Mauro Vecchio

HP: torneremo grandi, contro Microsoft

L'azienda di Palo Alto prevede il rilancio del fatturato entro il 2015. I tablet Surface schierano BigM nella lista dei competitor più agguerriti sul mercato hardware e servizi

Roma - Salito sul podio per incontrare gli analisti all'ultimo meeting finanziario, il CEO di HP Meg Whitman ha ostentato una certa sicurezza sul futuro dell'azienda di Palo Alto, che entro il 2016 intende guidare l'intera industria delle soluzioni informatiche. Con il supporto dei consumatori, Hewlett-Packard è sicura di risalire la china sul mercato globale dei PC, potendo già vantare un pur lento tasso di crescita - 1,5 per cento secondo la società d'analisi Gartner - nel terzo trimestre del 2013.

Le azioni di HP sono in rialzo del 6 per cento, e per l'anno fiscale 2014 è previsto un valore di EPS (utili per azione) tra i 3,55 e i 3,75 dollari, in linea con quanto stimato dagli analisti a Wall Street. Il colosso statunitense prevede una fase di stabilizzazione del fatturato a partire dal prossimo novembre, prima di accelerare nel corso del 2015. Il ritorno per gli azionisti di HP dovrebbe infine assestarsi intorno al 50 per cento del flusso di cassa tra 6 e 6,5 miliardi di dollari.

Nelle dichiarazioni di Whitman agli analisti, HP si adatterà ai cambiamenti del mercato dopo l'amicizia con Microsoft, ora trasformatasi in un agguerrito competitor nei settori hardware e servizi. A partire dalla produzione dei tablet Surface, la Grande M non può più essere considerata un partner prezioso per la distribuzione delle sole soluzioni software basate su Windows. HP deve ammettere che le tavolette Windows 8 non possono più essere prese alla leggera.
Le ultime indiscrezioni dal quartier generale di Redmond ipotizzano la definitiva scelta del sostituto dell'ormai ex-CEO Steve Ballmer entro la fine di quest'anno. Dopo il rifiuto del CEO di eBay John Donahoe, il Consiglio d'Amministrazione di Microsoft ha richiesto i consigli dell'ex-dirigente di Cisco Charles Giancarlo, mentre restano in piedi le candidature di Alan Mulally (Ford) e Stephen Elop (ex-Nokia).

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • TecnologiaHP fa il Chromebook ARMUn nuovo modello da 11 pollici dal prezzo aggressivo. Con una CPU da smartphone e un sistema di carica da telefono cellulare
  • BusinessLenovo brinda, HP piangeDestini diversi dei due produttori di PC, l'uno impegnato a crescere in maniera inattesa (Lenovo) e l'altro a continuare la sua traversata nel purgatorio della ristrutturazione con perdite seriali e ricavi che si assottigliano
23 Commenti alla Notizia HP: torneremo grandi, contro Microsoft
Ordina
  • Sinceramente... Se la qualità di HP sarà quella degli ultimi portatili che ho visto comprare a miei amici, che sono delle porcherie allucinanti, è meglio che lascino perdere.

    Con il suo notebook 650 una mia amica si è tagliata il dito con lo spigolo del display. E sono fatti di plasticaccia scadente.
    iRoby
    7579
  • - Scritto da: iRoby
    > Sinceramente... Se la qualità di HP sarà quella
    > degli ultimi portatili che ho visto comprare a
    > miei amici, che sono delle porcherie allucinanti,
    > è meglio che lascino
    > perdere.
    >
    > Con il suo notebook 650 una mia amica si è
    > tagliata il dito con lo spigolo del display. E
    > sono fatti di plasticaccia
    > scadente.
    evabbe... ma non fa mica solo notebook per Unieuro...
    fa anche roba come gli HP Integrity Superdome o i Blade... non penso il CEO si riferisse solo alla roba lowend-consumer (se no stamo freschi... aka faranno una brutta fine)
    non+autenticato
  • se hanno venduto 10 superdome nel 2013 è tanto...
    non+autenticato
  • Ma appunto, i soldi si fanno sui grandi numeri. È vero che i margini sono risicati nel mercato consumer, però la qualità HP è scaduta taaaaanto.

    Solo le famiglie NX, NC ecc. era ben fatti. Quelli fatti con materiali solidi con i tasti del trackpad di gomma.

    Clicca per vedere le dimensioni originali
    iRoby
    7579
  • Per decenni quelli della HP sui loro PC scrivevano: "HP raccomanda Microsoft Windows".
    Se mandavate in assistenza un loro PC sul quale avevate installato Linux, quasi vi facevano arrestare.

    Ora dichiarano guerra a Microsoft ...

    Boh
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alvaro Vitali
    > Per decenni quelli della HP sui loro PC
    > scrivevano: "HP raccomanda Microsoft
    > Windows".
    > Se mandavate in assistenza un loro PC sul quale
    > avevate installato Linux, quasi vi facevano
    > arrestare.
    >
    > Ora dichiarano guerra a Microsoft ...
    >
    > Boh

    Sono corp... non si può patteggiare con loro, non si può ragionare con loro, non conoscono pietà, ne rimorso, ne paura… niente lo fermerà prima di averti venduto qualsiasi prodotto o servizio che possano. L'unica cosa che pui fare e' tentare di sfruttarle come loro tentano di sfruttare te.
    krane
    22544
  • > Ora dichiarano guerra a Microsoft ...

    E' l'anno di linux.
    non+autenticato
  • imparassero ha fare stampanti che non si devono buttare dopo 2 anni.
    non+autenticato
  • - Scritto da: angelo calo
    > imparassero ha fare stampanti che non si devono
    > buttare dopo 2
    > anni.
    La mia funziona benissimo da 8 (rigorosamente con cartucce di toner riciclate e non "originali" quelle loro costano troppo)
    Si vede che sono fortunato...
    Il modello successivo ne ha compiuto 2 il mese scorso...
    Vediamo quanto dura...
    P.S. sono 2 laser le jet (qualunque jet) sono sempre state una fonte di problemi e quindi non le compro.
    non+autenticato
  • Le laser di fascia medio alta sono buone e durano anni. Oltre a trovare a lungo i toner.

    Ma le getto d'inchiostro sono bastardi coi prezzi delle cartucce.
    Nel senso che anche se hai una stampante che dopo 4-5 anni è ancora buona, loro cambiano continuamente tipo di cartuccia e le vecchie le alzano di prezzo a dismisura. Rendendoti anti-economico l'acquisto delle cartucce.

    Io ho abbandonato HP proprio per questo. E sono passato ad Epson, dove prendo le cartucce di concorrenza che sono semplici serbatoi a €0,80 per ciascun colore. €3,20 per tutte e 4.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 11 ottobre 2013 00.13
    -----------------------------------------------------------
    iRoby
    7579
  • - Scritto da: iRoby
    > Io ho abbandonato HP proprio per questo. E sono
    > passato ad Epson, dove prendo le cartucce di
    > concorrenza che sono semplici serbatoi a €0,80
    > per ciascun colore. €3,20 per tutte e
    > 4.

    Io ho una multifunzione Epson,4 colori cartucce separate.....ognuna di loro costa 7-8 Euro,fin qui tutto normale.

    1a idiozia :
    se mi finisce il giallo per esempio non posso stampare in bianco e nero,la stampante si blocca chiedendoti di sostituire la cartuccia e non vai avanti in nessun modo.

    2a idiozia :
    Anche se stampi in bianco e nero consuma anche gli altri colori,questa è una stupidaggine colossale.Che senso ha mettere 4 cartucce separate se poi la stampante le considera come una sola e le consuma contemporaneamente ?

    3a idiozia:
    qui mi auguro di sbagliare alla grande.
    L'inchiostro che non viene applicato su carta finisce in un tampone interno,una volta colmo la stampante si dovrebbe fermare,si smonta tutto e si sostituisce il tampone con uno nuovo.

    Per il resto mai un impuntamento,comoda con molte funzioni,display LCD,stampa da SD card e tutte le altre cose che si possono trovare su una multifunzione di oggi + rumori di funzionamento alla robot manieraA bocca aperta

    Ho anche una vecchia Lexmark 2 cartucce separate, nero + colore...questa almeno funziona anche con una sola cartuccia,anche se sono quelle con chip...quelle originali costano intorno ai 40 Euro,la metà quelle compatibili.

    Purtroppo gira una mafia tra i produttori di stampanti che è una cosa allucinante,ogni scusa è buona per spillare soldi al cliente con prezzi assurdi sulle cartucce e idiozie sulle loro macchine e le soluzioni adottate (tipo cartucce nuove che seccano dopo 2 mesi di inutilizzo o la storiella di sopra).Con uno schiocco di dita la tua stampante non è più supportata,le cartucce son sempre più difficili da reperire e (secondo loro) dovresti acquistare una nuova stampante e il ciclo riinizia.Obsolescenza programmata da paura....Fortuna mia che stampo raramente....
    non+autenticato
  • il mercato delle stampanti è in realtà molto semplice: se paghi poco l'hardware paghi tanto l'inchiostro, e viceversa. Ragionando sui propri consumi si ottiene il range di modelli adatti a noi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: zio lambo
    > il mercato delle stampanti è in realtà molto
    > semplice: se paghi poco l'hardware paghi tanto
    > l'inchiostro, e viceversa.

    mica è sempre vero questo,puoi anche prendere una stampante da 200 Euro ed incorrere negli stessi problemi.

    > Ragionando sui propri
    > consumi si ottiene il range di modelli adatti a
    > noi.

    Se stampi raramente non puoi prenderti una laser
    non+autenticato
  • Mai comprare una stampante appena uscita.

    E mai comprarla solo perché la si è vista in offerta sullo scaffale, così a occhi chiusi (e chiappe aperte)...

    Prima di prenderla si fa una ricerchina su eBay per i costi delle cartucce e la disponibilità.

    Oggi le Epson della famiglia SX hanno costi economicissimi, 1€ scarso a cartuccia. Le nuove XP che le hanno sostituite circa il doppio, ma siamo ancora lontani da quello che si spende per cartucce HP, Lexmark, ed altre che hanno serbatoio e testina monoblocco.

    Stesse cartucce economiche hanno alcune Canon e Brother.
    Per non parlare dei kit di cartucce vuote col tappo e il chip autoreset, che devi solo ricaricare di inchiostro.
    iRoby
    7579
  • - Scritto da: iRoby
    > Mai comprare una stampante appena uscita.

    infatti non era appena uscita...

    > E mai comprarla solo perché la si è vista in
    > offerta sullo scaffale, così a occhi chiusi (e
    > chiappe
    > aperte)...

    non era in offerta,ero orientato verso una multifunzione...la scelta era tra questa,una Canon e una HP che non mi convinceva tanto.Scelsi l'epson anche per via della facilita di trovare le cartucce.Nno credere anche con altre marche son quelli i costi.

    > Prima di prenderla si fa una ricerchina su eBay
    > per i costi delle cartucce e la
    > disponibilità.

    il problema non è il costo della cartuccia quanto al funzionamento che non ha ne capo ne coda.

    > Oggi le Epson della famiglia SX hanno costi
    > economicissimi, 1€ scarso a cartuccia.

    la mia è una DX

    > Le nuove
    > XP che le hanno sostituite circa il doppio

    e ti pareva...

    > ma siamo ancora lontani da quello che si spende per
    > cartucce HP, Lexmark, ed altre che hanno
    > serbatoio e testina
    > monoblocco.

    Lexmark ha sempre sostenuto questa tesi con il fatto che cambiando sempre testina ottieni una qualità di stampa migliore....ovviamente fandonie.
    Lexmark per il consumer non c'è più,ora è solo nel mercato business.

    > Stesse cartucce economiche hanno alcune Canon e
    > Brother.

    Di alcune Canon ho avuto difficoltà a reperire le cartucce..
    Brother noh non mi hanno mai convinto un granchè ...

    > Per non parlare dei kit di cartucce vuote col
    > tappo e il chip autoreset, che devi solo
    > ricaricare di
    > inchiostro.

    Si avevo pensato questa eventualità,purtroppo i produttori si son fatti più furbi...le stampanti di ora sono più "sensibili" e rifiutano (ovviamente non tutte) quelle compatibili o quelle ricaricabili,un trucchettino per legarti a loro.Infatti dopo l'acquisto della stampante loro guadagnano con le cartucce,un bel obolo per la vita.
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > Le laser di fascia medio alta sono buone e durano
    > anni. Oltre a trovare a lungo i
    > toner.
    >
    > Ma le getto d'inchiostro sono bastardi coi prezzi
    > delle
    > cartucce.
    > Nel senso che anche se hai una stampante che dopo
    > 4-5 anni è ancora buona, loro cambiano
    > continuamente tipo di cartuccia e le vecchie le
    > alzano di prezzo a dismisura. Rendendoti
    > anti-economico l'acquisto delle
    > cartucce.
    >
    > Io ho abbandonato HP proprio per questo. E sono
    > passato ad Epson, dove prendo le cartucce di
    > concorrenza che sono semplici serbatoi a €0,80
    > per ciascun colore. €3,20 per tutte e
    > 4.

    auguri con Epson... auguri quando scoprirai che i prezzi delle cartucce sono bassi perché non includono le testine (che invece con HP cambi insieme alla cartuccia), questo significa che ti si intasano continuamente, devi sprecare un sacco di inchiostro per pulirle, dopo un po' non si puliscono più, la testina ha una vita limitata e quando inizia a stampare male devi buttare la stampante intera, il microchip ti blocca la stampa quando decide che l'inchiostro è in esaurimento (quindi all'improvviso ti ritrovi che non puoi stampare)... auguri, io sono tornato di corsa a HP, anzi, e per non avere più questi problemi a una laser. Le foto le faccio stampare su carta fotografica.
  • Una Epson media costa tra 40-70€.

    La testina si intasa se non stampi per oltre 2 mesi. Si spurga con un po' di spreco di inchiostro, ma con €0,80 a cartuccia ci può anche stare.
    Altrimenti usi mettere un po' di liquido per spurgare testine nel foro da dove succhia inchiostro dalle cartucce.

    Il problema del chip delle cartucce non si pone, se opti per le cartucce di plastica trasparente col tappo apribile e ricaricabili, perché hanno il chip autoresettante.

    Hai molta versatilità con Canon ed Epson, nel mercato aftermarket ci sono soluzioni per tutte le tasche con cartucce di concorrenza. Cartucce ricaricabili, e sistemi di stampa continua con i tubicini e i serbatoi esterni.

    Quando la mia SX245W costata 39€ tirerà le cuoia, spenderò altrettanto per una nuova della stessa fascia. Per ora è andata avanti per 2 anni e mezzo ed è ancora perfetta.
    Le ultime 30 cartucce le ho appena ordinate 24,90€ inclusa spedizione.
    iRoby
    7579
  • forse è perché ci metti troppe h,e ti dura meno l'inchiostro: prova ad imparare l'italiano, è economico alla lunga..
    non+autenticato
  • scelgono il ceo basandosi sul suo ruolo di ceo di un altra azienda, come se per gestire una pizzeria si assumesse uno che aveva un negozio di scarpe, tanto sono la stessa cosa...
    non+autenticato
  • - Scritto da: trullo
    > scelgono il ceo basandosi sul suo ruolo di ceo di
    > un altra azienda, come se per gestire una
    > pizzeria si assumesse uno che aveva un negozio di
    > scarpe, tanto sono la stessa
    > cosa...

    beh, i CEO devono saper licenziare la gente e pagare mazzette ai politici, e quelle sono capacità extrasettorialiA bocca aperta
    non+autenticato
  • bravo hai centrato nel segno.
    gli azionisti eleggono a capo lo squalo più cattivo che
    riescono a trovare. mica deve capire qualcosa di IT ma
    deve conoscere più sporchi trucchi possibili e avere
    tanto pelo sullo stomaco.

    nei requisiti dell'annuncio mettono:
    senza scrupoli
    non+autenticato
  • - Scritto da: trullo
    > scelgono il ceo basandosi sul suo ruolo di ceo di
    > un altra azienda, come se per gestire una
    > pizzeria si assumesse uno che aveva un negozio di
    > scarpe, tanto sono la stessa
    > cosa...

    Caspita, no ... dovrebbero prendere un sistemista e metterlo a fare il CEO.
    non+autenticato