Mauro Vecchio

Cina, lo sporco lavoro del Melafonino

L'azienda di Cupertino è finita ancora una volta nel mirino degli attivisti di CLW. La fabbrica gestita dal fornitore Jabil Circuit in violazione delle leggi sul lavoro. In produzione, il nuovo iPhone low-cost

Roma - Nuova indagine sotto copertura dell'organizzazione newyorchese China Labor Watch (CLW), nella fabbrica cinese gestita nel centro di Wuxi da Jabil Circuit, società statunitense che opera nel settore della produzione di componenti elettronici, in particolare circuiteria per i vari produttori di apparecchi. Tra i clienti dell'azienda di St. Petersburg (Florida) c'è anche Apple, nuovamente invischiata nella presunta violazione delle leggi sul lavoro in terra asiatica.


Nella ricostruzione offerta dagli attivisti di CLW, il centro di Wuxi controllato da Jabil Circuit starebbe lavorando alle fasi di produzione e assemblaggio del nuovo modello low-cost di iPhone, probabilmente al centro del nuovo evento di Apple previsto per il prossimo 10 settembre. Il produttore della Florida non avrebbe mai pagato milioni di dollari in straordinari, mentre ai singoli lavoratori cinesi sarebbe stato imposto di rimanere in fabbrica per un totale di 100 ore supplementari al mese.

Si tratta di una media tre volte superiore ai limiti consentiti dalla legge locale, mentre le attività di assemblaggio dei vari modelli di dispositivi high-tech costringerebbero i lavoratori a stare in piedi per oltre 11 ore al giorno con una sola pausa di 30 minuti per il pranzo. I responsabili delle risorse umane di Jabil Circuit avrebbero inoltre adottato criteri fortemente discriminatori nelle selezioni del personale, ad esempio allontanando soggetti con tatuaggi o donne incinte.
In un comunicato diramato alla stampa, l'azienda di Cupertino ha ribadito i più stringenti controlli delle condizioni lavorative tra tutti i suoi fornitori, con decine di ispezioni nei centri gestiti da Jabil Circuit fin dal lontano 2008. I vertici della stessa azienda di St. Petersburg hanno assicurato che gli eventuali straordinari non ancora versati entreranno immediatamente nella lista delle priorità. Gli attivisti di CLW hanno comunque denunciato lo scarso livello di formazione e training per i dipendenti cinesi.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
36 Commenti alla Notizia Cina, lo sporco lavoro del Melafonino
Ordina
  • la soluzione è semplice, smettere di comprare oggetti prodotti in maniera non etica.
    ne va del futuro di tutti.
    perché il mondo del lavoro si adegua verso il basso e invece di esportare conquiste sindacali e contratti metalmeccanici ci stiamo adeguando a: "qualsiasi_contratto" pur di lavorare.
    Perché se si produce solo in Cina il resto del mondo non lavora e presto non ci saranno soldi nemmeno per comprare i prodotti cinesi.
    Perché comunque non è giusto utilizzare un prodotto nato dalla sofferenza degli schiavi, perché quei lavoratori questo sono.
  • > la soluzione è semplice, smettere di comprare
    > oggetti prodotti in maniera non
    > etica.

    Per te è una soluzione semplice. Nella realtà è una soluzione che non adotterà nessuno.
    Siccome c'è sempre un certo divario fra ciò che la gente dice e ciò che pensa, gli appelli al commercio etico ricevono grandi encomi e adesioni di principio... e poi ognuno compra ciò che costa di meno. Sorride


    > ne va del futuro di tutti.
    > perché il mondo del lavoro si adegua verso il
    > basso e invece di esportare conquiste sindacali e
    > contratti metalmeccanici ci stiamo adeguando a:
    > "qualsiasi_contratto" pur di
    > lavorare.

    Sul lungo periodo potrebbe anche essere vero. Le polemiche in atto ora su questo ora su quel produttore sorpresi ad appoggiarsi a fabbriche senza diritti sindacali non sono però mosse da questa preoccupazione, assolutamente no. Quando non si tratta di operazioni orchestrate dalla concorrenza (che spesso usa gli stessi metodi ma evidentemente non riesce a strappare prezzi così convenienti), si tratta di gruppi che cercano di riportare la manodopera non qualificata nei Paesi industrializzati. Di ricreare l'indotto delle fabbriche in casa propria. E, alla fine, di ricreare lo sfruttamento esistente in Cina in patria, ma questo non lo diranno mai.


    > Perché se si produce solo in Cina il resto del
    > mondo non lavora e presto non ci saranno soldi
    > nemmeno per comprare i prodotti
    > cinesi.

    Per ora il produttore di PC Lenovo è il primo al mondo, e ha prezzi interessanti, rispetto alla concorrenza. Non so in futuro.


    > Perché comunque non è giusto utilizzare un
    > prodotto nato dalla sofferenza degli schiavi,
    > perché quei lavoratori questo
    > sono.

    A parole dicono tutti che non è giusto, e che bisogna far qualcosa.
    Poi tutto torna come prima.Deluso
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franco Cerri
    > > la soluzione è semplice, smettere di comprare
    > > oggetti prodotti in maniera non
    > > etica.
    >
    > Per te è una soluzione semplice. Nella realtà è
    > una soluzione che non adotterà
    > nessuno.
    > Siccome c'è sempre un certo divario fra ciò che
    > la gente dice e ciò che pensa, gli appelli al
    > commercio etico ricevono grandi encomi e adesioni
    > di principio... e poi ognuno compra ciò che costa
    > di meno.
    > Sorride

    Se cosi' fosse, apple sarebbe fallita da un pezzo.
    Purtroppo c'e' buona parte di consumatori che invece di guardare il cartellino col prezzo, preferisce guardare l'adesivo con la mela.
  • > > > la soluzione è semplice, smettere di
    > comprare
    > > > oggetti prodotti in maniera non
    > > > etica.
    > >
    > > Per te è una soluzione semplice. Nella
    > realtà
    > è
    > > una soluzione che non adotterà
    > > nessuno.
    > > Siccome c'è sempre un certo divario fra ciò
    > che
    > > la gente dice e ciò che pensa, gli appelli al
    > > commercio etico ricevono grandi encomi e
    > adesioni
    > > di principio... e poi ognuno compra ciò che
    > costa
    > > di meno.
    > > Sorride

    > Se cosi' fosse, apple sarebbe fallita da un pezzo.

    Anche la BMW produce la serie 3 e 5 in Cina. E apparentemente non ne ha nessun bisogno. Poi, cercando di fare i conti in tasca, viene in mente che con i soldi risparmiati nella manodopera si possono fare tante campagne pubblicitarie in più, e anche operazioni meno confessabili...

    Il mercato del lusso esiste un po' in tutti gli articoli, dalle borsette alle montature per gli occhiali. Che percentuali di vendite sul totale mondiale dei telefonini (lasciamo perdere se smart-, feature- o cheapphone) ha l'iPhone? Se vuoi te lo calcolo.


    > Purtroppo c'e' buona parte di consumatori che
    > invece di guardare il cartellino col prezzo,
    > preferisce guardare l'adesivo con la
    > mela.

    Riformulo:
    Gli appelli al commercio etico ricevono grandi encomi e adesioni di principio... e poi ognuno compra ciò che fa più fico con gli amici. Sorride.

    Cambiando l'ordine dei fattori, il risultato non cambia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franco Cerri

    > Anche la BMW produce la serie 3 e 5 in Cina. E
    > apparentemente non ne ha nessun bisogno. Poi,
    > cercando di fare i conti in tasca, viene in mente
    > che con i soldi risparmiati nella manodopera si
    > possono fare tante campagne pubblicitarie in più,
    > e anche operazioni meno
    > confessabili...

    Il prezzo di una BMW non e' mica solo manodopera: ci sono anche i materiali.
    Il costo di manodopera di una BMW e di una panda e' praticamente identico (anzi, ho pure paura che un operaio fiat sindacalizzato costi pure di piu' e produca molto meno). La differenza la fanno i materiali e gli accessori.

    > Il mercato del lusso esiste un po' in tutti gli
    > articoli, dalle borsette alle montature per gli
    > occhiali. Che percentuali di vendite sul totale
    > mondiale dei telefonini (lasciamo perdere se
    > smart-, feature- o cheapphone) ha l'iPhone? Se
    > vuoi te lo calcolo.

    Oggi che esistono alternative a prezzo di mercato, la percentuale degli ifogn e' ben miserella.
    Lo comprano giusto quelli che guardano la griffe e hanno soldi da buttare.

    > > Purtroppo c'e' buona parte di consumatori che
    > > invece di guardare il cartellino col prezzo,
    > > preferisce guardare l'adesivo con la
    > > mela.
    >
    > Riformulo:
    > Gli appelli al commercio etico ricevono grandi
    > encomi e adesioni di principio... e poi ognuno
    > compra ciò che fa più fico con gli amici.
    > Sorride.

    Dipende dagli amici che uno ha.
    Nel mio giro, avere roba apple e' sinonimo di sfigato che non capisce niente di informatica.
    In compenso chi si autocostruisce uno smartphone basato su arduino e' considerato un tipo tosto assai.
  • - Scritto da: panda rossa

    > Dipende dagli amici che uno ha.
    > Nel mio giro, avere roba apple e' sinonimo di
    > sfigato che non capisce niente di
    > informatica.
    > In compenso chi si autocostruisce uno smartphone
    > basato su arduino e' considerato un tipo tosto
    > assai.

    E passate il venerdì sera a fare trivia su star trek? Rotola dal ridere

    ... scusa non ho resistito Imbarazzato
  • - Scritto da: saverio_ve
    > - Scritto da: panda rossa
    >
    > > Dipende dagli amici che uno ha.
    > > Nel mio giro, avere roba apple e' sinonimo di
    > > sfigato che non capisce niente di
    > > informatica.
    > > In compenso chi si autocostruisce uno
    > smartphone
    > > basato su arduino e' considerato un tipo
    > tosto
    > > assai.
    >
    > E passate il venerdì sera a fare trivia su star
    > trek?
    > Rotola dal ridere

    E se anche fosse?
    Tu devi solo partire dal presupposto che noi siamo i maghi e voi i babbani.
    Tutto il resto viene di conseguenza.
  • > Il prezzo di una BMW non e' mica solo manodopera:
    > ci sono anche i
    > materiali.
    > Il costo di manodopera di una BMW e di una panda
    > e' praticamente identico (anzi, ho pure paura che
    > un operaio fiat sindacalizzato costi pure di piu'
    > e produca molto meno). La differenza la fanno i
    > materiali e gli
    > accessori.

    E la tecnologia, che in genere è più avanzata in una BMW, ed essendo innovativa costa di più. Ma come mai hai preso proprio una Panda come termine di paragone? Occhiolino
    Non so quanto incida esattamente su un'automobile finita il costo della manodopera, ma non sarà mai basso in Italia, né in Germania, come in Cina.


    > Oggi che esistono alternative a prezzo di
    > mercato, la percentuale degli ifogn e' ben
    > miserella.

    Infatti. È al centro dei discorsi dei commentatori di PI per ragioni precise, ma le quote di mercato della Apple sul totale dei telefonini non sono affatto ragguardevoli.

    > Lo comprano giusto quelli che guardano la griffe
    > e hanno soldi da
    > buttare.

    Come per tutti gli oggetti di lusso.Deluso
    Una borsetta di Prada tiene meglio gli oggetti ivi contenuti che una borsetta qualsiasi? Un Rolex segna meglio le ore di un Laurens?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franco Cerri
    > E la tecnologia, che in genere è più avanzata in
    > una BMW, ed essendo innovativa costa di più. Ma
    > come mai hai preso proprio una Panda come termine
    > di paragone?
    > Occhiolino

    Perche' costa meno di una BMW e fa praticamente le stesse cose.

    > Non so quanto incida esattamente su un'automobile
    > finita il costo della manodopera, ma non sarà mai
    > basso in Italia, né in Germania, come in
    > Cina.

    La questione non e' se la mandopera sia piu bassa in cina che in italia.
    La questione e' se la manodopera per una BMW sia piu' alta o piu' bassa di quella per una panda a parita' di luogo dove viene assemblata.

    > > Oggi che esistono alternative a prezzo di
    > > mercato, la percentuale degli ifogn e' ben
    > > miserella.
    >
    > Infatti. È al centro dei discorsi dei
    > commentatori di PI per ragioni precise, ma le
    > quote di mercato della Apple sul totale dei
    > telefonini non sono affatto ragguardevoli.
    >
    >
    > > Lo comprano giusto quelli che guardano la
    > griffe
    > > e hanno soldi da
    > > buttare.
    >
    > Come per tutti gli oggetti di lusso.Deluso
    > Una borsetta di Prada tiene meglio gli oggetti
    > ivi contenuti che una borsetta qualsiasi? Un
    > Rolex segna meglio le ore di un
    > Laurens?

    Esatto.
    Il punto e' proprio questo.

    Le infinite discussioni che avvengono su questo forum cesserebbero di esistere se ruppolo & c. si convincessero e ammettessero una buona volta che chi compra apple lo fa solo per ostentazione del logo.
  • > > Non so quanto incida esattamente su
    > un'automobile
    > > finita il costo della manodopera, ma non
    > sarà
    > mai
    > > basso in Italia, né in Germania, come in
    > > Cina.
    >
    > La questione non e' se la mandopera sia piu bassa
    > in cina che in
    > italia.

    Lo è. Inutile addirittura cercare dati esatti.


    > La questione e' se la manodopera per una BMW sia
    > piu' alta o piu' bassa di quella per una panda a
    > parita' di luogo dove viene
    > assemblata.

    A naso direi che costa di più per il maggior numero di ore necessarie all'assemblaggio, non certo perché gli operai siano pagati di più. Ma non ho dati precisi.
    In ogni caso, questo confronto Fiat-BMW non mi interessa. Ho citato il caso della serie 3 e serie 5 della BMW per sottolineare che anche i marchi del lusso amano fabbricare in Cina. Il risparmio piace a tutti.
    non+autenticato
  • Apple, un'azienda sporca. Triste
    non+autenticato
  • Si chiama DELOCALIZZAZIONE e serve a far costare meno il lavoro e le materie prime, ma l'argomento è ben più ampio e coinvolge i governi di quei paesi che accettano questi stati di cose. Purtroppo finche il consumatore richiederà determinati prodotti, a costi contenuti, questo tipo di trattamento dei lavoratori, cinesi compresi, continuerà ad esserci.Saluti
    non+autenticato
  • > Si chiama DELOCALIZZAZIONE e serve a far costare
    > meno il lavoro e le materie prime,

    Quindi le materie prime all'ingrosso costano meno da una parte del mondo rispetto a un'altra.

    > ma l'argomento
    > è ben più ampio e coinvolge i governi di quei
    > paesi che accettano questi stati di cose.

    Questo stato di cose.

    > Purtroppo finche il consumatore

    Finché il consumatore.

    > richiederà
    > determinati prodotti, a costi contenuti, questo
    > tipo di trattamento dei lavoratori, cinesi
    > compresi, continuerà ad
    > esserci.Saluti

    Qui ci sono meno errori di prima; hai fatto un corso per direttissima?
    non+autenticato
  • Oltre a quanto già detto sopra vorrei farle notare che:
    - Scritto da: Insegnante severo

    > Quindi le materie prime all'ingrosso costano meno
    > da una parte del mondo rispetto a
    > un'altra.

    Si dice " in una parte del mondo" e " ad un'altra".
    (Che poi è ovviamente vero!)

    > Qui ci sono meno errori di prima; hai fatto un
    > corso per
    > direttissima?

    Il punto e virgola si usa alla fine di un elenco o per diramare periodi complessi. Qui era assolutamente il caso di usare una semplice virgola.

    Tuttavia io sono il primo a commettere molti errori di grammatica e ortografia, e questa non è la sede per discutere su chi è più bravo.

    La invito a leggere quanto scritto nell'altro thread ed a interrompere sul nascere questa sua forma di "trollaggio".
  • > Oltre a quanto già detto sopra vorrei farle
    > notare
    > che:
    > - Scritto da: Insegnante severo
    >
    > > Quindi le materie prime all'ingrosso costano
    > meno
    > > da una parte del mondo rispetto a
    > > un'altra.
    >
    > Si dice " in una parte del
    > mondo" e " ad
    > un'altra".
    > (Che poi è ovviamente vero!)

    Seconda correzione rifiutata. La D eufonica è una scelta stilistica assolutamente personale.
    Per la prima, si può discutere se non sia troppo improntata alla lingua parlata: "da quella parte del mondo" si usa, nel parlato informale, ed è equivalente a "in quella parte del mondo".


    > > Qui ci sono meno errori di prima; hai fatto
    > un
    > > corso per
    > > direttissima?
    >
    > Il punto e virgola si usa alla fine di un elenco
    > o per diramare periodi complessi.

    Rifiutata anche questa. Non so dove tu abbia preso queste regole sulla punteggiatura.

    > La invito a leggere quanto scritto nell'altro
    > thread ed a interrompere sul nascere questa sua
    > forma di
    > "trollaggio".

    Altrimenti ci arrabbiamo, sì. Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • la delocalizzazione non serve a far costare meno un prodotto ma ad aumentare i profitti, apple guadagnerebbe di meno facendo fare il prodotto in america ma i profitti si ridurrebbero, non significa che non guadagnerebbero ma semplicemente che si arricchirebbero di meno
    non+autenticato
  • Quindi adesso la colpa sarebbe degli acquirenti ? Cioè aziende tipo Apple fanno un cellulare che vendono a più di 700€ e la colpa è del ragazzino di 15 anni che se lo fa regalare per la promozione dai genitori, non è che forse, ma dico forse, centrano anche qualcosa le aziende che sono diventate dei gargarozoni e vogliono produrre a 10 e vendere a 100. Tipo il signor Armani che fa i jeans in Cina e li vende a 180€. La colpa è sempre della società...
    non+autenticato
  • - Scritto da: luca
    > Quindi adesso la colpa sarebbe degli acquirenti ?

    Nel caso di apple, hanno la loro abbondante parte di colpa.
    Certo.

    > Cioè aziende tipo Apple fanno un cellulare che
    > vendono a più di 700€ e la colpa è del ragazzino
    > di 15 anni che se lo fa regalare per la
    > promozione dai genitori,

    Esatto.
    C'e' una bella differenza se il ragazzino dice "Voglio lo smartphone" o "Voglio l'iPhone".

    Nel primo caso vuole uno strumento, nel secondo caso un orpello modaiolo griffato che costa il triplo e gli toglie liberta' d'uso.

    > non è che forse, ma dico
    > forse, centrano anche qualcosa le aziende che
    > sono diventate dei gargarozoni e vogliono
    > produrre a 10 e vendere a 100.

    In altri settori merceologici non so.
    Nel settore della tecnologia e' solo apple che produce a 1 e rivende a 100.
    Le altre producono a 1 e rivendono a 10, e lasciano pure la possibilita' di installare liberamente software e non ti spiano.

    > Tipo il signor
    > Armani che fa i jeans in Cina e li vende a 180€.
    > La colpa è sempre della
    > società...

    Come sopra.
    Finche' ci sono fessi che comprano a 180 euro solo perche' c'e' scritto Armani, si'.

    Io compro lo stesso indumento, fatto dalle stesse mani, con lo stesso materiale, ma senza la scritta Armani, e lo pago 18 invece di 180.
  • Spesso la GGente si sente legittimata a SPARLARE di quello invidia e sicuramente di qualcosa di famoso o sulla bocca di tutti.
    Sembra che faccia molto figo giocare a Davide e Golia soprattutto con il sedere degli altri.
    Bisogna infatti ricordare che parlare male di una grandissima azienda potrebbe essere il Apple coca cola o simili dopotutto si resta impuniti.
    La maggior parte di gente ultimamente parla dei bambini o dei suicidi accaduti durante la costruzione dei telefonini più ambite nel momento.
    La maggior parte delle persone che parla, oltre a parlare, ovviamente possiede il 90% degli oggetti costruiti in maniera analoga.
    I telefonini di apple vengono costruiti da una realtà cinese che ovviamente lavora come sono abituati in Cina.
    Pare addirittura che quell'azienda sia addirittura una di quelle in cui la vita è meno peggio.
    Ma vediamo cosa costruisce questa azienda tanto vituperata.

    Costruisce per esempio il videogioco PlayStation, ma non mi sembra che nessuno si sia mai lamentato per le condizioni di lavoro e sfruttamento durante la costruzione di questo oggetto.
    ovviamente la Nintendo costruisce lo stesso stabilimento.....
    .....e indovinate un pochino dove viene prodotta la x-box?...

    costruisce buona parte dei computers portatili oggi in circolazione, se non ricordo male è il secondo produttore a livello mondiale e costruisce buona parte dei computer marcati Acer e HP in vendita qua da noi. ma non mi sembra che nessuno si sia mai lamentato per le condizioni di lavoro e sfruttamento durante la costruzione pc portatili.

    è il famoso libro elettronico Kindle quello amato tanto dal popolo di sinistra e viene prodotto anche lui da Foxconn: ma non mi sembra che nessuno si sia mai lamentato per le condizioni di lavoro e sfruttamento durante la corruzione di questo oggetto.

    il problema è molto più semplice, non è colpa di apple, non lo è di Sony e tutto sommato non lo è neanche di Foxconn.
    Il problema nasce da quell'individuo che ha i soldi che si chiama consumatore. Se questa persona decide che qualunque cosa, qualunque via sia giusta per poter ottenere una diminuzione anche minima di prezzo questo avviene.

    più di 4000 persone nell'anno 2011 hanno desiderato risparmiare nell'autovettura in cambio ovviamente a condizione di lavoro pessime, cinesi, per potersi permettere qualcosa di moda. Si noti bene che queste persone non hanno scelto di comprare un'autovettura di basso prezzo perché non potevano permettersi altro. Non hanno scelto un'autovettura con caratteristiche di sicurezza tali da garantire la sopravvivenza in caso di incidente. Hanno scelto di licenziare dei lavoratori italiani e scegliere di far verniciare la loro auto ha dei cinesi dove non hanno magari neppure la mascherina che moriranno di cancro nel breve periodo per poter dire di possedere un SUV.

    è sempre più bello dare la colpa agli altri di una cosa che abbiamo fatto noi, se poi questo qualcuno alle spalle larghe ed è invidiato tanto meglio.

    Non si vogliono più i bambini cinesi di cinque anni che cuciono i palloni?, una cosa che era già uscita con il marchio NIKE (altro dalle spalle larghe e merenda di successo) nei lontani anni 80: è semplice basta evitare di acquistare quelle cose che abbiano come provenienza quegli Stati dove è normale andare a lavorare a 10 anni, lavorare 18 ore, dove non esiste l'assistenza sociale come la Cina

    Oppure evitare comprare un bel giaccone di pelle che proviene da quegli stati, come la Turchia, dove la concia viene fatta immergendosi in vasche completamente nudi poiché qualsiasi tipo di vestiario varrebbe corroso in breve tempo ma questa lavorazione consente all'italiano che punta il dito contro il telefonino di risparmiare un bel bigliettone o due con scritto € 100. Forse inutile dire che l'età media dei conciatori è molto bassa in quanto non possono raggiungere i 30 senza essere accompagnati da malattie non curabili.

    ma è sempre comodo parlare, blaterare, indicare ciò che alcuni ci dicono di indicare e contemporaneamente fregarsene e acquistare quello che apparentemente costa meno
    tanto anche se fatte in scena il nostro telefonino funziona lo stesso.
    Il nostro televisore è comunque bello.
    Il computer ha quella caratteristica tanto di moda.
    la verniciatura rosa a pagliette del giocattolo è proprio perfetta.
    La scarpa di plastica è proprio quella della marca che desideravamo
    l'automobile è abbastanza alta da intimorire il ciclista
    il prezzo del giaccone di pelle e' meno di quello che ha pagato Giorgio.
    Queste sono le cose che interessano al consumatore.

    Ricordiamoci che Foxconn per alcuni lavoratori cinesi e' un punto di arrivo, immaginate il resto.
    Ma nessuno interessa, quanti guardano il made in PRIMA dell'acquisto? Non sono mica fantamegapixelli!

    Se poi muore qualcuno in qualcosa definito come un lager a noi non interessa come non interessava in quella famosa trasmissione nella quale bastava premere un tasto per far crepare un cinese e ricevere un sacco di soldi.
    http://allarovescia.blogspot.it/2012/10/colpa-di-a...
    non+autenticato
  • Ciao.
    Condivido il tuo discorso.

    Nel senso che strumentalizzare questo tipo di avvenimenti per "criticare" Apple o comunque "notarli" solo per alcune aziende, fingendo di non sapere che la produzione odierna è affidata a Paesi/fabbriche con condizioni lavorative simili o peggiori è infantile.

    Detto ciò resto fermamente convinto che...

    - Scritto da: claudio
    > è il famoso libro elettronico Kindle quello amato
    > tanto dal popolo di sinistra

    ... in Italia dovremmo aggiornare aggiungendo una postilla alla legge di Godwin*

    <<
    In Italia mano a mano che una discussione su internet si allunga, la probabilità di un paragone riguardante la sinistra o il comunismo si avvicina ad 1
    >>

    Occhiolino

    Per evitare commenti superflui io credo che gli Ideali Politici di Sinistra o di Destra sono talmente anacronistici oggi che possono essere paragonati a Religioni.

    Ciao.

    * http://it.wikipedia.org/wiki/Legge_di_Godwin
    non+autenticato
  • Per completezza, potremmo dire, che più una discussione va avanti è più aumentano le probabilità nel buttarla in politica.
  • - Scritto da: Sg@bbio
    > Per completezza, potremmo dire, che più una
    > discussione va avanti è più aumentano le
    > probabilità nel buttarla in
    > politica.

    Il concetto è quelloSorride
    non+autenticato
  • Non appena la Microsoft si accorgerà che continuare a produrre apparati Nokia in Finlandia gli costa troppo, si avvarrà, come i suoi concorrenti, dei servigi di questi schiavisti.
    Mal comune, mezzo gaudio!
  • Lo fa già:

    http://www.theguardian.com/technology/2012/feb/08/...

    Ma forse quella notizia è stata poi smentita, confesso che non ho seguito molto la vicenda.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franco Cerri
    > Lo fa già:
    >
    > http://www.theguardian.com/technology/2012/feb/08/
    >
    > Ma forse quella notizia è stata poi smentita,
    > confesso che non ho seguito molto la
    > vicenda.

    Da quanto dicono qui (http://tinyurl.com/cusab3y) c'è un solo stabilimento asiatico in costruzione dopo il 2012, in Vietnam. Gli altri (Brasile, Cina, India) li aveva già da ben prima di quell'annuncio.
    Di produzioni in outsourcing, per quanto ne so, Nokia ha rapporti con la famigerata Foxconn, ma solo per alcuni prodotti destinati al mercato cinese.
  • > Da quanto dicono qui (http://tinyurl.com/cusab3y)
    > c'è un solo stabilimento asiatico in costruzione
    > dopo il 2012, in Vietnam. Gli altri (Brasile,
    > Cina, India) li aveva già da ben prima di
    > quell'annuncio.

    Quindi per Microsoft si tratterà solo, eventualmente, di ampliare gli stabilimenti già esistenti. Nulla di nuovo rispetto alla gestione Nokia.


    > Di produzioni in outsourcing, per quanto ne so,
    > Nokia ha rapporti con la famigerata Foxconn, ma
    > solo per alcuni prodotti destinati al mercato
    > cinese.

    Queste quote assegnate ai prodotti a seconda di dove vengano materialmente fatti mi ricorda la domanda dirimente del confessore: "Quante volte, figliola?", che serviva a stabilire l'entità di preghiere da dire al rosario come penitenza. Sorride
    Nessuno grande produttore nel 2013 può fare a meno di ricorrere, in tutto o in parte, alla manodopera a basso costo. Chi ne può fare a meno è l'artigianato, ma la grande industria è un'altra cosa.
    non+autenticato
  • http://articles.timesofindia.indiatimes.com/2013-0...


    Microsoft ha acquistato Nokia, ma progetterà e produrrà in Finlandia per vendere in India? ... secondo me ai finlandesi non l'hanno raccontata giusta ...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)