Mauro Vecchio

Facebook, post pubblici per minori in blu

Il social network californiano apre alla condivisione di contenuti pubblici nella fascia d'etÓ tra i 13 e i 17 anni. Con tutte le misure di sicurezza per evitare rischi

Roma - Alla continua ricerca di una più vasta condivisione social, Facebook ha deciso che tutti i suoi utenti tra i 13 e i 17 anni potranno caricare post pubblici. I minori in blu avranno a disposizione un meccanismo di opt-in per evitare rimpianti da pubblicazione, con la conseguente sottoscrizione dei termini di servizio per comprendere al meglio tutti i rischi legati allo sharing di link, contenuti e opinioni personali.

Come un genitore premuroso, la piattaforma californiana modificherà le impostazioni di default per la condivisione del primo post dopo l'apertura di un account nella fascia tra i 13 e i 17 anni. La prima opzione sarà infatti relativa ai soli amici di un determinato profilo, mentre prima coinvolgeva anche gli amici degli amici.

Gli stessi responsabili del social network di Menlo Park hanno sottolineato come i nativi digitali siano ormai sufficientemente esperti per la gestione sicura dei propri post.
In aggiunta, Facebook vuole andare incontro a tutte quelle celebrità di minore età che bramano la possibilità di aggiornare i propri fan. (M.V.)
Notizie collegate
  • Digital LifeCalifornia, oblio per i vizi di gioventùI minori avranno la possibilitÓ di rimuovere i contenuti postati su siti e servizi con eccessiva disinvoltura. Ma il materiale potrebbe aver fatto il giro della Rete, e rimanere incancellabile
  • AttualitàMoige: Facebook deve vigilare sui minoriIl movimento genitori italiano denuncia il sito in blu per omesso controllo nel caso del suicidio di una giovane novarese seguito a video di violenze postati online. Le misure di tutela non bastano e i genitori hanno le mani legate
8 Commenti alla Notizia Facebook, post pubblici per minori in blu
Ordina
  • Posto che in generale penso che siano i genitori e non certo facebook a difendere i bambini ed adolescenti dai pericoli della rete, mi sembra che le giustificazioni fornite da FB siano demenziali.

    'nativi digitali siano ormai sufficientemente esperti per la gestione sicura dei propri post' : ma manco per idea, sono nati nell'era del 'condividi con un click' e non hanno la sana (o anche insana) paranoia di noi che eravamo già maggiorenni quando internet fu venduta al pubblico in italia.

    'tutte quelle celebrità di minore età che bramano la possibilità di aggiornare i propri fan': fantastico, consentiamogli di mettersi ancora di più in mostra, cresceranno tutti sani e belli come Hanna Montana
  • > 'nativi digitali siano ormai sufficientemente
    > esperti per la gestione sicura dei propri post' :
    > ma manco per idea, sono nati nell'era del
    > 'condividi con un click' e non hanno la sana (o
    > anche insana) paranoia di noi che eravamo già
    > maggiorenni quando internet fu venduta al
    > pubblico in
    > italia.

    E per confermare, ti segnalo una cosa che può accadere ai nativi digitali, o a chi si ritiene tale:
    http://attivissimo.blogspot.com/2013/10/le-foto-te...
    Roba da chiodi... ma per parlare di informatica oggi bisogna parlare soprattutto di questo.A bocca storta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Rossano
    > > 'nativi digitali siano ormai sufficientemente
    > > esperti per la gestione sicura dei propri
    > post'
    > :
    > > ma manco per idea, sono nati nell'era del
    > > 'condividi con un click' e non hanno la sana
    > (o
    > > anche insana) paranoia di noi che eravamo già
    > > maggiorenni quando internet fu venduta al
    > > pubblico in
    > > italia.
    >
    > E per confermare, ti segnalo una cosa che può
    > accadere ai nativi digitali, o a chi si ritiene
    > tale:
    > http://attivissimo.blogspot.com/2013/10/le-foto-te
    > Roba da chiodi... ma per parlare di informatica
    > oggi bisogna parlare soprattutto di questo.
    >A bocca storta
    preferisci parlare di crack di programmi?A bocca aperta
    non+autenticato
  • > > Roba da chiodi... ma per parlare di
    > informatica
    > > oggi bisogna parlare soprattutto di questo.
    > >A bocca storta
    > preferisci parlare di crack di programmi?A bocca aperta

    Non esageriamo: UN programma.
    Siamo andati a parlare di quello, e io ho parlato anche di quello. Che senso aveva dichiarare che lo avevo acquistato?!?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Rossano
    > > > Roba da chiodi... ma per parlare di
    > > informatica
    > > > oggi bisogna parlare soprattutto di
    > questo.
    > > >A bocca storta
    > > preferisci parlare di crack di programmi?A bocca aperta
    >
    > Non esageriamo: UN programma.
    Capisco, la modica quantitàOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: trapster
    > - Scritto da: Rossano
    > > > > Roba da chiodi... ma per parlare di
    > > > informatica
    > > > > oggi bisogna parlare soprattutto di
    > > questo.
    > > > >A bocca storta
    > > > preferisci parlare di crack di
    > programmi?
    >A bocca aperta
    > >
    > > Non esageriamo: UN programma.
    > Capisco, la modica quantitàOcchiolino

    Non so se è modica, perché ho craccato tutta la suite di Adobe.Occhiolino Ma alla fine quello che uso è solo Photoshop.
    non+autenticato
  • grazie per il link, ma lo avevo già letto... beata ingenuità!