smartphone vedono il proliferare di sistemi operativi open source : firefox os,ubuntu os,tizen.... Chi rimane indietro vedra' calare i suoi profitti nel giro di un paio d'anni.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 01 agosto 2013 08.32
    -----------------------------------------------------------
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 01 agosto 2013 08.33
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: marietto2008
    > Io penso che l'errore di fondo di Microsoft sia
    > quello di non considerare x niente il mondo open
    > source. Guardate le aziende che attualmente
    > tirano...apple...ha costruito il suo ecosistema
    > sopra a unix,android...e' costruito sopra a
    > linux...ms continua a pensare di poter fatturare
    > come sempre ma basandosi solo sul software
    > proprietario.

    Visto che il successo di Linux desktop è zero (o vuoi che diciamo 1% di utilizzo dopo un decennio?) e Microsoft vanta un quarto di secolo di quote di utilizzo di Windows intorno al 90% possiamo concludere che il fatto che un sistema sia open o closed è irrilevante ai fini del successo.

    > Vorrei infine dire cosa penso di
    > Apple. Penso che goda ancora delle trovate di
    > Jobs,ma quando il tempo passera' in modo
    > inesorabile dovranno trovare altri validi
    > paradigmi di vendita.

    Probabile, ma gli attuali paradigmi di vendita fanno scuola agli studenti di economia e alle aziende tutte.

    > Non potranno andare avanti
    > all'infinito con la linea ipad e iphone.

    All'infinito no, ma per i prossimi 25 anni si.

    > Anche
    > loro dovranno aprirsi di piu' verso il mondo open
    > source,

    Loro si sono già rivolti al mondo open source, come tu stesso hai scritto poco sopra, accettando il sistema operativo portato da Jobs nel '96 e sviluppandolo.

    > oppure i loro ricavi si assottiglieranno.
    > IoS e' un sistema operativo chiuso che non
    > alletta gli sviluppatori.

    Invece li alletta eccome, più di ogni altra piattaforma mai esistita sulla faccia della terra. E i motivi sono parecchi: assenza di frammentazione e supporto totale della vendita dei loro prodotti su scala internazionale, per menzionare i più importanti. E i risultati testimoniano quanto detto.

    > Senza smanettoni che
    > lavorano sotto banco non c'e' innovazione
    > profonda.

    iOS, Mac OS non sono nati dagli smanettoni. E nemmeno Android.

    > Gli ultimi sviluppi nel mondo degli
    > smartphone vedono il proliferare di sistemi
    > operativi open source : firefox os,ubuntu
    > os,tizen....

    Nessuno di questi è in vendita nei negozi, la loro quota è zero.

    > Chi rimane indietro vedra' calare i
    > suoi profitti nel giro di un paio
    > d'anni.

    Indietro sono rimasti tutti eccetto Apple e Samsung, che hanno oggi il 103% degli utili derivanti dal mondo mobile (supera il 100% in quanto la concorrenza è addirittura in perdita).
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > Visto che il successo di Linux desktop è zero (o
    > vuoi che diciamo 1% di utilizzo dopo un
    > decennio?)

    La stessa cosa di Apple,solo che la paghi profumatamente per essere dietro a tutti,veramente genialeA bocca aperta

    > e Microsoft vanta un quarto di secolo
    > di quote di utilizzo di Windows intorno al 90%
    > possiamo concludere che il fatto che un sistema
    > sia open o closed è irrilevante ai fini del
    > successo.

    Si basta vedere Vista,oppure era gratis ?

    > Probabile, ma gli attuali paradigmi di vendita
    > fanno scuola agli studenti di economia e alle
    > aziende
    > tutte.

    Ancora con questa identificazione con la mela ?A bocca aperta

    > All'infinito no, ma per i prossimi 25 anni si.

    :DA bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta

    > Loro si sono già rivolti al mondo open source,
    > come tu stesso hai scritto poco sopra, accettando
    > il sistema operativo portato da Jobs nel '96 e
    > sviluppandolo.

    Quale sistema operativo ?A bocca aperta

    > Invece li alletta eccome, più di ogni altra
    > piattaforma mai esistita sulla faccia della
    > terra.

    Stime Ruppolo Group

    > E i motivi sono parecchi: assenza di
    > frammentazione

    Un solo modello,non 50 ...problema dei newbie poi

    > e supporto totale della vendita
    > dei loro prodotti su scala internazionale

    si come l'anno di garanzia extra pagatoA bocca apertaA bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta
    La stessa società che non riesce a fare un firmware esente da bug per un solo dispositivo,ma per favore va...

    > per menzionare i più importanti. E i risultati
    > testimoniano quanto
    > detto.

    Risultati ifuffa....

    > iOS, Mac OS non sono nati dagli smanettoni.

    Infatti basta vedere la loro "filosofia" per newbie per scartarli a priori....

    > E
    > nemmeno
    > Android.

    Con Android gira un mondo di modifiche che tu neanche ti sogni

    > Nessuno di questi è in vendita nei negozi, la
    > loro quota è
    > zero.

    Solo perchè non sono in commercioSorride

    > Indietro sono rimasti tutti eccetto Apple e
    > Samsung,

    Mi stupisci, comunque è errato.Indietro c'è apple e si vede sibito.
    Tutti gli altri sono sullo stesso piano di Samsung (a parte il numero di vendite,che da solo non ha molto dignificato)

    > che hanno oggi il 103% degli utili
    > derivanti dal mondo mobile (supera il 100% in
    > quanto la concorrenza è addirittura in
    > perdita).

    Cosa gliene dovrebbe fregare all'utente finale di questo ?
    Ti ricordo che un cliente sceglie un prodotto perchè gli piace è perchè soddisfa le sue esigenze,mica controla la borsa prima dell'acquisto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype

    > Quale sistema operativo ?A bocca aperta

    Indovina qual'è? Ti do un indizio: è quello su cui è nato il web nel lontano 1990 al CERN.
    FDG
    10893
  • - Scritto da: FDG
    > - Scritto da: Etype
    >
    > > Quale sistema operativo ?A bocca aperta
    >
    > Indovina qual'è? Ti do un indizio: è quello su
    > cui è nato il web nel lontano 1990 al
    > CERN.

    Ti posso dire che Apple non c'entra un fico secco,non ha creato un OS da zero,punto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype

    > Ti posso dire che Apple non c'entra un fico
    > secco,non ha creato un OS da
    > zero,punto.

    E chi l'ha detto? Ti ho solo chiesto di indovinare quale fosse il sistema operativo. Adesso usa google...
    FDG
    10893
  • - Scritto da: FDG

    > E chi l'ha detto? Ti ho solo chiesto di
    > indovinare quale fosse il sistema operativo.
    > Adesso usa
    > google...

    Il non Os ....
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo

    > possiamo concludere che il fatto che un sistema
    > sia open o closed è irrilevante ai fini del
    > successo.
    >

    ma se è closed lo sviluppo va a rilento

    in questi casi o hai una nicchia in cui puoi sguazzare ( apple ) oppure soccombi

    il 90% di windows sui pc è dovuto al preinstallato, ad accordi capestri con gli oem, ad una posizione acquisita nei decenni passati e su cui campano di rendita

    inoltre, il fatto che stiano arrivando soluzioni android x86 pure su pc, non ti suggerisce nulla? evidentemente linux sta diventando appetibile pure per quelli che storicamente l'hanno snobbato

    >
    > > Non potranno andare avanti
    > > all'infinito con la linea ipad e iphone.
    >
    > All'infinito no, ma per i prossimi 25 anni si.
    >

    25? credi che siamo nel 1970?


    > Invece li alletta eccome, più di ogni altra
    > piattaforma mai esistita sulla faccia della
    > terra. E i motivi sono parecchi: assenza di

    e android non lo caga nessuno vero?

    > frammentazione e supporto totale della vendita
    > dei loro prodotti su scala internazionale, per

    non diciamo eresie

    è un tema stratrattato e la conclusione è che la frammentazione non ha fermato minimamente l'avanzata di android e l'interesse degli sviluppatori

    > menzionare i più importanti. E i risultati
    > testimoniano quanto
    > detto.
    >

    i risultati testimoniano che il modello open vince

    > iOS, Mac OS non sono nati dagli smanettoni. E
    > nemmeno
    > Android.

    quindi il fatto che i primi abbiano depredato mach e freebsd e il secondo sia una distro linux senza gnu, non implica essere nato dagli smanettoni?



    > Nessuno di questi è in vendita nei negozi, la
    > loro quota è
    > zero.
    >

    non sarà magari che sono stati lanciati da pochissimo ( e altri nemmeno sono stati ancora lanciati )?
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione

    > ma se è closed lo sviluppo va a rilento

    Ma anche no; ma anche è vero che un softare open non necessariamente si evolve rapidamente.

    Servono tanti "se" e "ma", quelle condizioni che chi lavora sul software conosce.
    FDG
    10893