Gaia Bottà

Belgio: la pirateria va fermata, non tassata

Lo stato si intromette nella disputa tra la collecting society SABAM e gli ISP, a cui è stato chiesto un risarcimento sistematico per la pirateria. SABAM avrebbe formulato una richiesta illegale

Roma - Tassare i provider perché attraverso le connessioni fornite agli utenti scorrono opere protette, condivise e scaricate illegalmente non è una richiesta in linea con la legge: le autorità del Belgio si schierano contro la collecting society SABAM, lo scontro è inevitabile, e potrebbe contribuire ad alimentare o affievolire le aspettative dei tanti soggetti che vorrebbero imporre ai fornitori di connettività un contributo per i danni creati all'industria dei contenuti dagli utenti della Rete.

È da anni che SABAM intende rivendicare i diritti dei propri associati rivolgendosi ai fornitori di connettività: secondo la tesi della collecting society belga, gli ISP lucrano proprio sulla prospettiva della pirateria, offrendo ai propri utenti banda da sfruttare anche per servizi di condivisione pirata. Oltre a fare leva sugli appetiti pirata dei netizen, gli ISP agevolerebbero questo mercato del sommerso (checché ne dicano le istituzioni europee): per questo motivo, nel mese di maggio, SABAM si è rivolta alla giustizia perché imponesse a provider come Belgacom, Telenet e Voo di versare il 3,4 per cento dei profitti maturati in qualità di compensazione per i danni arrecati ai detentori dei diritti dalle abitudini dei loro utenti.

Le denuncia, oltre ad aver suscitato la prevedibile opposizione dei provider, ha indispettito le autorità. Che, attraverso l'istituzione governativa FOD Economie, incaricata anche di vigilare sulle collecting society, hanno ora ufficialmente intimato a SABAM di ritirare la propria denuncia.
Fornire connettività non avrebbe nulla a che vedere con i contenuti, le loro pubblicazione e la loro organizzazione in senso editoriale, spiega FOD Economie facendo riferimento alla Direttiva europea sul commercio elettronico, e i provider non rivestono che un ruolo di neutri intermediari rispetto al traffico che scorre in Rete: SABAM non potrebbe accampare alcun diritto supportato dalla legge rispetto agli ISP, né potrebbe accusarli di agevolare la violazione del diritto d'autore e di trarne profitto. Il governo belga sottolinea che, nel momento in cui la giustizia riconoscerà che la collecting society sta agendo contro la legge, SABAM potrebbe trovarsi costretta a pagare fino a 100mila euro per ogni giorno di resistenza.

Ma SABAM è arroccata sulle proprie posizioni e confida in un esito dello scontro legale a proprio favore: il governo starebbe semplicemente agendo nei propri interessi, in qualità di detentore della quota di maggioranza dell'operatore Belgacom. La versione di FOD Economie è completamente diversa: questa sorta di equo compenso sull'attività dei fornitori di connettività finirebbe per ricadere sulle spalle dei consumatori, che inevitabilmente assisterebbero ad un aumento del prezzo degli abbonamenti. E, aspetto assolutamente non trascurabile, non avrebbe alcun effetto contenitivo rispetto alla condivisione illegale.

Gaia Bottà
Notizie collegate
  • AttualitàBelgio, gli ISP e i risarcimenti per la pirateriaLa collecting society belga SABAM contro i principali provider nazionali. Accusati di aver permesso la pirateria attraverso le connessioni. Per questo ci vorrebbe un surrogato di "equo compenso" a mo' di risarcimento applicato alle ADSL
  • AttualitàFile sharing, una tassa per i provider?Dal World Copyright Summit un grido d'allarme dalle varie collecting society: i vari ISP - ma anche piattaforme come YouTube - guadagnerebbero dalla condivisione illecita dei contenuti. Proposta una tassa per gli intermediari
  • AttualitàUK, tassare la Rete per salvare i giornaliLa democrazia in pericolo con la chiusura dei grandi quotidiani? Il vicedirettore del britannico The Guardian ha la soluzione: 2 sterline dati ai provider, un fondo succulento per l'editoria
  • AttualitàDe Benedetti, un fiorino per le newsIn gioco ci sarebbe la sopravvivenza stessa di un giornalismo di qualità. Il presidente del gruppo L'Espresso lancia una personale proposta: far pagare un obolo agli operatori internet e ai fornitori di connettività
34 Commenti alla Notizia Belgio: la pirateria va fermata, non tassata
Ordina
  • SABAM deve versare il 3,4% del SUO fatturato agli ISP.
    Se no è comodo, se undenuncia, se vince prende soldi, se perde non ne perde... eh no, non è giocare a armi pari... quindi, cara SABAM, SCUCI LA GRANA così ci pensi due volte la prossima volta!!!

    http://youtu.be/SFuAk66Ino8?t=4m43s
  • Cantano quando fanno la doccia?
    Vogliamo mica permettergli di cantare a sbafo?
    non+autenticato
  • > Cantano quando fanno la doccia?
    > Vogliamo mica permettergli di cantare a sbafo?

    No, la SIAE ha espressamente escluso questa possibilità. Cito dal direttore della SIAE di Puglia e Basilicata:

    " La legge prevede esclusioni (ad esempio non è dovuto alcun compenso se fischietto sotto la doccia, oppure se nella scuola si insegna musica... "

    Vedi qui:
    http://punto-informatico.it/1641459/PI/News/siae-g...

    Questo per quanto riguarda l'Italia. Per quanto riguarda la SABAM belga non saprei, che abbiano regole diverse? Annoiato
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dario Gai
    > > Cantano quando fanno la doccia?
    > > Vogliamo mica permettergli di cantare a
    > sbafo?
    >
    > No, la SIAE ha espressamente escluso questa
    > possibilità. Cito dal direttore della SIAE di
    > Puglia e
    > Basilicata:
    >
    > " La legge prevede esclusioni (ad
    > esempio non è dovuto alcun compenso se fischietto
    > sotto la doccia, oppure se nella scuola si
    > insegna musica...

    > "

    Si sta parlando di cantare, non fischiettare, capito? Se fischietti (magari male) è ok, ma se canti poi devi prenderti la responsabilità di quello che hai fatto, capito? Arrabbiato

    E poi se fischietti sotto la doccia è ok, ma se invece lo fai nella vasca idromassaggio potrebbero esserci grane. Noi ti abbiamo avvertito, poi tu fai un po' come vuoi, ma poi non lamentarti se senti suonare il campanello (e se poi scopriamo che hai messo una musichina anche a quello dovrai pagare). Arrabbiato

    Parola di SIAE
    non+autenticato
  • Se perfino un autorita' governativa (che pare abbastanza rilevante[1]), dice che i dragasaccocce ESAGERANO nelle loro pretestuose pretese, mi pare una buona notizia...
    Da noi, per dire, non e' proprio cosiCon la lingua fuori


    [1] The FPS Economy is not only a market observer or regulator. It also provides the momentum needed to stimulate the market in order to improve its efficiency and competitiveness. To achieve this, the FPS Economy has two modes of leverage: innovation and external competitiveness. Due to its horizontal nature, innovation is integrated into all of the FPS’s policies (SME, energy, telecommunications, competition, etc.).
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba

    > [1] The FPS Economy is not only a market observer
    > or regulator.

    Io adoro l'economia FPS: armi, munizioni e kit di pronto soccorso dispersi ovunque, devi solo fare lo sforzo di andare a prenderli.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Number 6
    > - Scritto da: bubba
    >
    > > [1] The FPS Economy is not only a market
    > observer
    > > or regulator.
    >
    > Io adoro l'economia FPS: armi, munizioni e kit di
    > pronto soccorso dispersi ovunque, devi solo fare
    > lo sforzo di andare a
    > prenderli.
    prendi anche i farmaci, si?Sorride
    non+autenticato
  • Non basta tassare i pirati, poi tanto le multe non le pagano: bisogna istituire delle forze di polizia che controllino tutte le connessioni dei cittadini e vadano a colpire i pirati! La privacy dei cittadini può essere messa da parte per il momento, la pirateria va fermata a qualsiasi costo! Indiavolato
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pianeta Video
    > Non basta tassare i pirati, poi tanto le multe
    > non le pagano

    Confondi tasse e multe ?
    krane
    22544
  • > la pirateria va fermata a qualsiasi
    > costo!
    >Indiavolato

    Il costo è quello di interrompere definitivamente la produzione di film, musica, libri e altri contenuti. La pirateria si fermerebbe in pochi mesi, perchè non ci sarebbe più nulla da piratare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: cicciobello
    > > la pirateria va fermata a qualsiasi
    > > costo!
    > >Indiavolato

    > Il costo è quello di interrompere definitivamente
    > la produzione di film, musica, libri e altri
    > contenuti. La pirateria si fermerebbe in pochi
    > mesi, perchè non ci sarebbe più nulla da
    > piratare.

    E perche' mai si dovrebbe smettere di scambiarsi le opera del passato scusa ? Dopo 70 anni dalla morte dell'ultimo autore si potra' smettere di chiamare pirateria.
    krane
    22544
  • > E perche' mai si dovrebbe smettere di scambiarsi
    > le opera del passato scusa ?

    Magari perchè le hai già?

    Perchè qualcuno dovrebbe scambiarsi i libri che ci sono su liberliber, ad esempio? Basta andare direttamente alla fonte.
    non+autenticato
  • - Scritto da: cicciobello
    > > E perche' mai si dovrebbe smettere
    > > di scambiarsi le opera del passato scusa ?

    > Magari perchè le hai già?

    > Perchè qualcuno dovrebbe scambiarsi i libri che
    > ci sono su liberliber, ad esempio? Basta andare
    > direttamente alla fonte.

    Quello dipende dalle leggi nel momento in cui spariscano i detentori non e' detto che spariscano anche le leggi, per quello ho specificato 70 anni dalla morte.
    krane
    22544
  • - Scritto da: cicciobello
    > > E perche' mai si dovrebbe smettere di
    > scambiarsi
    > > le opera del passato scusa ?
    >
    > Magari perchè le hai già?
    >
    > Perchè qualcuno dovrebbe scambiarsi i libri che
    > ci sono su liberliber, ad esempio? Basta andare
    > direttamente alla
    > fonte.

    Perche' bisogna andare direttamente alla fonte quando invece sono liberamente scambiabili?

    Io metto sempre volutamente in condivisione tutto cio' che e' liberamente condivisibile, anche se si puo' andare alla fonte, cosi' i parassiti piagnina non possono dire che torrent serve solo per scaricare i film sotto copyright!

    Piu' del 90% di quello che io metto in condivisione sono files liberamente distribuibili.
    Sulla parte restante non lo so, perche' non c'e' scritto.
    Nel dubbio condivido, ma ho scritto una nota che se qualcuno dimostra di essere il detentore dei diritti di quel file, me lo segnala e io lo tolgo dalla condivisione.
  • ma ti dirò, vista la qualità delle opere (tutte: libri, film, musica, ...) che stanno sfornando utlimamente, non sarebbe neanche male se si smettesse di produrle. salverei solo qualche software..
    non+autenticato
  • - Scritto da: cicciobello
    > > la pirateria va fermata a qualsiasi
    > > costo!
    > >Indiavolato
    >
    > Il costo è quello di interrompere definitivamente
    > la produzione di film, musica, libri e altri
    > contenuti.

    Tanto rimarrebbero le videoteche con vecchi DVD e le vecchie VHS da noleggiare! Sarebbe ancora meglio perché avrebbero il sapore dell'antico e dell'introvabile! Indiavolato

    > La pirateria si fermerebbe in pochi
    > mesi, perchè non ci sarebbe più nulla da
    > piratare.

    Se questo è quello che serve a fermare la pirateria allora ben venga! Meglio nessun film che un film piratato! Indiavolato
    non+autenticato
  • Insieme alla VHS, dareste eventualmente in noleggio il videoregistratore ? Se si a quanto ?
  • contenuto non disponibile
  • ...chiederanno l'obolo anche ai produttori di altoparlanti e monitor perchè permettono l'ascolto e la visione di contenuti piratati.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)