Una Washington più antispam

Nuova normativa in arrivo

Washington (USA) - Si avvicina al completamento dell'iter parlamentare negli Stati Uniti la nuova legge contro lo spam che, seppure da molti criticata, viene vista come un primo importante passo necessario per colpire gli spammer. Dopo l'approvazione del nuovo testo da parte della Camera dei Rappresentanti, la legge è ora al vaglio del Senato.

Gli elementi fondanti della normativa sono la messa fuorilegge dello spam più becero e ripetuto, l'imposizione dell'identificabilità del mittente, della possibilità di non vedersi più recapitare spam da uno stesso fornitore, l'imposizione di porre un simbolo su tutte le email commerciali e altro ancora. Per chi viola la legge sono previste pene fino a cinque anni di carcere.

Secondo il chairman Microsoft, Bill Gates, da tempo impegnato contro lo spam, il voto della Camera è "una pietra miliare nella battaglia contro lo spam e un passo importante verso il mantenere la posta elettronica quale potente strumento di comunicazione".
TAG: spam