USA, i senatori al P2P: suvvia!

Auto-regolatevi e dimostrate di avere una coscienza. Questo il senso di una lettera di alcuni senatori americani ai gestori di piattaforme peer-to-peer. I primi successi della lobby del P2P

Washington (USA) - C'è qualcosa di molto interessante nella lettera che sei influenti senatori americani hanno redatto, firmato e spedito ai gestori di alcuni dei più conosciuti network del peer-to-peer. Perché è un approccio del tutto simile a quanto auspicato in questi mesi dalla prima lobby del P2P che ha iniziato ad operare a Washington.

Cosa c'è nella lettera? Tutto quello che ci si può aspettare. "I produttori di tecnologia peer-to-peer - si legge nella lettera - hanno un obbligo legale e morale di adeguarsi alle leggi sul copyright e porre fine allo smercio pornografico in queste reti. Questi programmi espongono i nostri bambini a materiali sessualmente espliciti e forniscono un veicolo anonimo per i pedopornografi, capaci così di nascondersi dietro il velo della tecnologia".

Da tempo l'industria del disco e del cinema ha cercato di scuotere il Congresso delineando nuovi orrifici scenari dello smercio pedopornografico ma la scelta dei senatori di scrivere una sorta di appello alle imprese del peer-to-peer è senz'altro una risposta ben diversa da quella attesa dalle major. O, come ha scritto qualcuno, potrebbe invece evidenziare la consapevolezza dei parlamentari americani dell'impossibilità di varare norme che possano rivelarsi davvero efficaci contro certi fenomeni.
Va anche detto che proprio in queste settimane sono emerse al Congresso di Washington proposte talvolta decisamente bizzarre per reprimere la pirateria, come quella che vuole l'arresto immediato per chi condividesse film o altro materiale non ancora ufficialmente lanciato sul mercato. In questo quadro la lettera dei senatori sembra invece abbracciare la stessa filosofia del Codice di condotta del P2P promossa dalla lobby di settore P2P United.

Secondo i senatori, le piattaforme P2P devono sviluppare una serie di strumenti che limitino gli abusi che vengono compiuti su quei network. In particolare si chiede che tutti gli utenti siano avvertiti, quando vi accedono, che i contenuti che vi girano possono essere pericolosi; che tutti i software di condivisione siano dotati di appositi filtri che rendano più difficile far girare materiale protetto da copyright o pornografia; che per condividere materiale presente sui propri computer gli utenti siano costretti ad attivare una specifica funzione anziché trovare la pappa pronta.

La lettera dei senatori si chiude sostenendo che se le aziende del P2P operassero in questa direzione "dimostrerebbero il loro desiderio di diventare responsabili cittadini del mondo dell'industria".
14 Commenti alla Notizia USA, i senatori al P2P: suvvia!
Ordina
  • ho capito perché tutto 'sto anbaradan si scatena quando si parla di porno che potrebbe essere potenzialmente a disposizione di minori:

    i genitori si vergognano di non aver avuto il coraggio di spiegare ai figli una storiella migliore di quella dell'ape e del fiore.

  • - Scritto da: avvelenato
    > ho capito perché tutto 'sto anbaradan si
    > scatena quando si parla di porno che
    > potrebbe essere potenzialmente a
    > disposizione di minori:
    >
    > i genitori si vergognano di non aver avuto
    > il coraggio di spiegare ai figli una
    > storiella migliore di quella dell'ape e del
    > fiore.

    Ammesso che gli abbiano spiegato anche quella... Il sesso non lo insegna nessuno, tutti devono arrangiarsi allo stesso modo, da che mondo è mondoA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: avvelenato
    > > ho capito perché tutto 'sto anbaradan si
    > > scatena quando si parla di porno che
    > > potrebbe essere potenzialmente a
    > > disposizione di minori:
    > >
    > > i genitori si vergognano di non aver avuto
    > > il coraggio di spiegare ai figli una
    > > storiella migliore di quella dell'ape e
    > del
    > > fiore.
    >
    > Ammesso che gli abbiano spiegato anche
    > quella... Il sesso non lo insegna nessuno,
    > tutti devono arrangiarsi allo stesso modo,
    > da che mondo è mondoA bocca aperta

    mah, non sto dando la colpa ai genitori delle loro pessime spiegazioni. sto dicendo solo che non si devono mica aspettare che i figli li credanoA bocca aperta

    specie dei 15enni con gli ormoni in subbuglio!

    avvelenato i cui ormoni ha addestrato meglio di un circense
  • Questa è veramente bella, politici che parlano di onestà, responsabilità e coscienza!
    Muoio dal ridere...
    non+autenticato


  • .....chi li ha fatti se li trastulli !!!!!!!!!

    Lo volevate o'figghiu ? E mò so fatti vostri !!!

    Mica è spuntato il porno ieri ! C'era perfino al tempo dei romani! Lo sapevate e sapevate dei richi e dei pericoli che la vostra creatura avrebbe eventualmnte corso.

    Se non avete il tempo nè la volgia di badare ai vostri figli, allora NON FATELI.


    non+autenticato
  • Lo so che scaricare porno è sempre violazione di copiratti. Ma perché menarla tanto con chi scarica porno? come se fosse una persona cattiva.

    già solo questa loro fissazione fa perdere di credibilità a tutto il resto del messaggio, che magari aveva anche qualche contenuto interessante ma annacquato dalla solita retorica propagandistica.


    avvelenato che i porno se li sa scegliere bene.

  • - Scritto da: avvelenato
    > Lo so che scaricare porno è sempre
    > violazione di copiratti. Ma perché menarla
    > tanto con chi scarica porno?

    Perchè nella loro ottica bigotta e puritana, chi scarica porno è una bestia che schifa dio!
    Loro fanno meglio: li girano direttamente in casa insieme alle mogli e a una dozzina di coppie d'amiciSorride


    non+autenticato
  • Il punto e` che il porno, e soprattutto la pedofilia (nel secondo caso piu` che comprensibilmente!) sono ottime armi per sollevare l'opinione pubblica. Alla gente non frega niente dei copyright delle major della musica (tutt'altro!), ma provate a parlar loro di minacce morali per i loro figli... e voila`! Si trova cosi` il consenso per instaurare leggi e sistemi tecnologici atti a proteggere (piu` o meno) le piccole anime candide; col "side effect" di fare anche gli interessi dei potenti (<<ah, a proposito, non potete scaricare piu` canzoni, ma in fondo e` un piccolo prezzo per la sicurezza dei vostri bimbi, vero?>>)
  • Il porno, la pedofilia, il terrorismo, e tutti gl'altri spauracchi non c'entrano niente, sono solo i punti morali sensibili su cui far leva per ottenere i propri scopi.. vendere e guadagnare.
    Nessuna polemica per tutti quei bimbi che si sono letti (guardatiOcchiolino ) playboy o visto qualche vhs sconcio perchè l'hanno trovato in qualche cassetto nascosto del papa.. (tanto il papà l'aveva comprato).
    Nessuna polemica, o meglio si sa che c'è ma fin che non salta fuori il caso eclatante da mostrare in tv va bene per tutti, sulla pedofilia tra le mura domestiche.. (anche se quella in vhs o via p2p presuppone cmq. un reato e di conseguenza chi ne usufruisce si rende partecipe indirettamente e in maniera minore di quel reato).
    Insomma tutto ciò che può essere venduto è legale, vieceversa tutto ciò che non può essere venduto è illegale o quantomeno immorale...






    - Scritto da: Bejelit
    > Il punto e` che il porno, e soprattutto la
    > pedofilia (nel secondo caso piu` che
    > comprensibilmente!) sono ottime armi per
    > sollevare l'opinione pubblica. Alla gente
    > non frega niente dei copyright delle major
    > della musica (tutt'altro!), ma provate a
    > parlar loro di minacce morali per i loro
    > figli... e voila`! Si trova cosi` il
    > consenso per instaurare leggi e sistemi
    > tecnologici atti a proteggere (piu` o meno)
    > le piccole anime candide; col "side effect"
    > di fare anche gli interessi dei potenti
    > (<<ah, a proposito, non potete scaricare
    > piu` canzoni, ma in fondo e` un piccolo
    > prezzo per la sicurezza dei vostri bimbi,
    > vero?>>)

  • - Scritto da: avvelenato
    > Lo so che scaricare porno è sempre
    > violazione di copiratti. Ma perché menarla
    > tanto con chi scarica porno? come se fosse
    > una persona cattiva.
    >
    > già solo questa loro fissazione fa perdere
    > di credibilità a tutto il resto del
    > messaggio, che magari aveva anche qualche
    > contenuto interessante ma annacquato dalla
    > solita retorica propagandistica.
    >
    >
    > avvelenato che i porno se li sa scegliere
    > bene.

    non è contro chi scarica porno che c'è l'hanno ma contro il fatto che spesso sono i minori a scaricare questa roba.
    Siccome non solo in Italia, nonostente le mamme chioccia che vogliono sapere del figlio tutto e più di tutto ma che poi non guardano che fanno i figli minori su internet, oggi i minori sono liberi di girare per la rete senza adulti vicino, si cheide sempre di più che siano gli stati a fare ciò che ogni buon genitore dovrebbe fare: educare e controllare e proteggere i minori.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: avvelenato
    > > Lo so che scaricare porno è sempre
    > > violazione di copiratti. Ma perché menarla
    > > tanto con chi scarica porno? come se fosse
    > > una persona cattiva.
    > >
    > > già solo questa loro fissazione fa perdere
    > > di credibilità a tutto il resto del
    > > messaggio, che magari aveva anche qualche
    > > contenuto interessante ma annacquato dalla
    > > solita retorica propagandistica.
    > >
    > >
    > > avvelenato che i porno se li sa scegliere
    > > bene.
    >
    > non è contro chi scarica porno che c'è
    > l'hanno ma contro il fatto che spesso sono i
    > minori a scaricare questa roba.
    > Siccome non solo in Italia, nonostente le
    > mamme chioccia che vogliono sapere del
    > figlio tutto e più di tutto ma che poi non
    > guardano che fanno i figli minori su
    > internet, oggi i minori sono liberi di
    > girare per la rete senza adulti vicino, si

    ... non rivelare userID e password ai figli no eh ? , troppo complicato...

    > cheide sempre di più che siano gli stati a
    > fare ciò che ogni buon genitore dovrebbe
    > fare: educare e controllare e proteggere i
    > minori.

    ... spero tu stia scerzando, vero ?...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > non è contro chi scarica porno che c'è
    > l'hanno ma contro il fatto che spesso sono i
    > minori a scaricare questa roba.

    e allora?
    cos'è, hanno paura che i minori prendano coscienza della sessualità?
    vogliono affermare che non sanno quel che gira nelle scuole superiori e anche medie (con la compiacenza del solito edicolante)?
    e francamente così come non ci vedo nulla di male al fatto che un 16enne si guardi un giornaletto porno, così non capisco perché ci si debba scandalizzare quando si scopre che se li scaricano.

    avvelenato che in verità a 16anni era molto infastidito dai porno. e quindi non se li vedeva, senza stare a giudicar male chi invece lo faceva.
  • sentite un secondo: CHI è che veramente si lamenta del porno per i figli?
    i genitori?

    hanno il filtro SUPREMO: loro stessi.
    1) usare il pc con loro
    2) non lasciar usare affatto il pc

    oppure, se glie lo lasciano usare, sanno che potrebbe succedere e magari : NON GLI IMPORTA.
    e che ci sarebbe poi di strano?
    gente che scopa, gente che scopa in modo assurdo anche.
    ok!
    con una educazione ben fatta, si sa cosa è un film e cosa è vero e possibile.

    in un film vedi una che si scopa una squadra di rugby? ok. non che non sia possibile: ma , caro giacomino: hai mai visto una che vada in giro a dire "ragaaaazzziiiii, c'è una squadra di rugby che vuole provare a stremarmi fisicamente col sessoooooo?"
    no.

    tanto quanto bruce willis non saprebbe salvare nessuno in un vero inferno di cristallo, tanto come normalmente non si salva nessuno in tante situazioni reali, dove tutti crepano e non c'è nessun superfigo.
    gli eroi ci sono, ma funzionano in un altro modo e non hanno la colonna sonora figona.

    il sesso c'è e ce n'è tanto e di tanti tipi: giacomino, mariolina: la realtà è che abbiamo il pisellone, la topina, il culetto e le tettine, la bocca, le mani e la lingua.
    sapete come funzionano e come si possono usare, sia per gli usi comuni, sia per il sesso.

    vi piace guardare le porcellate?
    ok! ma ricordate che sono film, che la gente non ha tutta la stessa sensibilità e che fose ad altri NON PIACE AFFATTO, quindi abbiate un limite.
    inoltre non essagerate con le pippettone che vi abituate male, poi quando dovete scopare sul serio non capite la sensibilità dell'altro ma solo la vostra.
    eh? mariolino? non ti frega, vuoi solo vedere cosa fanno?

    va beh, ma poi se la cosa ti interessa troppo, vediamo di parlarne.

    saluti.
    non+autenticato
  • ehmm....si. certo.A bocca storta
    wtb
    42