Luca Annunziata

Instagram c'è anche per Windows Phone

Annunciata da mesi, finalmente l'app è disponibile nel marketplace. Rispetto alle equivalenti Android e iOS manca di qualcosa. Ma è una vittoria per Microsoft e il suo ecosistema

Roma - Era diventata una sorta di tormentone, con molti osservatori che ironizzavano sullo status di vaporware raggiunto da Instagram per Windows Phone. E invece eccola disponibile nello Store degli smartphone di Redmond, pur con qualche differenza rispetto alle altre piattaforme: l'esperienza Instagram c'è, finalmente, anche per i Lumia e tutti gli altri device che montano il sistema operativo Microsoft, e non è la sola buona notizia della giornata per Joe Belfiore e il suo team che sviluppa l'ecosistema mobile.

Instagram per Windows Phone è contrassegnata dalla dicitura "beta": l'app funziona alla stregua di quelle per iOS o Android, pur con qualche variazione estetica nella disposizione dei pulsanti e nel layout delle pagine, ma manca di alcune parti che rendono l'esperienza monca rispetto alla concorrenza. Manca infatti la possibilità di effettuare riprese video, manca la possibilità di taggare altri utenti nelle foto, manca la possibilità di visualizzare le informazioni GPS abbinate agli scatti. Sul blog ufficiale, Instagram ammette le carenze e rassicura gli utenti: è solo la prima versione, i lavori sono in corso e prossimamente queste funzioni mancanti arriveranno anche su Windows Phone.

Un piccolo giallo si è scatenato oltreoceano pure sulle doti fotografiche di Instagram per Windows Phone: alcune testate si sono lanciate in lunghe dissertazioni sulla impossibilità di scattare una foto e pubblicarla, basandosi sulle informazioni contenute nel materiale fornito alla stampa. In realtà l'app è perfettamente in grado di effettuare uno scatto, fotoritoccarlo e pubblicarlo: l'unica differenza rispetto a iOS e Android è che di default propone di prelevare uno scatto già effettuato per modificarlo, ma è comunque possibile pigiare il pulsante a forma di macchina fotografica ed effettuare una ripresa. L'app si appoggia alle funzioni di sistema per farlo, quindi tecnicamente si esce da Instagram, ma sul piano pratico non cambia nulla: si scatta la foto, si applicano i filtri e si pubblica, esattamente come accade su iPhone o su Nexus.
Lo sbarco di Instagram è un'ottima notizia per Microsoft, e fa il paio con l'annuncio che anche Waze (app dedicata alla navigazione GPS, recentemente acquisita da Google) è ora disponibile su Windows Phone. Per Redmond questo suona quasi come una conferma che il suo sistema operativo da smartphone è assurto davvero a terza forza del mercato, guadagnandosi lo status di concorrente (pur minoritario) alla spartizione della torta mobile. Anche i numeri sono confortanti, con 500 nuove app al giorno nello store e 10 milioni di download ogni 24 ore. Non sono esattamente i numeri stellari di Apple e Google, ma sono comunque tutti in crescita: resta da vedere come si evolveranno soprattutto nel corso delle prossime feste natalizie, da sempre banco di prova importante per le velleità dell'elettronica di consumo di ogni categoria.

Luca Annunziata
Notizie collegate
13 Commenti alla Notizia Instagram c'è anche per Windows Phone
Ordina