La chiave lo smartphone

Bitlock l'ennesima startup che punta a creare un lucchetto controllato via telefono. In questo caso per la bicicletta

La crisi economica miete vittime e una delle rinunce più comuni, per chi lavora in città ed è ben collegato, è sicuramente la macchina. Viaggiare sui mezzi pubblici è spesso un percorso a ostacoli, così l'alternativa più gettonata, tanto economica quanto salutare, è tornare sui pedali e affidarsi alla cara vecchia bicicletta. Che la due ruote sia tornata a risplendere è testimoniato da tanti fattori, non ultimo dalla comparsa di diversi e innovativi rimedi per difendersi dai ladri di biciclette. Un fenomeno in crescita, che costringe gli appassionati a guardarsi intorno per sostituire i lucchetti tradizionali, troppo vulnerabili, e restare tranquilli. La risposta all'enigma potrebbe essere BitLock, il lucchetto a ferro di cavallo che abbandona le chiavi in favore dello smartphone. Un dispositivo che ricorda per concetto e funzionamento Kevo, Lockitron e Goji, altre serrature intelligenti che al posto delle chiavi si affidano al telefono per aprire la porta di casa.

In questo caso per bloccare o sbloccare la bici basta tirare fuori il telefono, attivare l'applicazione e premere il pulsante. Collegato tramite Bluetooth alla bicicletta, BitLock identifica il proprietario e si apre consentendo di non perdere tempo a cercare le chiavi. L'obbligo è ricordarsi sempre di prendere lo smartphone prima di uscire e di non restare senza batteria. Un problema fastidioso quest'ultimo, cui si può sempre rimediare. Il buon Mehrdad Majzoobi, ingegnere elettronico amante della natura e col pallino della tecnologia, ha escogitato infatti un vecchio trucco per i più sbadati: un codice di sedici cifre che aggira il blocco e che è consigliato segnarsi su un pezzo di carta da mettere nel portafogli (che dovrete ricordarmi di portarvi dietro). E se siete il re degli sfortunati e perdete il telefonino, niente paura perché potete disabilitare l'account e cambiare la password d'accesso, oppure scaricare l'applicazione e impostare il vostro account sullo smartphone di un amico. Realizzato in acciaio e progettato per resistere a qualsiasi condizioni climatica e intemperie, BitLock ha una batteria con un'autonomia di cinque anni (esegue fino a 10.000 bloccaggi/sbloccaggi) e vi avvertirà quando sta per scaricarsi con un messaggio sul cellulare. Compatibile con iPhone 4S, 5 e 5S e tutti i dispositivi con a bordo Android 4.3, BitLock è dotato di GPS per localizzare la posizione della bicicletta (buona funzione post-sbronza quando non ci si ricorda molto di quanto fatto la sera prima) e integra alcune applicazioni per calcolare le calorie bruciate e la distanza percorsa. Il prototipo è sbarcato su Kickstarter per raccogliere 120mila dollari e dopo sei giorni è già oltre metà percorso. Se vi ha conquistato potete sostenere il progetto e acquistarne uno per 99 dollari (già esaurita la fascia da 79 dollari) e attendere la prossima primavera per sfoggiarlo davanti agli amici. (via TechCrunch)
TAG: gadget