E-home, la casa Sharp è Linux

L'azienda pone il Pinguino nel salotto della casa digitale con il nuovo home entertainment server, dispositivo concepito come alternativa ai PC media center e capace di gestire audio, video, TV e connessioni wireless

Sunnyvale (USA) - Dopo averlo adottato sulla propria linea di PDA Zaurus, Sharp sceglie Linux anche per la sua nuova appliance domestica HG-01S "Galileo", un dispositivo descritto come un "home digital information server" capace di registrare programmi TV, archiviare e riprodurre contenuti multimediali, organizzare foto e condividere fra più dispositivi wireless l'accesso a Internet.

La versione di Linux adottata da Sharp è il sistema operativo embedded di MontaVista, lo stesso che equipaggia anche lo smartphone A760 di Motorola. Sharp afferma che Linux offre la flessibilità, le prestazioni, l'affidabilità e la sicurezza necessaria per equipaggiare un'appliance destinata a rappresentare il fulcro della casa digitale e della rete domestica.

L'HG-01S, che al momento Sharp commercializza solo in Giappone al prezzo di 850 dollari, può registrare i programmi TV in formato MPEG-4, scaricare le foto da svariati tipi di memorie flash o dispositivi e inserirle all'interno di album digitali accessibili anche via Web, fare da server per lo streaming di contenuti audio e video, condividere una connessione ad Internet a larga banda fra i vari dispositivi intelligenti della casa o far girare giochi Java da visualizzare sulla TV.
Il box Linux di Sharp supporta le reti Wi-Fi e può essere configurato come un access point a cui connettere altri dispositivi wireless. Sebbene sia un'appliance domestica, dentro all'HG-01S batte un cuore Linux capace di creare VPN (reti private virtuali) con crittografia dei dati a 128 bit, far girare un server Web o un file server e gestire più utenti contemporaneamente.
TAG: hw
8 Commenti alla Notizia E-home, la casa Sharp è Linux
Ordina