Ergastolo per una killer palestinese

Aveva attirato la sua giovane vittima, un ragazzo israeliano di 16 anni, nei fumi di un amore portato avanti via chat. La prima volta che si sono visti lo ha fatto uccidere

Roma - Si dice orgogliosa di quanto ha fatto Amne Muna, 24enne giornalista freelance palestinese, considerata la mente dell'omicidio di un ragazzo israeliano avvenuto a gennaio 2001. Un evento dovuto ad una intensa relazione telematica tra i due.

Stando a quanto ricostruito da un tribunale israeliano che ha giudicato Muna, arrestata dai soldati israeliani, la giornalista avrebbe dato il via ad un rapporto via internet con il 16enne Ophir Rakhum, un ragazzo la cui ingenuità gli ha fatto credere che la persona che digitava le sue parole da una tastiera palestinese gli fosse amica o, forse, qualcosa di più.

Qualche settimana dopo la prima chattata, Mune ha dato un appuntamento a Ophir, a gennaio 2001 appunto, riuscendo a carpire la fiducia del ragazzo. Dopo averlo caricato in macchina a Gerusalemme, Mune ha condotto il giovane nella West Bank dove due complici hanno intimato a Ophir di scendere dalla macchina. Al rifiuto di questi, i due hanno fatto fuoco.
Il tribunale israeliano ha condannato Mune al carcere a vita. Lei ha dichiarato di aver agito "per il bene dei palestinesi" e come ritorsione per l'uccisione di giovani palestinesi da parte delle truppe israeliane.
TAG: mondo
58 Commenti alla Notizia Ergastolo per una killer palestinese
Ordina
  • E' molto bello riempirsi la bocca di frasi scontate...
    Chi cavolo siete voi per giudicare?
    Nella nostra realtà di italiani medi viviamo nel nostro mondo cotonato avvolti nella bamagia.
    Come potete anche solo pensare di immedesimarvi in un palestinese o di un israeliano per decidere se le sue azioni sono giuste o sbagliate nella SUA realtà?
    Con questo non giustifico l'omicidio, ma quando nasci nella miseria, e quel poco che hai ti viene tolto (ingiustamente?) , le uniche cose che ti rimangono sono una stremante disperazione unita a un senso di impotenza che si trasforma in rabbia.
    Se fossi un padre di famiglia a cui ti vengono uccisi i figli e stuprate e uccise moglie e figlie, dopo che ti hanno spianato la casa con le ruspe, mi chiedo: come ti sentiresti?
    E se un ragazzo sano e forte seduto di fronte ad un computer da 1000? in un salotto di un appartamento caldo e pulito in una città sicrura, che si fa problemi perchè ha un pò di pancetta e il capo non gli concede l'aumentio ti viene a dire che secondo lui quello che hai fatto è sbagliato DIMMI, cosa gli diresti?

    Caro ragazzo sano e forte, continua pure a fare commenti basandoti su quello che la scatola magica (la tv) ti propina spacciandolo per verità, continua pure a farti condizionare.

    Forse era meglio quando non c'era la libertà di stampa.
    Almeno sapevi benissimo che quello che leggevi era distorto, e se volevi l'informazione te la andavi a crecare!

    Ricordate la differenza tra INFORMARSI e FARSI INFORMARE

    Umberto
    non+autenticato
  • - cominciamo col nucleo
    indovinate perche gli usa premono coi persiani (sono sicuro che nella vostra superiorita sapete di chi parlo) per rinunciare allo svillupo di certi armamenti ?????
    perche cosi israele non sarebbe piu l'unica potenza della regione a possedere quel tipo di armamenti
    inoltre oltre i persiani pure turchia, i sauditi, i faraoni, asiri si sentirebbero in diritto pure loro di avere quei armamenti
    immaginate il caos quindi

    - muro
    in pratica delineano il loro prossimo territorio tenendosi un po di terre non proprie quindi
    ovviamente chi ci abita e gentilmente invitato a lasciare o rinuncia quindi

    - occupazioni
    in pratica occupano tantissimi territori sia militarmente che in ogni aspetto
    per convenzioni internazionali devono gestire il territorio fornendo le condizioni di vita per gli occupati
    ovviamente funziona ad umore dei capi quindi

    - arroganza
    ereditata dai cugini, appena dici qualcosa di politically scorrect s'innervosiscono pure se dati seri

    ricordiamo il sondaggio europeo oppure il rapporto di un osservatore onu SFIZZERO che li critica chiedendo l'eliminazione di quel rapporto

    per chi capisce il francese, perche in inglese pochi link

    Jean Ziegler israel rapport (francese)
    Jean Ziegler israel report (inglese)
    non+autenticato
  • questi sono solo alcuni punti poco pubblicizati niente d+
    conosco molti ebrei, sono amico, quindi non accusate me di chissa cosa
    non+autenticato
  • E' veramente schifoso fare atti del genere senza onore senza coraggio come dei cani assassini, una donna che non ha coraggio, e il bello che si giustifica dicendo che lo ha fatto per il bene dei palestinesi, sono episodi che fanno solo vergogna anche se comprendo le ragioni dei palestinesi, i due popoli disseminano fra di loro odio a vicenda, e con persone come queste ci riescono benissimo.
    Penso che questa donna sia una persona veramente povera, ha ammazzato un povero cristo solo perchè ha avuto la sfiga di nascere dall'altra parte... Bel coraggio poi con il genere di invito... donna disgraziata senza idee solo piena di odio, possiamo comprendere ma giustificare mai, l'ergastolo è una pena abbastanza lunga per pensare e forse capire, ma ha troppo odio dentro di se, e forse non gli servirà a nulla.
    non+autenticato
  • già la cosa più triste è proprio pensare che non ci siano più speranze...
    non+autenticato
  • Il terrorismo contro la popolazione civile scredita ogni giusta causa.

    non+autenticato
  • Ma è proprio la popolazione civile di Israele, che pur individuando nei coloni israeliani la causa principale della situazione non fà niente per sbatterli fuori dai territori dei palestinesi (assegnati loro dall'ONU).
    Anzi, per come è nata Israele, la restante popolazione pur in disaccordo con i coloni, li appoggia nella loro campagna di furto del territorio.
    Devono andarsene da quei territori; non serve trattare con nessuno: Israele (o meglio una parte della sua popolazione) occupa indebitamente una porzione di territorio non suo, su cui è prevista la formazione di un'altro stato indipendente.
    Immagginarsi se oggi alcune migliaia di italiani occupassero una porzione del territorio francese e volessero che facesse parte dell'Italia. Dovremmo trattare???? Ma non ci sarebbe niente da trattare: o sloggiano con le buone o verranno sloggiati con le cattive!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)