Luca Annunziata

Surface 2, Microsoft ci riprova

Dopo il parziale insuccesso della prima versione, Redmond rilancia. Il nuovo modello è l'evoluzione del primo, di cui mantiene inalterato lo spirito. Con in più Windows 8.1

« Indietro
Foto 1 di 14

Roma - Cosa sono qualche milione di dollari di perdite di fronte al futuro? Surface 2 è il secondo tentativo a distanza di un anno da parte di Microsoft di dire la sua nel mercato dell'hardware, un obiettivo che pare caricato di molta leggenda sulle mire e le intenzioni di Redmond: migliorata la batteria, migliorata la CPU e la scheda grafica, il modello ARM e il più tradizionale Pro x86 puntano a migliorare anche le performance di vendita. Grazie a qualche accessorio in più che invogli i potenziali acquirenti ad adottare Surface come PC di tutti i giorni.


Surface 2 costerà 439 euro in Italia e sarà consegnato a partire dal 22 ottobre: tra le novità estetiche c'è un supporto Kickstand che ora può essere bloccato in due posizioni per meglio adattarsi all'uso su scrivania, mentre all'interno c'è una batteria più grande del 25 per cento a corredo di un processore NVIDIA Tegra 4 e uno schermo da 10,6 pollici con risoluzione 1080p. La porta USB migra allo standard 3.0, le fotocamere aumentano di risoluzione fino a 5/3,5 megapixel per la posteriore/anteriore. Nonostante le migliorie, il Surface 2 è più sottile e leggero del precedente. La memoria interna sarà da 32 o 64GB, con Windows RT 8.1 e Office 2013 RT sempre a bordo di default.

Surface 2 Pro è invece tutta un'altra musica: in questo caso lo storage può arrivare fino a 512GB, ci sono fino a 8GB di RAM accoppiati a una CPU Intel Core i5 di classe Haswell, e nonostante l'aumento di prestazioni la durata della batteria dovrebbe essere stata prolungata sensibilmente (dal palco risuona la fatidica frase "una intera giornata di lavoro": c'è anche una cover-tastiera con batteria, come quella dell'Asus Transformer, ma agli accessori meglio dedicare un capitolo a parte). Il Pro viene dipinto come un perfetto sostituto a tutti gli effetti di un laptop tradizionale, adatto a diventare il proprio PC personale senza indugi. In Italia Surface 2 Pro costerà 889 euro (versione 64GB con 4GB di RAM, il più carrozzato 512GB con 8GB di RAM costerà 1.800 dollari negli USA), e sarà disponibile per le prenotazioni dalle 14 del 24 settembre per una consegna il 22 ottobre.

Se Surface RT (che ora si chiama, semplicemente, Surface) offre in bundle Office, Surface Pro mette a disposizione anche un anno di chiamate illimitate via Skype (verso telefoni fissi) che si aggiunge ai 200GB di spazio storage cloud su SkyDrive per due anni (SkyDrive che prima o poi dovrebbe anche cambiare nome). In questo modo, a patto di avere una connessione, non si dovrebbe sentire troppo la mancanza di spazio disco anche sul modello da 64GB, e garantire un valore aggiunto per la produttività personale a un professionista che decida di adottare Surface 2 come proprio PC.

Per rendere ancora più palese l'obiettivo di promuovere Surface come un valido sostituto dei laptop, rispetto alla prima versione il numero di accessori prodotti da Microsoft per Surface 2 è aumentato. Sia la Cover Touch che la Type Cover sono state aggiornate a una nuova versione: nel primo caso è calato lo spessore (ora è di 2,75mm) nonostante la novità della retroilluminazione dei tasti che rende il prodotto davvero interessante per i suoi 120 euro; nell'altro, sebbene non ci sia una decisa riduzione dello spessore c'è comunque la novità della meccanica dei tasti (più silenziosa) e dei molteplici colori in cui sarà proposta, oltre alla stessa retroilluminazione dell'altra. Il prezzo è di 130 euro.

Le novità inedite sono invece costituite da Power Cover, Docking Station per il Pro e caricatore da auto: tutti e tre gli accessori sono annunciati per un lancio nel 2014, e dovrebbero allargare la platea dei potenziali acquirenti offrendo nel primo caso il 50 per cento di batteria in più, nel secondo la possibilità di usare tastiera, mouse e altre periferiche desktop con semplicità, e infine la ulteriore opzione di caricare Surface mentre si viaggia in auto. Da segnalare infine anche una versione Surface del già noto Arc Touch Mouse, modificata per renderla esteticamente omogenea con le linee di Surface. L'adattore wireless da agganciare al Surface per utilizzare una delle cover-tastiera a distanza non sarà almeno per ora venduto in Italia.

L'Italia è invece tra i paesi in cui Surface 2 sarà prenotabile a partire dalle 14 di oggi, con consegne a partire da ottobre. La distribuzione avverrà sia tramite il sito Microsoft che tramite la GDO che già ha iniziato la vendita del Surface qualche mese fa. Il vecchio Surface RT pare proprio destinato a restare in circolazione, per costituire la base dell'offerta a un prezzo il più possibile competitivo. Nel 2014, infine, potrebbe esserci spazio anche per un Surface con modulo LTE a bordo.

Luca Annunziata

195 Commenti alla Notizia Surface 2, Microsoft ci riprova
Ordina
  • Ottimo prodotto che ha una serie di vantaggi significativi rispetto agli altri tablet attualmente disponibiliSorpresaffice preinstallato, porta USB 3.0 attiva e con la cover tastiera si ha a disposizione un mini pc leggero.
  • Ma lo avete mai provato? No. Reattivo, veloce e soprattutto sviluppare per l'interfaccia metro è eccitante. Poi quando nel 2014 ci sarà la fusione tra win e rt per noi sviluppatore sarà molto più semplice creare le app per wp e win8 utilizzando le stesse api. Prima o poi sfonda. E' solo il prezzo che rallenta la sua diffusione. Rosicate cari, rosicate...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gianfranco
    > E' solo il
    > prezzo che rallenta la sua diffusione
    se questo ti sembra poco....
    non+autenticato
  • Ho un surface RT e non lo trovo cosi brillante.. Tutto sommato è un buon tablet, sopprattutto ora che hanno ridimensionato i prezzi, il problema resta il marketing, la gente fatica a capire cosa diavolo sia..
  • E che diamine, ma è mai possibile che se compro un tablet non posso andarci nel parco senza che si trasformi in uno specchio?
    fate i tablet opachi e regalatemi uno specchio, o almeno omaggiatemi di una pellicola opaca OOTB!
    non+autenticato
  • nei loro sogni:
    un tablet touch con windows RT di 9 pollici che quando colleghi la tastiera e mouse diventa un desktop da 15 pollici con windows 8.
    Inutile dire che tutti i programmi win 8 diventano a interfaccia touch appena togli la tastiera.
    Prima o poi ce la fa . . ..vedrete
    non+autenticato
  • E che sia comodo per LAVORARE non dimentichiamolo mai. Che i sostenitori della fetenzia M$ sono dei gran lavoratori, e usano i suoi prodotti solo per quello...
    iRoby
    6904
  • - Scritto da: iRoby
    > E che sia comodo per LAVORARE non dimentichiamolo
    > mai. Che i sostenitori della fetenzia M$ sono dei
    > gran lavoratori, e usano i suoi prodotti solo per
    > quello...

    ah vedo che non sono l'unico ad averlo notato. Quegli stakanovisti dei fanboi msA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: rito vudu congolese
    > - Scritto da: iRoby
    > > E che sia comodo per LAVORARE non
    > > dimentichiamolo mai. Che i sostenitori
    > > della fetenzia M$ sono dei gran
    > > lavoratori, e usano i suoi prodotti
    > > solo per quello...

    > ah vedo che non sono l'unico ad averlo notato.
    > Quegli stakanovisti dei fanboi ms
    >A bocca aperta

    Quelli che quando gli fai vedere che su linux ci sono programmi equivalenti a quelli che gli servono per il lavoro ti dicono: ma non ci girano i giochi !
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: rito vudu congolese
    > > - Scritto da: iRoby
    > > > E che sia comodo per LAVORARE non
    > > > dimentichiamolo mai. Che i sostenitori
    > > > della fetenzia M$ sono dei gran
    > > > lavoratori, e usano i suoi prodotti
    > > > solo per quello...
    >
    > > ah vedo che non sono l'unico ad averlo
    > notato.
    > > Quegli stakanovisti dei fanboi ms
    > >A bocca aperta
    >
    > Quelli che quando gli fai vedere che su linux ci
    > sono programmi equivalenti a quelli che gli
    > servono per il lavoro ti dicono: ma non ci girano
    > i giochi
    > !

    Equivalenti != gli stessi
    non+autenticato
  • - Scritto da: Darth Vader
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: rito vudu congolese
    > > > - Scritto da: iRoby
    > > > > E che sia comodo per LAVORARE non
    > > > > dimentichiamolo mai. Che i
    > sostenitori
    >
    > > > > della fetenzia M$ sono dei gran
    > > > > lavoratori, e usano i suoi
    > prodotti
    >
    > > > > solo per quello...
    > >
    > > > ah vedo che non sono l'unico ad averlo
    > > notato.
    > > > Quegli stakanovisti dei fanboi ms
    > > >A bocca aperta
    > >
    > > Quelli che quando gli fai vedere che su
    > linux
    > ci
    > > sono programmi equivalenti a quelli che gli
    > > servono per il lavoro ti dicono: ma non ci
    > girano
    > > i giochi
    > > !
    >
    > Equivalenti != gli stessi

    Equivalenti = ottieni gli stessi risultati.

    Che tu sei uno di quelli che se cambiano il tema di windows va in panico ?
    krane
    22544
  • Guarda a me basta che Microsoft si togliesse per sempre dalle palle e ci fosse reale possibilità di scelta.

    Perché di Windows ne abbiamo piene le scatole.

    Ora con le pendrive da 64GB iniziano i casini sul file system. I device che li leggono (TV, autoradio, ecc.) supportano solo FAT. Per superare i 4GB per i file, quindi non riesci a metterci una ISO di un DVD, devi formattarle in NTFS.

    exFAT che risolve questi problemi la Microsoft chiede royalties che stanno fuori dal mondo, e nessun produttore le vuole comprare, per cui rimarrà relegato a Windows, ed un drive fuse per Linux fatto con reverse engineering.
    iRoby
    6904
  • - Scritto da: iRoby
    > exFAT che risolve questi problemi la Microsoft
    > chiede royalties che stanno fuori dal mondo, e
    > nessun produttore le vuole comprare, per cui
    > rimarrà relegato a Windows, ed un drive fuse per
    > Linux fatto con reverse
    > engineering.

    c'è anche un driver nativo GPL fatto da samsung ma dubito che entrerà mai nel kernel ufficiale
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > Guarda a me basta che Microsoft si togliesse per
    > sempre dalle palle e ci fosse reale possibilità
    > di
    > scelta.
    >

    Strano, non mi risulta che Microsoft punti la pistola alla tempia per obbligarti a comprare i suoi prodotti.
    Le alternative esistono e puoi tranquillamente usarle senza essere accusato di terrorismo.
    Quindi usale e non rompere le scatole a chi vuole (o deve) usare Windows & Company.
  • Non è vero o ci siamo mica scordati il caso TomTom?
    http://arstechnica.com/information-technology/2009.../

    Microsoft non ti obbliga, ma anche ripudia e impedisce la diffusione di altri standard non integrandoli in Windows.
    Quando i produttori si trovano costretti ad usare i file system FAT magari con kernel Linux, come TomTom, Microsoft ha tentato di portarli in tribunale.

    La proposta di adottare file system liberi ai produttori di device è stata sempre fatta e questi si sono dichiarati favorevoli, tranne Microsoft.

    E se Microsoft non li include in Windows gli utenti non dialogano coi device e le memorie di questi prodotti senza driver.
    Obbligando così gli utenti ad installare driver aggiuntivi in Windows.
    Ciò viene ad essere un costo anche per i produttori di pendrive ed ogni device che legge schede flash, che dovrebbero allegare un CD nella confezione.
    iRoby
    6904
  • se abbassassero i prezzi, soprattutto dei modelli x86, venderebbero molto di più. A quel prezzo ci compro un signor notebook e vivo felice!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 26 discussioni)