Gates: sconfiggeremo the matrix

Gates-Morpheus vola a Las Vegas, schiocca le chiavi della memoria e si lancia su seamless computing, spam e sicurezza. Ballmer-Neo, invece, annuncia: Linux è la matrice. E offre pillole rosse a tutti

Gates: sconfiggeremo the matrixLas Vegas (USA) - Affidabilità, facilità d'uso, coerenza dell'interfaccia utente: su questo un giovane Bill Gates venti anni fa aveva intrattenuto per la prima volta la platea della più importante fiera americana della tecnologia, il Comdex di Las Vegas. E, venti anni dopo, secondo il patron Microsoft sono ancora queste le sfide che accompagnano i protagonisti del decennio digitale.

"I successi degli anni '80 hanno avuto qualcosa di straordinario - ha dichiarato un Gates decisamente ispirato - ma ci hanno portato solo a metà della via da percorrere per realizzare la visione ultima, quello che il software può fare".

William H. Gates IIILa nuova parola d'ordine del boss di Microsoft è seamless computing, una visione che pone il software al centro di una grande piattaforma integrata in grado di astrarsi sulla complessità e sulla varietà dell'hardware e, soprattutto, capace di offrire un punto di contatto "senza cuciture" fra le varie applicazioni e fra i vari dispositivi.
Questa la visione del big di Redmond, così ricorda Gates, che ha già portato a primi importanti sviluppi, suite di prodotti fra loro integrati, come Office System e Windows Server System. E ha spinto l'estensione della tecnologia di Windows verso tutti i principali settori del computing: dai server ai PC desktop, dai notebook ai PDA, dai telefoni cellulari ai player multimediali, dalle console da gioco ai controlli industriali.

L'obiettivo di Microsoft è ora quello di fare tutto il possibile per uniformare gli ambienti di sviluppo, le interfacce di base, il comportamento, il formato dei file e le applicazioni che girano su ognuno dei molteplici dispositivi intelligenti al centro delle strategie del big di Redmond. Una strategia sottolineata anche dalla recente ridenominazione dei sistemi operativi dedicati al segmento mobile in "Windows Mobile", brand che ha lo scopo di evidenziare l'appartenenza di questi prodotti ad un'unica radice comune: Windows, per l'appunto.

Bill Gates e il decennio digitaleFra i dispositivi su cui gira il sistema operativo made in Redmond ci sono, come noto, anche i Tablet PC, un esempio di come il produttore di software numero uno al mondo possa influenzare da vicino il mercato dell'hardware e ideare una nuova tipologia di dispositivi. Sebbene le vendite di Tablet PC vadano tutt'altro che a gonfie vele, Microsoft spera che le novità che verranno introdotte con il futuro Windows XP Tablet PC Edition 2004, chiamato con il nome in codice di Lonestar, possano attrarre l'interesse di un più ampio bacino di utenti anche grazie all'auspicato calo dei prezzi dell'hardware.

Lonestar, che verrà rilasciato verso la metà del prossimo anno come aggiornamento gratuito all'attuale versione del software, promette di migliorare il riconoscimento della scrittura - una tecnologia su cui Microsoft sta lavorando per semplificarne il supporto nelle applicazioni di terze parti - e il pannello di input.

Gates ha ricordato come questo mese il Tablet PC compia il suo primo anno di vita.
Ma le sue esternazioni non si sono fermate qui e sono state accompagnate persino da gustosi riferimenti cinematografici.

TAG: microsoft
275 Commenti alla Notizia Gates: sconfiggeremo the matrix
Ordina
  • "Un'altra dimostrazione ha riguardato quella che Microsoft chiama Stuff Ìve Seen, una funzione di ricerca sviluppata dal laboratorio di ricerche del colosso che sfrutterà il nuovo file-system WinFS di Windows Longhorn per tenere traccia di tutte le informazioni viste dall'utente e semplificarne la ricerca: il sistema è anche in grado di suggerire - tramite finestre pop-up - indirizzi e-mail, URL e altri dati che l'utente ha già inserito in contesti simili."

    evviva la liberta` eh?
    poi chi sarebbe la matrix?
    suvvia, detta da una multinazionale con tentacoli ovunque e` davvero grossina come panzana, non regge neanche se la racconto al gatto...
    non+autenticato
  • Caro bill stai sbagliando ancora, come hai tempi di internet, ricordi, internet non avra futuro, e solo per poco sei riuscito ha far marcia indietro e salire sul treno che ti ha reso ricco e famoso.

    Ti prego tu che sei il mio mito non rifare l'errore, il sw non vale niente, non ha futuro, c'è sempre da qualche parte uno dei soliti open andatia male, che produrra in salsa open qualsiasi sw closed che uno produce.

    E triste lo so ma il sw non vale niente, segui l'IBM, lei si che ha capito dove tira il mercato, io ti produco e ti faccio pagar caro l'HW, e per il sw ci sara sicuramente un open debosciato che te lo produrra.
    non+autenticato
  • Il prossimo capitolo di Matrix secondo Gates & Ballmer?!
    Nulla di nuovo sotto il sole...
    :D
  • Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,Spegni-Raiccendi,
    non+autenticato
  • veramente il titolo corretto è Windows Reboot!Sorride

    Fan Linux
  • Al massimo un porro, o un tumore della pelle.
    Non scheriamo...
    Su Morpheus invece ci siamo... Ma inteso come sonno, eh?!
  • Copio dall' articolo:
    "
    La nuova parola d'ordine del boss di Microsoft è seamless computing, una visione che pone il software al centro di una grande piattaforma integrata in grado di astrarsi sulla complessità e sulla varietà dell'hardware e, soprattutto, capace di offrire un punto di contatto "senza cuciture" fra le varie applicazioni e fra i vari dispositivi.
    "
    Adesso traduco:
    "
    La parola d'ordine che da sempre, praticamente dopo pochissimi mesi dalla sua nascita, accompagna Linux è che sia il kernel che il software che gira "su" di esso può essere utilizzato su più piattaforme snza limiti di hardware o di altro tipo. Qui possono funzionare applicazioni Unix, Linux native, Windows e probabilmente qualsiasi altra cosa si possa implementare.
    Ha sempre offerto un' "intrefaccia" di comunicazione verso e da le periferiche standard considerando il fatto che chi conosce minimamente i sistemi Unix-Like sa che li tutto è "un file"
    "
    Qui Billy e company stanno facendo quello che hanno sempre fatto e che, a quanto pare, gli riesce benissimo: vendere una cosa che non hanno, che peraltro non hanno ideato loro e farla passare come una loro innovazione che salverà il mondo.

    Per quel che riguarda il mercato io voglio DATI ALLA MANO che chiunque legga questo messaggio e può dimostrare di sostentarsi per la maggior parte dei suoi bisogni con la vendita di Windows (anche tutte le versioni messe assieme dalla 1.0 all' XP) lo faccia.

    Chi guadagna con Microsoft lo fa per l'assisteza che offre ai suoi clienti, non certo perchè vende i suoi sistemi operativi. Il 99% (novantanove per cento) degli utilizzaori di Windows l'ha trovato installato sul proprio PC, e chi l'ha venduto ha guadagnato sul prezzo totale dell' Hardware, non certo perchè c'ha messo su Windows.

    Il software GPL garantisce comunque un mercato di Sistemi Operativi perchè non è cosa da tutti realizzare una distribuzione Linux completa e funzionante. D'accordo che attualmente tutti i CD delle principali distribuzioni sono scaricabili da Internet, ma se un utente vuole usare seriamente il PC pagando un quarto del prezzo di Windows TUTTE le applicazioni necessarie per un utilizzo PRODUTTIVO del proprio computer, allora 80 euro per un "PowerPack" li spende più che volentieri.
    Senza contare il momento in cui anche i produttori di PC decideranno di fornire in bundle con i loro "assemblati" anche una copia di Linux preinstallato.

    Non è fanatismo, è realta. Per far funzionare le macchine serve il software e qui c'è un prodotto libero, economico, verificabile ed affidabile.

    Se questo è Matrix, ben venga.
    Fan Linux
  • bel post! m'è piaciuto!

    saluti!
  • mi associo in ritardo...
    ottimo post!

    quello che dici è vero!

    Fan Linux
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | Successiva
(pagina 1/11 - 54 discussioni)