Alfonso Maruccia

Asus PadFone Infinity va oltre i 2GHz

Nuova versione del bizzarro ibrido smartphone-tablet. Un aggiornamento che pone l'accento soprattutto sul processore Qualcomm Snapdragon e la fotocamera con pixel maggiorati

« Indietro
Foto 1 di 12

Roma - Asus ha presentato una versione rinnovata del suo Padfone Infinity, lo smartphone-tablet in circolazione già da un po' e che nella sua più recente incarnazione viene arricchito dalla disponibilità di una CPU quad-core prodotta da Qualcomm (Snapdragon 800) con frequenza da 2,2GHz.

L'adozione del nuovo SoC ARM porta in dote un incremento prestazionale significativo, di quelli emersi solo di recente nel mondo mobile. CPU a parte, la caratteristica base del Padfone non cambia: lo smartphone Asus è dotato di uno schermo da 5 pollici, e collegandolo a uno schermo da 10 - che di suo non è in grado di fare nulla - il gadget si trasforma in un tablet Android (4.2.2) fatto e finito.

Oltre al processore Snapdragon 800, il nuovo Padfone ha a disposizione 2 gigabyte di RAM, storage interno da 32 o 64 gigabyte (contro i 16 o 32 del modello precedente) espandibile tramite slot microSD, connettività 4G/LTE, display Full HD, batteria da 2.400mAh.

Asus ci tiene poi a rimarcare le qualità della fotocamera (da 13 megapixel) equipaggiata con la tecnolgia PixelMaster, pensata per aumentare le dimensioni dei singoli pixel in condizioni di ridotta luminosità che aumenta la qualità dell'immagine ripresa al costo di una riduzione nella risoluzione finale. Per il resto la fotocamera è in grado di catturare video in FullHD a 30 frame al secondo o in HD (720p) a 60fps.

Il PadFone Infinity con CPU Snapdragon 800 verrà distribuito fuori da Taiwan al prezzo di partenza di € 599, mentre il bundle con la docking station-schermo da tablet (non disponibile come prodotto separato dallo smartphone) costa € 200 in più.

Alfonso Maruccia

fonte immagini: Ubergizmo, Anandtech
Notizie collegate
7 Commenti alla Notizia Asus PadFone Infinity va oltre i 2GHz
Ordina