SunLinux alla conquista dei desktop cinesi

Ultima arrivata sul mercato Linux desktop, Sun spunta un accordo che la potrebbe portare a vendere fino ad un milione di copie della propria distribuzione Linux desktop

Santa Clara (USA) - La Cina, giovane terra di conquista per l'industria occidentale, potrebbe rappresentare per Sun l'opportunità concreta di diventare il primo player del mercato desktop legato a Linux.

Il China Standard Software Co. (CSSC), un consorzio di aziende hi-tech cinesi finanziato dal Governo perchinese, ha infatti scelto il sistema operativo Java Desktop System (JDS) di Sun come fondamenta di una piattaforma desktop basata su standard aperti e destinata al mercato cinese di massa.

Scott McNealyL'accordo, la cui validità decorrerà dalla fine di quest'anno, consentirà a CSSC di acquistare da Sun, per un prezzo di 50 dollari a licenza, un pacchetto software comprensivo del JDS e di StarOffice 7.0: il consorzio, che potrà ridistribuire il suo prodotto desktop con il proprio marchio, prevede di acquistare da Sun fra le 500.000 e il milione di licenze all'anno.
L'obiettivo del CSSC e del governo cinese, già da tempo impegnato a promuovere Linux come standard nazionale, è quello di offrire anche ai cittadini meno abbienti l'accesso ad una suite di software desktop che offra sostanzialmente le stesse funzionalità dell'accoppiata Windows/Office, ma ad una frazione del suo prezzo.

Per colmare, almeno in parte, la grande spaccatura creata nella popolosa Cina dal digital divide, il CSSC conta di arrivare a distribuire circa 200 milioni di copie della propria soluzione desktop: un traguardo che, come si è detto in apertura, potrebbe incoronare Sun - che per ironia della sorte è l'ultima arrivata in questo segmento di mercato - maggior fornitore al mondo di soluzioni desktop basate su Linux.

"Credo che questo accordo ci porterà ad essere i numeri uno sul mercato Linux desktop", ha affermato Scott McNealy, chief executive di Sun. "Ma questa non è la sola opportunità che abbiamo. Stiamo già contattando ogni ministro delle tecnologie informatiche sul pianeta".

Fra gli altri paesi con cui Sun spera di spuntare nuovi accordi commerciali vi sono Corea del Sud, Giappone, Vietnam, Israele e India.

"Linux e il software open source portano nuove opportunità non solo per la Cina, ma anche per altri paesi attorno al mondo", ha commentato Li Wuqiang, ministro cinese delle Science e delle Tecnologie. "Una soluzione desktop basata su standard aperti significa più possibilità di scelta, un prezzo conveniente e un più elevato livello di sicurezza delle informazioni".

JDS, nato dal progetto Mad Hatter, verrà commercializzato il prossimo mese ad un prezzo di 100 dollari a licenza (ma sul proprio sito Sun propone già sconti del 50%). La soluzione, basata sulla distribuzione desktop di SuSE, comprende Mozilla, RealONE, Flash Player, Evolution, Gaim e Gnome.
103 Commenti alla Notizia SunLinux alla conquista dei desktop cinesi
Ordina
  • Pur essendo passato ad OSX da tempo e trovandomi da dio la trovo un'ottima notizia, il mac non riuscira' mai a rosicare ingenti quantita' di mercato a win pur attestandosi vicino al 5% ma a noi non importa, ci si trova bene nella nostra piccola ma attiva comunita' .. ci sono pochi nerd o rompi*alle... speriamo vivamente che linux-sun si diffonda a macchia d'olio in cina e nei paese dell'est (per poi approdare altrove da noi e in us) e che possa rappresentare il vero secondo polo informatico, l'os for the masses! Mettiamola cosi' , gli utenti hanno provato l'inferno (windows) ora assaggeranno il purgatorio Fan Linux, molti rimarranno la' ma i migliori, gli eletti, arriveranno forse in paradiso (osx)Sorride))

    good luck

    a MACuser
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Mettiamola
    > cosi' , gli utenti hanno provato l'inferno
    > (windows) ora assaggeranno il purgatorio
    > Fan Linux, molti rimarranno la' ma i migliori,
    > gli eletti, arriveranno forse in paradiso
    > (osx)Sorride))

    Non sono d'accordo con la definizione di paradiso, ma sull'inferno andiamo pienamente d'accordo Sorride
    Fan Linux

  • - Scritto da: Xmasitel
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Mettiamola
    > > cosi' , gli utenti hanno provato l'inferno
    > > (windows) ora assaggeranno il purgatorio
    > > Fan Linux, molti rimarranno la' ma i
    > migliori,
    > > gli eletti, arriveranno forse in paradiso
    > > (osx)Sorride))
    >
    > Non sono d'accordo con la definizione di
    > paradiso, ma sull'inferno andiamo pienamente
    > d'accordo Sorride
    > Fan Linux
    Aggiungerei che se il paradiso continuerai a pagarlo a peso d'oro molto meglio il purgatorio Con la lingua fuori
  • Ho fatto ieri sera un articolo su questa questione, contiene un rilevante errore in merito alla vendita di hw di SUN, che pare non consistente secondo PI, per il resto ha interessanti speculazioni imho.

    Link:
    http://www.kensan.it/articoli/La_Spallata_di_Linux...

    Il mio sito è al solito www.kensan.it (se PI fosse interessato...)
  • complimenti... un articolo proprio equilibrato...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > complimenti... un articolo proprio
    > equilibrato...

    Mi pare un po' sarcastico come commento. Comunque voglio prenderlo positivamente e seppure le mie siano speculazioni ritengo che non siano distanti dalla realtà e che si possano avverare, quindi in questo senso c'è equilibrio.

    Forse è il caso di pubblicarlo su Zeus, forse è più adatto li. Infatti molti siti che ricevono la nl sono interessatissimi alle speculazioni fatte con dati alla mano, come quelle a partire dal milione di pacchetti alla Cina.

    Saluti.
  • ecco bravo era proprio sarcastico
    non+autenticato

  • - Scritto da: Sandro kensan
    > Ho fatto ieri sera un articolo su questa
    > questione, contiene un rilevante errore in
    > merito alla vendita di hw di SUN, che pare
    > non consistente secondo PI, per il resto ha
    > interessanti speculazioni imho.
    >
    > Link:
    > http://www.kensan.it/articoli/La_Spallata_di_
    >
    > Il mio sito è al solito www.kensan.it (se PI
    > fosse interessato...)

    Sarcasmo a parte, mi sembra che queste speculazioni risultino, in definitiva, abbastanza velleitarie.
    Pur auspicando in pieno quanto scritto, non posso fare a meno di sottolineare la differenza tra auspicio e fondata previsione:
    1 - la causa SCO - Linux e' tutt'altro che risolta; e' ovvio che quello di SCO e' un bluff, ma non e' altrettando ovvio che questo polverone non stia nuocendo a Linux a livello di diffusione aziendale. I dati infatti dimostrano un calo, non massiccio ma sensibile, nella crescita della diffusione di Linux nelle aziende.
    2 - La notizia di oggi sulla Cina la accolgo con piacere e speranza, ma - al momento - si parla di prospettive. L'azione di SUN in Cina deve ancora diventare operativa ed i suoi effetti devono ancora essere valutati. Soprattutto bisogna ancora vedere la contromossa di Microsoft.
    Quanto sopra solo per far presente che i fatti, per ora, non sconfessano assolutamente quanto affermato da Attivissimo. Il mercato si costruisce anche qui, in occidente, e proprio qui un atteggiamento pragmatico permetterebbe a Linux una diffusione molto maggiore. Soprattutto sono convinto che mischiare lo "spirito" informatico di Linux con imprecisate idee socialisteggianti e antiproprietarie (nel senso politico del termine) risulti, oltre che incongruo controproducente. In particolare considero folle l'attacco ad alzo zero contro il software chiuso ed a licenza a postazione. Open Source e Licenze closed possono in realtà convivere benissimo e bilanciarsi a vicenda, basta delimitare i rispettivi ambiti ed evitare rozze chiusure tipo qualla di Caldera qualche anno fa.
    Saluti
    Prospero
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Sarcasmo a parte, mi sembra che queste
    > speculazioni risultino, in definitiva,
    > abbastanza velleitarie.

    Non concedi nemmeno un "possibile"?

    > Pur auspicando in pieno quanto scritto, non
    > posso fare a meno di sottolineare la
    > differenza tra auspicio e fondata
    > previsione:

    Una via di mezzo tra l'auspicio e la fondatezza? nemmeno?

    > 1 - la causa SCO - Linux e' tutt'altro che
    > risolta; e' ovvio che quello di SCO e' un
    > bluff, ma non e' altrettando ovvio che
    > questo polverone non stia nuocendo a Linux a
    > livello di diffusione aziendale. I dati
    > infatti dimostrano un calo, non massiccio ma
    > sensibile, nella crescita della diffusione
    > di Linux nelle aziende.

    Dati di chi? sondaggio pagato da chi? e la domanda del sondaggio è ben posta? è forse come quella "volte mandare i vostri figli in guerra contro i kamikaze?" oppure è come quella "volete mandare i soldati ben pagati e addestratti contro chi appoggia i terroristi delle torri gemelle?"

    > 2 - La notizia di oggi sulla Cina la accolgo
    > con piacere e speranza, ma - al momento - si
    > parla di prospettive.

    Convengo che la reale portata non è comprensibile a noi occidentali ma paralre di "prospettive" mi pare un po' di parte. Diciamo che se quei pacchetti vengono tutti installati in pc e utilizzati da cittadini din un paese orientale la cui organizzazione sociale è sconosciuta ai più, allora la prospettiva (?) e di avere mille o duemila installazioni entro dicembre di quest'anno. La prospettiva di gennaio dell'anno prox è uguale.

    Ergo non occorre aspettare molto per vedere la prospettiva tramutarsi in realtà.

    > L'azione di SUN in
    > Cina deve ancora diventare operativa ed i
    > suoi effetti devono ancora essere valutati.

    E qui concordiamo, infatti la Cina non è un paese occidentale e noi non siamo in grado di capire cosa succederà. Quindi mi baso sui dati e sulla mie poche nozioni orientali.

    > Soprattutto bisogna ancora vedere la
    > contromossa di Microsoft.

    Fuffa, la Cina non è l'Italia, su questo sono abbastanza sicuro, Bill Gates è occidentale e non ha nemmeno un ideogramma nel suo nome...

    > Quanto sopra solo per far presente che i
    > fatti, per ora, non sconfessano
    > assolutamente quanto affermato da
    > Attivissimo.

    Eppure dei risultati sono stati raggiunti, al massimo ti concedo una verifica per il prossimo mese...:)

    > Il mercato si costruisce anche
    > qui, in occidente, e proprio qui un
    > atteggiamento pragmatico permetterebbe a
    > Linux una diffusione molto maggiore.

    Siamo sicuri che la strada passi per l'occidente? o meglio per l'Europa?

    > Soprattutto sono convinto che mischiare lo
    > "spirito" informatico di Linux con
    > imprecisate idee socialisteggianti e
    > antiproprietarie (nel senso politico del
    > termine)

    Alt! Sei sicuro di avere letto quel che ho scritto? Parlo di oriente e non di socialismo/comunismo ecc. Parlo di Cina che trascina Giappone e Korea, dove lo vedi il socialismo in queste asserzioni?

    > risulti, oltre che incongruo
    > controproducente. In particolare considero
    > folle l'attacco ad alzo zero contro il
    > software chiuso ed a licenza a postazione.

    ??? Forse non hai le idee chiare ma una grossa parte del mio articolo parlava del pacchetto venduto da SUN al costo di 50$ alla Cina, se leggi pure PI troverai che si parla di star office che è in parte chiuso, si parla di sunlinux che credo sia in parte chiuso e si parla di licenze a postazione. Spero tu parli con qualcun altro in questo post rivolto a me...

    > Open Source e Licenze closed possono in
    > realtà convivere benissimo e bilanciarsi a
    > vicenda, basta delimitare i rispettivi
    > ambiti ed evitare rozze chiusure tipo qualla
    > di Caldera qualche anno fa.

    Come in Star office o in Suse? sono d'accordo.

  • - Scritto da: Sandro kensan

    In generale confido anch'io nel mercato cinese per l'espansione di Linux, soprattutto perchè la Cina è anche produttrice di hardware. Non confondiamo pero' speranze e prospettive di sviluppo con risultati acquisiti. E' solo un richiamo al realismo.
    >
    [cut]
    >
    > > Il mercato si costruisce anche
    > > qui, in occidente, e proprio qui un
    > > atteggiamento pragmatico permetterebbe a
    > > Linux una diffusione molto maggiore.
    >
    > Siamo sicuri che la strada passi per
    > l'occidente? o meglio per l'Europa?

    Senza dubbio la strada passa anche e soprattutto attraverso paesi informaticamente emergenti, come India, Brasile e, appunto Cina. Credo però che si dovrebbe fare il possibile per consentire una diffusione concreta di Linux anche in Europa, che resta un mercato strategico per tutta una serie di motivi che sarebbe troppo lungo elencare.

    > > Soprattutto sono convinto che mischiare lo
    > > "spirito" informatico di Linux con
    > > imprecisate idee socialisteggianti e
    > > antiproprietarie (nel senso politico del
    > > termine)
    >
    > Alt! Sei sicuro di avere letto quel che ho
    > scritto? Parlo di oriente e non di
    > socialismo/comunismo ecc. Parlo di Cina che
    > trascina Giappone e Korea, dove lo vedi il
    > socialismo in queste asserzioni?

    Attenzione. Qui non sto parlando del tuo articolo, ma chioso la critica che fa Attivissimo di un certo tipo di "fondamentalismo". Troppo spesso si leggono, su PI e altrove, certi goffi quanto pericolosi tentativi di tracciare un trait d'union tra l'open source e certe dottrine politiche.
    I manifesti di certi LUG sono molto eloquenti al riguardo.
    Ovviamente la questione e' del tutto infondata, ma questo tipo di atteggiamento diventa molto pericoloso nell'ottica di una maggiore diffusione di Linux in ambito aziendale. Non parliamo poi degli USA. Chiariamo che Linux (o se si vuole GNU/Linux) e' un sistema operativo e l'open source e' un modo per sviluppare e distribuire il software. Tutto cio' non ha niente a che fare con la politica e in nulla e' contrario alle attività imprenditoriali o all'idea di profitto o all'uso del software in qualsiasi campo. E' vero che il modello open source porta con se' un modello di libero mercato e tende ad escludere prospettive di monopolio, ma al di la' di questo credo che vadano esclusi al 100% connotati "politicheggianti". Un tipico esempio di questo tipo di vaneggiamenti si e' avuto, diversi mesi fa, quando qualcuno propose di inserire nella licenza GNU un codicillo che vietava l'uso di tale software per apparecchiature militari. Si trattava di fesserie, ovviamente, ma magari qualcuno ci crede.

    > > risulti, oltre che incongruo
    > > controproducente. In particolare considero
    > > folle l'attacco ad alzo zero contro il
    > > software chiuso ed a licenza a postazione.
    >
    > ??? Forse non hai le idee chiare ma una
    > grossa parte del mio articolo parlava del
    > pacchetto venduto da SUN al costo di 50$
    > alla Cina, se leggi pure PI troverai che si
    > parla di star office che è in parte chiuso,
    > si parla di sunlinux che credo sia in parte
    > chiuso e si parla di licenze a postazione.
    > Spero tu parli con qualcun altro in questo
    > post rivolto a me...

    Vedi sopra. Non parlavo del tuo articolo.
    In ogni caso le licenze a postazione sono solo per StarOffice e per i moduli proprietari Sun. Linux e' e resta open source. Non c'e' nessun problema. Io ho acquistato SuSE Linux Office Desktop. SuSE e' open source (YaST non al 100%) ma Crossover office no. SuSE lo installi su 10, 100, 1000 PC ma crossover solo su 1. Non ho problemi ad accettare questo stato di cose. L'importante e' la chiarezza.

    > > Open Source e Licenze closed possono in
    > > realtà convivere benissimo e bilanciarsi a
    > > vicenda, basta delimitare i rispettivi
    > > ambiti ed evitare rozze chiusure tipo
    > qualla
    > > di Caldera qualche anno fa.
    >
    > Come in Star office o in Suse? sono
    > d'accordo.

    Esatto. Per fare un altro esempio, basti pensare a Ximian Evolution ed a Ximian Connector. Quello che voglio dire e' che la "chiusura" del software in alcuni casi e' del tutto comprensibile e logica. Le guerre di religione sono fuori luogo.
    Saluti
    Prospero
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo


    >   Quello che voglio dire e' che la
    > "chiusura" del software in alcuni casi e'
    > del tutto comprensibile e logica. Le guerre
    > di religione sono fuori luogo.

    Bhe ultimamente è successo che qualche cattivo ha pure tentato un hacking sul kernal di Linux, pare che bitkeeper, un sw closed source per la gestione delle modifiche analogo al cvs, sia stato utile per accorgersi della modifica.

    Comunque non trovo sbagliato puntualizzare che il core del sistema Libero è fatto da codice e persone che ragionano in termini di GPL. Poi di contorno ci può essere tutto il closed source che si vuole ma la baracca va avanti soprattutto per merito di Stallman.

    Linus è in gamba ma è il mantainer solo di un progetto: il kernel, la GPL invece oltre a permettere lo sviluppo di linux, è in tutti i progetti fondamentali che danno vita al pinguino.
  • Non accusatemi di razzismo perchè NON sono un razzista...

    La Cina è una nazione che non ha ancora raggiunto un livello di diffusione tecnologica nella vita di tutti i giorni che possa essere comparata ad un paese occidentale.

    Mi sembra assolutamente discutibile la scelta di una piattaforma certamente economica ma non ancora al "top" e soprattutto senza una grande società alle spalle...

    Di solito quando una casa automobilistica crea un nuovo modello, vende tutti i resti del vecchio modello in paesi economicamente più poveri... non sarà un po' la stessa cosa nei confronti dei Cinesi?

    Immaginate uno studente cinese che impara ad usare Linux e che poi viene a studiare in Italia all'università: non troverà NESSUN pc con linux installato... allora, a cosa gli sarà servito???

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Mi sembra assolutamente discutibile la
    > scelta di una piattaforma certamente
    > economica ma non ancora al "top" e
    > soprattutto senza una grande società alle
    > spalle...
    Perchè non sarebbe al "Top" come dici tu?
    >
    > Di solito quando una casa automobilistica
    > crea un nuovo modello, vende tutti i resti
    > del vecchio modello in paesi economicamente
    > più poveri... non sarà un po' la stessa cosa
    > nei confronti dei Cinesi?
    Se secondo te è un vecchio modello, ti ricordo che in Europa molte PA hanno deciso di adottare Linux, e anche Akamai, società a cui si appoggia, pensa un po', M$ lo usa...

    >
    > Immaginate uno studente cinese che impara ad
    > usare Linux e che poi viene a studiare in
    > Italia all'università: non troverà NESSUN pc
    > con linux installato... allora, a cosa gli
    > sarà servito???
    A parte il fatto che uno che sa usare Linux non avrà nessun problema ad usare Windos, ma perchè dice NESSUN PC?


  • > Perchè non sarebbe al "Top" come dici tu?

    Perchè ogni due giorni devo patchare qualcosa e se mio fratello mi presta il suo scanner perchè il mio è rotto mi devo sbattere al'infinito per trovare un driver funzionante (se c'è)...

    > Se secondo te è un vecchio modello, ti
    > ricordo che in Europa molte PA hanno deciso
    > di adottare Linux, e anche Akamai, società a
    > cui si appoggia, pensa un po', M$ lo usa...

    Esempio:
    La seconda compagnia telefonica in ITALIA (non vi dico il nome, tanto lo capite tutti), utilizza per default Win 95 Explorer 4 sui suoi computer... la risposta è semplice: ci sono molti incompetenti in giro...

    > A parte il fatto che uno che sa usare Linux
    > non avrà nessun problema ad usare Windos,

    Ah si??? Non mi sembra proprio...

    > ma perchè dice NESSUN PC?

    Quanti pc hanno linux installato sul desktop? penso un numero compreso tra 0 e 0.02....    
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Perchè ogni due giorni devo patchare
    > qualcosa e se mio fratello mi presta il suo
    > scanner perchè il mio è rotto mi devo
    > sbattere al'infinito per trovare un driver
    > funzionante (se c'è)...
    Se TU non sai guidare la macchina, non significa che la bicicletta sia migliore

    >
    > > Se secondo te è un vecchio modello, ti
    > > ricordo che in Europa molte PA hanno
    > deciso
    > > di adottare Linux, e anche Akamai,
    > società a
    > > cui si appoggia, pensa un po', M$ lo
    > usa...
    >
    > Esempio:
    > La seconda compagnia telefonica in ITALIA
    > (non vi dico il nome, tanto lo capite
    > tutti), utilizza per default Win 95 Explorer
    > 4 sui suoi computer... la risposta è
    > semplice: ci sono molti incompetenti in
    > giro...
    Non mi sembra una risposta, non si parlava di M$ ma di Linux; comunque se ci tieni, non credo proprio che Win 95 sia il "Top"

    >
    > > A parte il fatto che uno che sa usare
    > Linux
    > > non avrà nessun problema ad usare Windos,
    >
    > Ah si??? Non mi sembra proprio...
    Non parlavo di ideologia, ma di facilità d'uso

    >
    > > ma perchè dice NESSUN PC?
    >
    > Quanti pc hanno linux installato sul
    > desktop? penso un numero compreso tra 0 e
    > 0.02....    
    Questa sarebbe una risposta? Ti ricordo che uno sul suo desktop si può installare quello che vuole (a parte costrizioni monopolistiche), sui server, anche quelli universitari, la diffusione di Linux è capillare. Nella mia azienda non c'è un solo computer funzionante da server con Windows, sono tutti con Linux


  • > Se TU non sai guidare la macchina, non
    > significa che la bicicletta sia migliore

    Il problema non è saper guidare una macchina, il problema è che i pezzi di ricambio non esistono... se il driver per lo scanner non esiste, cosa posso fare? Non vado certo a sviluppare un driver, vero???

    > > Ah si??? Non mi sembra proprio...
    > Non parlavo di ideologia, ma di facilità
    > d'uso

    Ah, beh, allora è diverso... sono concorde con te...

    > Questa sarebbe una risposta? Ti ricordo che
    > uno sul suo desktop si può installare quello
    > che vuole (a parte costrizioni
    > monopolistiche), sui server, anche quelli
    > universitari, la diffusione di Linux è
    > capillare. Nella mia azienda non c'è un solo
    > computer funzionante da server con Windows,
    > sono tutti con Linux

    Attenzione... ognuno sul SUO desktop si installa quello che vuole, ma all'università tu non hai il diritto di installare un os su un computer desktop. Al lavoro non ho il diritto di installare Linux sul mio desktop...

    A casa ho installato qualche mese fa una Red Hat e sono abbastanza soddisfatto in generale, ma lo scanner non lo posso usare... che faccio?

    E comunque non stavo parlando di server, penso che non ci siano dubbi del valore di LINUX lato server. Le mie perplessità sono a livello desktop...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Il problema non è saper guidare una
    > macchina, il problema è che i pezzi di
    > ricambio non esistono... se il driver per lo
    > scanner non esiste, cosa posso fare? Non
    > vado certo a sviluppare un driver, vero???
    A parte il fatto che è molto probabile che esista o esisterà, anche perchè la diffusione di Linux anche in Cina spingerà i produttori a fornire l'hw, ma comunque stai solo un po' attento quando lo compri l'hw.

    >
    > > > Ah si??? Non mi sembra proprio...
    > > Non parlavo di ideologia, ma di facilità
    > > d'uso
    >
    > Ah, beh, allora è diverso... sono concorde
    > con te...
    E quindi non è meglio saperli usare entrambi? Sorride

    >
    > > Questa sarebbe una risposta? Ti ricordo
    > che
    > > uno sul suo desktop si può installare
    > quello
    > > che vuole (a parte costrizioni
    > > monopolistiche), sui server, anche quelli
    > > universitari, la diffusione di Linux è
    > > capillare. Nella mia azienda non c'è un
    > solo
    > > computer funzionante da server con
    > Windows,
    > > sono tutti con Linux
    >
    > Attenzione... ognuno sul SUO desktop si
    > installa quello che vuole, ma all'università
    >   tu non hai il diritto di installare un os
    > su un computer desktop. Al lavoro non ho il
    > diritto di installare Linux sul mio
    > desktop...
    Nella mia di Università c'erano sia PC con Windows sia PC con Linux, e anche nelle università con cui sono entrato in contatto per vari motivi

    >
    > A casa ho installato qualche mese fa una Red
    > Hat e sono abbastanza soddisfatto in
    > generale, ma lo scanner non lo posso
    > usare... che faccio?
    cerchi i driver nei posti giusti o stai attento quando lo compri...

    >
    > E comunque non stavo parlando di server,
    > penso che non ci siano dubbi del valore di
    > LINUX lato server. Le mie perplessità sono a
    > livello desktop...
    Vedi sopra...

  • > >
    > > A casa ho installato qualche mese fa una
    > Red
    > > Hat e sono abbastanza soddisfatto in
    > > generale, ma lo scanner non lo posso
    > > usare... che faccio?
    > cerchi i driver nei posti giusti o stai
    > attento quando lo compri...

    Problema: non ho molta voglia di ricomprare tutto il mio hardware perchè ho cambiato il sistema operativo.... ti sembra cosi' strano???
    non+autenticato
  • > ricambio non esistono... se il driver per lo
    > scanner non esiste, cosa posso fare? Non
    > vado certo a sviluppare un driver, vero???

    Ti prendi uno scanner che sicuramente funziona.

    > A casa ho installato qualche mese fa una Red
    > Hat e sono abbastanza soddisfatto in
    > generale, ma lo scanner non lo posso
    > usare... che faccio?

    Premetto che non sono un sistemista ne un genio dell'informatica e neppure uno scienziato.
    Ho avuto il tuo stesso problema con uno scanner canon 670u ....sai che ho fatto?
    Ho installato apt-get per rmp, ho inserito i repositery giusti e l'ho lanciato:
    apt-get update
    apt-get upgrade
    in pochi minuti ho aggiornato tutte le mie applicazioni, compreso sane. Puoi anche scaricarlo da quà:
    http://www.sane-project.org/source.html
    Ora dimmi, se il tuoi scanner non funziona su windows che fai? cerchi ovviamente i driver giusto?....con linux è la stessa cosa, ti cerchi sane aggiornato ed è fatto, se non funziona con sane è colpa tua che ti sei cercato uno scanner senza supporto!

    > Le mie perplessità sono a
    > livello desktop...

    Io lo trovo maturo e stabile (io uso gnome 2.4), alcune cose sono da migliorare, ma il lavoro che stanno facendo è ottimo e già ora è usabile anche sul lavoro. Guardati anche le caratteristiche del futuro gnome 2.6

    Ciao
    Gianni
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Perchè non sarebbe al "Top" come dici tu?
    >
    > Perchè ogni due giorni devo patchare
    > qualcosa

    Infatti con winslow non devi mai patchare nullaA bocca aperta
    ps. ti ricordo la sottile differenza tra una distribuzione linux (s.o. + suite office + programmi di grafica + ... ) e windows (s.o.)

    > e se mio fratello mi presta il suo
    > scanner perchè il mio è rotto mi devo
    > sbattere al'infinito per trovare un driver
    > funzionante (se c'è)...

    Gran parte dell'hardware è oramai supportato bene in linux, e mano a mano che la diffusione di Linux aumenta (vedi il 1.000.000 di computer in Cina) le aziende _dovranno_ rilasciare i driver per i loro prodotti.
    Premesso questo, se hai dei problemi:
    1. in futuro non comprare più nulla di quella marca perché è chiaramente poco seria
    2. manda un'email al supporto clienti chiedendo a gran voce il rilascio dei driver

    > > Se secondo te è un vecchio modello, ti
    > > ricordo che in Europa molte PA hanno
    > deciso
    > > di adottare Linux, e anche Akamai,
    > società a
    > > cui si appoggia, pensa un po', M$ lo
    > usa...
    >
    > Esempio:
    > La seconda compagnia telefonica in ITALIA
    > (non vi dico il nome, tanto lo capite
    > tutti), utilizza per default Win 95 Explorer
    > 4 sui suoi computer... la risposta è
    > semplice: ci sono molti incompetenti in
    > giro...

    Akamai è una società poco seria? Strano, se ci si affida M$...
    La PA del Brasile è poco seria? E quella di Monaco? E quella Cinese? E quella Koreana? E ...
    Stanno sbagliando tutti?


    > > A parte il fatto che uno che sa usare
    > Linux
    > > non avrà nessun problema ad usare Windos,
    >
    > Ah si??? Non mi sembra proprio...

    click.. click... click... riavvia... click... click...


    > > ma perchè dice NESSUN PC?
    >
    > Quanti pc hanno linux installato sul
    > desktop? penso un numero compreso tra 0 e
    > 0.02....    

    Nel 2005 il numero di desktop Linux supererà il numero di desktop Macintosh, e questo dovrebbe far riflettere...
    Ovvio che se poi ci sono notizie come queste (1.000.000 di pc in una botta sola), la situazione non può che migliorare.
    non+autenticato

  • > ps. ti ricordo la sottile differenza tra una
    > distribuzione linux (s.o. + suite office +
    > programmi di grafica + ... ) e windows
    > (s.o.)

    Si, ma linux + suite office + programmi di grafica + altro non è gratis, ma devi pagare la distro... cambia qualcosa???

    > Premesso questo, se hai dei problemi:
    > 1. in futuro non comprare più nulla di
    > quella marca perché è chiaramente poco seria
    > 2. manda un'email al supporto clienti
    > chiedendo a gran voce il rilascio dei driver
    >
    Già fatto, mi hanno risposto picche. Cosa faccio? Butto via lo scanner perchè voglio usare il pinguino???


    > Akamai è una società poco seria? Strano, se
    > ci si affida M$...
    > La PA del Brasile è poco seria? E quella di
    > Monaco? E quella Cinese? E quella Koreana? E
    > ...
    > Stanno sbagliando tutti?
    >

    Stessa obiezione del post precedente: non stavo parlando di server, ma di desktop


    > Nel 2005 il numero di desktop Linux supererà
    > il numero di desktop Macintosh, e questo
    > dovrebbe far riflettere...

    No, negli ultimi tre mesi la vendita di suse ha superato le vendite del nuovo Mac OS sul sito di Amazion... quando si fanno citazioni, verificare please...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > ps. ti ricordo la sottile differenza tra
    > una
    > > distribuzione linux (s.o. + suite office +
    > > programmi di grafica + ... ) e windows
    > > (s.o.)
    >
    > Si, ma linux + suite office + programmi di
    > grafica + altro non è gratis, ma devi pagare
    > la distro... cambia qualcosa???

    www.linuxiso.org
    mandrake è gratuita, fedora (ex redhat) è gratuita, suse è gratuita (basta installarla da ftp), gentoo/debian/knoppix/slackware sono gratuite, yoper/arch ... eccetera eccetera

    se vuoi pagare una distro sei libero di farlo, e in tal caso otterrai manuali cartacei e supporto telefonico/online... ma ci sono centinaia di distribuzioni gratuite! L'unica solo a pagamento che conosco è Lindows.


    > > Premesso questo, se hai dei problemi:
    > > 1. in futuro non comprare più nulla di
    > > quella marca perché è chiaramente poco
    > seria
    > > 2. manda un'email al supporto clienti
    > > chiedendo a gran voce il rilascio dei
    > driver
    > >
    > Già fatto, mi hanno risposto picche. Cosa
    > faccio? Butto via lo scanner perchè voglio
    > usare il pinguino???

    hai guardato qui?
    http://www.sane-project.org/sane-supported-devices...

    più generalmente, una ricerca con google del tipo
    "marca e modello tua periferica" linux'
    es.:    "epson 1250" linux
    ti dirà se e come qualcuno è riuscito a farlo funzionare

    ripeto: il prossimo scanner che compri sceglilo di un'altra marca, quella attuale è decisamente poco attenta alle esigenze dei clienti


    > > Akamai è una società poco seria? Strano,
    > se
    > > ci si affida M$...
    > > La PA del Brasile è poco seria? E quella
    > di
    > > Monaco? E quella Cinese? E quella
    > Koreana? E
    > > ...
    > > Stanno sbagliando tutti?
    > >
    >
    > Stessa obiezione del post precedente: non
    > stavo parlando di server, ma di desktop

    anch'io stavo parlando di desktop. Le nazioni che vedi hanno scelto Linux nell'ambito della pubblica amministrazione, dove prima usavano Winslow.


    > > Nel 2005 il numero di desktop Linux
    > supererà
    > > il numero di desktop Macintosh, e questo
    > > dovrebbe far riflettere...
    >
    > No, negli ultimi tre mesi la vendita di suse
    > ha superato le vendite del nuovo Mac OS sul
    > sito di Amazion... quando si fanno
    > citazioni, verificare please...

    Quello è un altro dato.
    Io mi riferivo a questo: http://php.tevac.com/artview.php?art_id=8497
    Comunque hai ragione, c'era un errore: non è il 2005 ma il 2004A bocca aperta
    non+autenticato
  • E il primo di una lunga serie! Un milione di Linux in un paese popoloso come la Cina è un formidabile trampolino di lancio! Che potrebbe portare i colossi del Software (applicativi vari, videogiochi ecc...) a sviluppare i loro programmi diffusissimi anche per Linux, e i produttori di hardware a rilasciare regolarmente driver per linux.

    Dopo di che non ci sarà alcun motivo logico per tenere Windows.

    Addio Bill.
  • L'avventura di Windows volge alla fine... E' stata bella finché è durata! Ora è finita... con i cinesi o senza!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > L'avventura di Windows volge alla fine... E'
    > stata bella finché è durata! Ora è finita...
    > con i cinesi o senza!

    E' stata bella?
    E' stato un calvario!
    Anni di sotterfugi, trucchi, truffe e rapine, promesse mai mantenute a parte la sicurezza del prezzo sulla confezione ogni anno piu' alto.
    Aziende acquisite e fatte fallire.
    Produttori e rivenditori ricattati.
    Prodotti migliori boicottati o contrastati con mezzi illeciti.
    Utenti trattati da imbecilli e usati come beta tester.
    Pupazzetti colorati tanti ma funzionalita' nuove e utili zero.
    Virus, Bug e Crash a tempesta.
    Tangenti e regalie per vincere gare d'appalto.

    Ecc. ecc. ecc. ecc. ecc. ecc.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > L'avventura di Windows volge alla fine...
    > E'
    > > stata bella finché è durata! Ora è
    > finita...
    > > con i cinesi o senza!
    >
    > E' stata bella?
    > E' stato un calvario!
    > Anni di sotterfugi, trucchi, truffe e
    > rapine, promesse mai mantenute a parte la
    > sicurezza del prezzo sulla confezione ogni
    > anno piu' alto.
    > Aziende acquisite e fatte fallire.
    > Produttori e rivenditori ricattati.
    > Prodotti migliori boicottati o contrastati
    > con mezzi illeciti.
    > Utenti trattati da imbecilli e usati come
    > beta tester.
    > Pupazzetti colorati tanti ma funzionalita'
    > nuove e utili zero.
    > Virus, Bug e Crash a tempesta.
    > Tangenti e regalie per vincere gare
    > d'appalto.
    >
    > Ecc. ecc. ecc. ecc. ecc. ecc.
    >

    ti sei dimenticato il video di Ballmer ...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)