La retinite si cura navigando

Un esperimento per la risoluzione di alcune patologie della vista è stato condotto su un campione di 16 pazienti, tutti uniti virtualmente dalla rete. Con test online e risultati importanti

Web - Con alcuni esami delle capacità visive condotti via internet, la American Optometric Association ha annunciato di aver compiuto per la prima volta un test di ricerca medica sfruttando le possibilità offerte dalla rete. Sono stati infatti "riuniti" in un "campione virtuale" 16 soggetti affetti da svariate forme di retinite e residenti in diverse località degli Stati Uniti.

I riceratori hanno chiesto ai pazienti, tra le altre cose, di compiere degli "esperimenti" collegandosi a certe pagine online. Per esempio i pazienti hanno dovuto valutare la propria capacità di mettere a fuoco certe figure, di distinguere forme e colori e via dicendo. Il tutto in un "percorso" di sperimentazione che ha compreso anche l'assunzione di determinati farmaci. I test si sono protratti per alcune settimane.

Lo studio, pubblicato dal periodico scientifico dell'associazione, viene ritenuto importante per la determinazione di una cura o comunque di un metodo per migliorare la qualità della vita di chi soffre di malattie derivanti dalla degenerazione della retina.
Si tratta di patologie che, a sentire l'associazione, colpiscono decine di migliaia di americani ogni anno e per le quali non si ha, al momento, una cura risolutiva.
TAG: mondo