Mauro Vecchio

BSA, il nuovo corso della zarina

Il coordinator del copyright voluto da Obama passerÓ alla guida della associazione antipirateria che si batte contro la distribuzione illecita del software

Roma - Voluta dall'Amministrazione Obama nel ruolo di intellectual property enforcement coordinator, la zarina del copyright Victoria Espinel passerà alla guida di una tra le associazioni più potenti nell'industria tecnologica globale. Diventerà infatti nuovo presidente e CEO di BSA - The Software Alliance a partire dal prossimo 3 settembre.

Da Oracle a Microsoft, i principali produttori di software sul mercato globale sono rappresentati da BSA in una pressante attività di lobbying al Congresso. Alla zarina del diritto d'autore toccherà il delicato compito di intraprendere nuove strategie anti-pirateria per limitare il fenomeno della distribuzione di programmi illeciti da Internet al mercato nero.

Dalla chiusura in massa dei domini pirata al contestato meccanismo dei six strikes - gli allarmi del copyright modellati sui principi della Dottrina Sarkozy - il lavoro di Espinel è stato apprezzato dalle major discografiche e dalle potenti case di produzione cinematografica di Hollywood. Il presidente statunitense è ancora alla ricerca del prossimo coordinator della proprietà intellettuale. (M.V.)
Notizie collegate
3 Commenti alla Notizia BSA, il nuovo corso della zarina
Ordina
  • niente di strano... il parlamento Usa e' pieno di lobbysti MPAA RIAA e BSA, che fanno FINTA di essere espressione dei cittadini, per coltivare gli interessi dei portafogli di hollywood.
    Quindi e' normale (alla faccia delle minkiate che diceva Legu) che usciti da incarichi governativi finiscano alla BSA & cugini (dove magari lavoravano anche prima di diventare governativiCon la lingua fuori)
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > niente di strano... il parlamento Usa e' pieno di
    > lobbysti MPAA RIAA e BSA, che fanno FINTA di
    > essere espressione dei cittadini, per coltivare
    > gli interessi dei portafogli di
    > hollywood.

    Non BSA. Che c'azzecca con Hollywood?

    > Quindi e' normale (alla faccia delle minkiate che
    > diceva Legu) che usciti da incarichi governativi
    > finiscano alla BSA & cugini (dove magari
    > lavoravano anche prima di diventare governativi
    >Con la lingua fuori)

    Mi risulta che BSA sia un'associazione privata, a meno che tu non ti stia confondendo con un'altra BSA: http://it.wikipedia.org/wiki/Boy_Scouts_of_America
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Non BSA. Che c'azzecca con Hollywood?

    Il principio è il medesimo: RIAA è una associazione di produttori musicali, MPAA di produttori cinematografici, BSA di produttori di software proprietario commerciale; tutte e 3 rappresentano gli interessi di categoria (o dicono di rappresentarla).

    Trovo disdicevole che chi rappresenta un organo istituzionale (di consultazione, di garanzia o con poteri di intervento in un settore) si metta, senza neanche aspettare qualche mese, alle dipendenze di un'azienda o associazione di aziende che ha interessi economici nel settore: ammetterai che è spudorata!
    non+autenticato