Gaia Bottà

Filtrare sì, ma con cautela

L'avvocato generale della Corte di Giustizia Europea incoraggia blocchi a livello IP e DNS per tutelare il copyright. Misure adeguate anche se facilmente aggirabili, misure proporzionate solo se non investono contenuti leciti

Filtrare sì, ma con cautelaRoma - Il complesso bilanciamento tra la protezione dei diritti d'autore online e la libertà di informazione e di espressione dei cittadini della Rete non dovrebbe essere affidato alla discrezione del fornitore di connettività, ma determinato a monte, dal sistema giudiziario dello stato: è questa l'opinione dell'avvocato generale della Corte di Giustizia Europea Cruz Villalón, chiamato ad esprimere il proprio parere indipendente sul caso austriaco montato attorno al fu Kino.to, colpevole di ospitare contenuti in violazione del copyright.

Kino.to, ospitato su server in Togo, offriva ai propri utenti link a contenuti video condivisi senza l'autorizzazione dei detentori dei diritti, materiale in streaming e in download che lo aveva reso protagonista di una concitata vicenda giudiziaria in Germania, culminata con la chiusura del portale. Prima che la Germania mobilitasse le forze dell'ordine di mezza Europa per perseguire i responsabili, l'industria dei contenuti austriaca si era già messa all'opera per tutelare le proprie opere: Constantin Film e Wega avevano invitato i fornitori di connettività, in via stragiudiziale, ad inibire ai loro utenti l'accesso a Kino.to. UPC Telekabel, ISP d'elezione per numerosi utenti austriaci, aveva opposto resistenza alla richiesta dei detentori dei diritti, i quali si erano rivolti ad un tribunale affinché sollecitasse il provider emanando quello che in Italia corrisponde ad un provvedimento di sequestro per il sito: in sostanza, un'ordinanza che costringesse l'ISP a inibire gli accessi dei propri utenti a Kino.to.

Il provvedimento è stato emanato dal tribunale di Vienna: si proibiva a UPC di rendere accessibile Kino.to, "in particolare attraverso il blocco del DNS del dominio e il blocco degli indirizzi IP attuali e futuri di cui la resistente possa venire a conoscenza", misure attuabili "con un impiego di mezzi trascurabile" e senza conseguenze per altri siti perfettamente leciti, in quanto si rilevava che Kino.to non condividesse gli indirizzi IP di riferimento con terzi. Il tribunale di Vienna aveva altresì osservato che queste misure fossero facilmente aggirabili dagli utenti, ma rimanessero "i metodi più efficaci per impedire l'accesso".
Sia il provider sia i detentori dei diritti avevano fatto ricorso, per cui il caso era rimbalzato presso un tribunale di appello, che aveva deliberato dopo la chiusura forzata del portale. L'ISP, ritenuto a tutti gli effetti un intermediario per il solo fatto di offrire ai propri utenti la possibilità di approfittare delle opere condivise illecitamente, veniva obbligato dunque a inibire gli accessi: qualsiasi riferimento alle misure da mettere in atto (filtri DNS o blocco degli IP) era stato eliminato dall'ordinanza del tribunale d'appello, che prescriveva il semplice conseguimento del risultato. L'ISP avrebbe dunque dovuto "impedire la lesione del diritto di proprietà intellettuale", con i mezzi che ritenesse più opportuni. UPC Telekabel si era opposta con un nuovo ricorso, portando il caso alla Corte Suprema, l'Oberster Gerichtshof.

In massimo grado di giudizio, la decisione è stata sospesa, e il procedimento sottoposto a valutazione da parte della Corte di Giustizia dell'Unione Europea. In particolare, la suprema corte austriaca si chiedeva se un semplice fornitore di accesso, e non quindi un fornitore di hosting o di connettività al sito che mettesse a disposizione contenuti illeciti, possa essere considerato un intermediario e possa quindi essere costretto ad agire per prevenire le violazioni del diritto d'autore. Il sistema giudiziario austriaco chiedeva inoltre lumi riguardo alle modalità di imposizione del blocco da parte del provider, alla luce del necessario bilanciamento dei diritti fondamentali di detentori dei diritti e cittadini della Rete: è lecito lasciare briglia sciolta all'ISP e ordinare il semplice blocco degli accessi per gli utenti, senza alcuna indicazione riguardo alle modalità? È possibile, chiedeva ancora la Corte Suprema austriaca, ordinare ai provider il blocco degli accessi prescrivendo di adottare misure che comportino "un impiego di mezzi non trascurabile" e che "possano essere facilmente aggirate anche senza particolari conoscenze tecniche"?
Notizie collegate
26 Commenti alla Notizia Filtrare sì, ma con cautela
Ordina
  • Mò finisce che ci riaprono ancora Pirate Bay, poi lo richiudono, poi lo riaprono, poi lo richiudono ....
    non+autenticato
  • Ma quale cautela, ma quale libertà di informazione.

    Clicca per vedere le dimensioni originali

    Gli ISP devolo filtrare tutto e subito. Solo in questo modo si può sconfiggere la piaga della pirateria. Indiavolato
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...

    > Gli ISP devolo filtrare tutto e subito.

    Ma se filtrano tutto, allora vuol dire che filtrano anche le alternative "legali"... (in altre parole: ti sei fregato da solo!)
    non+autenticato
  • - Scritto da: anon
    > - Scritto da: ...
    >
    > > Gli ISP devolo filtrare tutto e subito.
    >
    > Ma se filtrano tutto, allora vuol dire che
    > filtrano anche le alternative "legali"... (in
    > altre parole: ti sei fregato da
    > solo!)

    Va bene pure quello: la pirateria va fermata a tutti i costi! Indiavolato
    non+autenticato
  • E credi che se venisse filtrato tutto la gente tornerebbe a pagarvi la gabella per vedere un filmetto?


    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
  • - Scritto da: Massi729
    > E credi che se venisse filtrato tutto la gente
    > tornerebbe a pagarvi la gabella per vedere un
    > filmetto?
    >
    >
    > AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA




    E tu credi che Pianeta Video sia veramente un videotechino?

    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: Massi729
    > > E credi che se venisse filtrato tutto la gente
    > > tornerebbe a pagarvi la gabella per vedere un
    > > filmetto?
    > >
    > >
    > > AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    >
    >
    >
    >
    > E tu credi che Pianeta Video sia veramente un
    > videotechino?
    >
    > AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA

    Pianeta Video sarà un tipo che non ha nulla da fare tutto il giorno e viene a trollare puntualmente nelle discussioni sul copyright e diritti d'autore, non vedo differenza con un videotechino reale..A bocca aperta
  • - Scritto da: thebecker
    > - Scritto da: ...
    > > - Scritto da: Massi729
    > > > E credi che se venisse filtrato tutto
    > la
    > gente
    > > > tornerebbe a pagarvi la gabella per
    > vedere
    > un
    > > > filmetto?
    > > >
    > > >
    > > > AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    > >
    > >
    > >
    > >
    > > E tu credi che Pianeta Video sia veramente un
    > > videotechino?
    > >
    > > AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    >
    > Pianeta Video sarà un tipo che non ha nulla da
    > fare tutto il giorno e viene a trollare
    > puntualmente nelle discussioni sul copyright e
    > diritti d'autore, non vedo differenza con un
    > videotechino reale..
    >A bocca aperta

    O un buon sistemista Imbarazzato
    krane
    22544
  • - Scritto da: ...
    > Ma quale cautela, ma quale libertà di
    > informazione.
    >
    > [img]http://3.bp.blogspot.com/-KpT9EoxPdBk/UUlwRG-
    >
    > Gli ISP devolo filtrare tutto e subito. Solo in
    > questo modo si può sconfiggere la piaga della
    > pirateria.
    >Indiavolato

    Basta che uno acquisti una copia dedicata alla vendita e tutto diventa legale e' spiegato qui: http://www.videotecheweb.it/pvs/
    krane
    22544
  • - Scritto da: ...
    > Ma quale cautela, ma quale libertà di
    > informazione.
    >
    > [img]http://3.bp.blogspot.com/-KpT9EoxPdBk/UUlwRG-
    >
    > Gli ISP devolo filtrare tutto e subito. Solo in
    > questo modo si può sconfiggere la piaga della
    > pirateria.
    >Indiavolato

    Iniziamo a filtrare Pianeta Video alias SIAE...:D
  • - Scritto da: ...
    > Ma quale cautela, ma quale libertà di
    > informazione.
    >
    > [img]http://3.bp.blogspot.com/-KpT9EoxPdBk/UUlwRG-
    >
    > Gli ISP devolo filtrare tutto e subito. Solo in
    > questo modo si può sconfiggere la piaga della
    > pirateria.
    >Indiavolato
    pensa che sul mio router è filtrato l'IP 151.22.5.67 e l'IP 2.228.32.67
    A te scoprire a cosa corrisponde....
    A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: tucumcari
    > - Scritto da: ...
    > > Ma quale cautela, ma quale libertà di
    > > informazione.
    > >
    > >
    > [img]http://3.bp.blogspot.com/-KpT9EoxPdBk/UUlwRG-
    > >
    > > Gli ISP devolo filtrare tutto e subito. Solo in
    > > questo modo si può sconfiggere la piaga della
    > > pirateria.
    > >Indiavolato
    > pensa che sul mio router è filtrato l'IP
    > 151.22.5.67 e l'IP -----> youporn
    > 2.228.32.67 -----------> redtube
    > A te scoprire a cosa corrisponde....
    > A bocca aperta


    FIXED. A bocca aperta
    non+autenticato
  • Cruz Villalòn de les Huevas de Oro, ti presto una dentiera così la prossima volta che vai a fare un servizietto ai tuoi padroni dell'industria, puoi staccarglielo a morsi!
    non+autenticato
  • A) l'isp che fornisca ai netizen l'accesso a un sito ritenuto responsabile di violare il diritto d'autore condividendo illecitamente opere protette permette di fatto ai propri utenti di avere accesso a delle opere condivise illecitamente

    B) il blocco degli IP del sito incriminato o un blocco a livello DNS ...facilità con cui queste misure possono essere scavalcate non ne pregiudicherebbe l'idoneità:


    MA ANCHE
    - "va assicurato che la misura di blocco riguardi effettivamente materiale all'origine della violazione e non sussista alcun rischio di bloccare l'accesso a materiale lecito".
    - avvalendosi di strumenti già ampiamente adottati come i filtri a livello DNS e i filtri a livello IP, ma SOLO qualora ciò non comporti effetti collaterali come la soppressione di voci perfettamente lecite

    Ovviamente il fatto che le due prescrizioni siano in PALESE CONTRASTO TECNICO tra loro, all'azzeccagargugli non tange. Lui si toglie il suo paruccone coi boccoli e va a casa. Ci pensino gli altri ai dettagliA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > A) l'isp che fornisca ai netizen l'accesso a un
    > sito ritenuto responsabile di violare il diritto
    > d'autore condividendo illecitamente opere
    > protette permette di fatto ai propri utenti di
    > avere accesso a delle opere condivise
    > illecitamente
    >
    > B) il blocco degli IP del sito incriminato o un
    > blocco a livello DNS ...facilità con cui queste
    > misure possono essere scavalcate non ne
    > pregiudicherebbe
    > l'idoneità:
    >
    >
    > MA ANCHE
    > - "va assicurato che la misura di blocco riguardi
    > effettivamente materiale all'origine della
    > violazione e non sussista alcun rischio di
    > bloccare l'accesso a materiale lecito".
    >
    > - avvalendosi di strumenti già ampiamente
    > adottati come i filtri a livello DNS e i filtri a
    > livello IP, ma SOLO qualora ciò non comporti
    > effetti collaterali come la soppressione di voci
    > perfettamente lecite
    >
    >
    > Ovviamente il fatto che le due prescrizioni siano
    > in PALESE CONTRASTO TECNICO tra loro,
    > all'azzeccagargugli non tange. Lui si toglie il
    > suo paruccone coi boccoli e va a casa. Ci pensino
    > gli altri ai dettagli
    >A bocca aperta

    Sono tutti morti, ma ancora non lo sanno.
    Camminano come zombi in direzione del baratro, dove precipiteranno per scomparire del tutto.

    Che tristezza che deve essere l'ignoranza.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: bubba
    > > A) l'isp che fornisca ai netizen l'accesso a
    > un
    > > sito ritenuto responsabile di violare il
    > diritto
    > > d'autore condividendo illecitamente opere
    > > protette permette di fatto ai propri utenti
    > di
    > > avere accesso a delle opere condivise
    > > illecitamente
    > >
    > > B) il blocco degli IP del sito incriminato o
    > un
    > > blocco a livello DNS ...facilità con cui
    > queste
    > > misure possono essere scavalcate non ne
    > > pregiudicherebbe
    > > l'idoneità:
    > >
    > >
    > > MA ANCHE
    > > - "va assicurato che la misura di blocco
    > riguardi
    > > effettivamente materiale all'origine della
    > > violazione e non sussista alcun rischio di
    > > bloccare l'accesso a materiale lecito".
    > >
    > > - avvalendosi di strumenti già ampiamente
    > > adottati come i filtri a livello DNS e i
    > filtri
    > a
    > > livello IP, ma SOLO qualora ciò non comporti
    > > effetti collaterali come la soppressione di
    > voci
    > > perfettamente lecite
    > >
    > >
    > > Ovviamente il fatto che le due prescrizioni
    > siano
    > > in PALESE CONTRASTO TECNICO tra loro,
    > > all'azzeccagargugli non tange. Lui si toglie
    > il
    > > suo paruccone coi boccoli e va a casa. Ci
    > pensino
    > > gli altri ai dettagli
    > >A bocca aperta
    >
    > Sono tutti morti, ma ancora non lo sanno.
    > Camminano come zombi in direzione del baratro,
    > dove precipiteranno per scomparire del
    > tutto.
    >
    > Che tristezza che deve essere l'ignoranza.

    Gadda diceva “non tutti sono condannati ad essere intelligenti ” eccone un esempio (l'azzeccagargugli per la precisazione)
  • - Scritto da: bubba
    > Ovviamente il fatto che le due prescrizioni siano
    > in PALESE CONTRASTO TECNICO tra loro,
    > all'azzeccagargugli non tange. Lui si toglie il
    > suo paruccone coi boccoli e va a casa. Ci pensino
    > gli altri ai dettagli
    >A bocca aperta
    Qui ci vuole l'immortale Murphy:
    Nulla è impossibile per colui che non deve farlo
    ;)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dr Doom
    > Qui ci vuole l'immortale Murphy:
    > Nulla è impossibile per colui che non deve farlo
    >Occhiolino

    Quoto! è troppo divertente poi quando fa quella sua risata, ha fatto film che ormai sono un must: Un Poltrona per Due, Il principe cerca moglie, Beverly Hills Cop (dove intepretava l'indimenticabile Axel Foley) e non dimentichiamo i suoi travestimenti come ne "Il Professore Matto" concordo un personaggio ormai immortale!Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: quello che sa tutto
    > - Scritto da: Dr Doom
    > > Qui ci vuole l'immortale Murphy:
    > > Nulla è impossibile per colui che non deve
    > farlo
    > >Occhiolino
    >
    > Quoto! è troppo divertente poi quando fa quella
    > sua risata, ha fatto film che ormai sono un must:
    > Un Poltrona per Due, Il principe cerca moglie,
    > Beverly Hills Cop (dove intepretava
    > l'indimenticabile Axel Foley) e non dimentichiamo
    > i suoi travestimenti come ne "Il Professore
    > Matto" concordo un personaggio ormai immortale!
    >Sorride

    Murphy sbagliato...
  • - Scritto da: quello che sa tutto
    > - Scritto da: Dr Doom
    > > Qui ci vuole l'immortale Murphy:
    > > Nulla è impossibile per colui che non deve
    > farlo
    > >Occhiolino
    >
    > Quoto! è troppo divertente poi quando fa quella
    > sua risata, ha fatto film che ormai sono un must:
    > Un Poltrona per Due, Il principe cerca moglie,
    > Beverly Hills Cop (dove intepretava
    > l'indimenticabile Axel Foley) e non dimentichiamo
    > i suoi travestimenti come ne "Il Professore
    > Matto" concordo un personaggio ormai immortale!
    >Sorride

    Ormai Tonino Accolla è morto...
  • - Scritto da: bubba
    > A) l'isp che fornisca ai netizen l'accesso a un
    > sito ritenuto responsabile di violare il diritto
    > d'autore condividendo illecitamente opere
    > protette permette di fatto ai propri utenti di
    > avere accesso a delle opere condivise
    > illecitamente
    >
    > B) il blocco degli IP del sito incriminato o un
    > blocco a livello DNS ...facilità con cui queste
    > misure possono essere scavalcate non ne
    > pregiudicherebbe
    > l'idoneità:
    >
    >
    > MA ANCHE
    > - "va assicurato che la misura di blocco riguardi
    > effettivamente materiale all'origine della
    > violazione e non sussista alcun rischio di
    > bloccare l'accesso a materiale lecito".
    >
    > - avvalendosi di strumenti già ampiamente
    > adottati come i filtri a livello DNS e i filtri a
    > livello IP, ma SOLO qualora ciò non comporti
    > effetti collaterali come la soppressione di voci
    > perfettamente lecite
    >
    >
    > Ovviamente il fatto che le due prescrizioni siano
    > in PALESE CONTRASTO TECNICO tra loro,
    > all'azzeccagargugli non tange. Lui si toglie il
    > suo paruccone coi boccoli e va a casa. Ci pensino
    > gli altri ai dettagli
    >A bocca aperta

    Però l'azzeccagarbugli ha detto anche un'altra cosa interessante:
    http://curia.europa.eu/juris/document/document.jsf..." (Relazione, paragrafo 90):
    "Alla luce dell'insieme delle considerazioni che precedono, occorre risolvere la terza questione pregiudiziale dichiarando che non è compatibile con il necessario bilanciamento dei diritti fondamentali degli interessati, da effettuarsi nell'ambito dell'articolo 8, paragrafo 3, della direttiva 2001/29, vietare ad un provider in modo totalmente generale e senza prescrizione di misure concrete di consentire ai suoi clienti l'accesso ad un determinato sito Internet che viola il diritto d'autore. Ciò vale anche nel caso in cui il provider possa evitare sanzioni per la violazione di tale divieto dimostrando di aver adottato tutte le misure ragionevoli per l'attuazione del divieto."

    Questo vuol dire, almeno io l'ho letta così, che non sarebbe più consentito il blocco "tombale" anche di siti come piratebay, ma andrebbero circoscritti ai contenuti vietati. Che poi, in realtà, le cose vadano in tutt'altro modo lo so pure io, non sono nato ieri, ma che venga ufficializzato questo principio è comunque interessante.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 27 novembre 2013 13.09
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: webwizard
    >
    > Però l'azzeccagarbugli ha detto anche un'altra
    > cosa
    > interessante:
    > http://curia.europa.eu/juris/document/document.jsf
    > " Alla luce dell'insieme delle considerazioni
    > che precedono, occorre risolvere la terza
    > questione pregiudiziale dichiarando che non è
    > compatibile con il necessario bilanciamento dei
    > diritti fondamentali degli interessati
    , da
    > effettuarsi nell'ambito dell'articolo 8,
    > paragrafo 3, della direttiva 2001/29, vietare
    > ad un provider in modo totalmente generale e
    > senza prescrizione di misure concrete di
    > consentire ai suoi clienti l'accesso ad un
    > determinato sito Internet che viola il diritto
    > d'autore
    . Ciò vale anche nel caso in cui il
    > provider possa evitare sanzioni per la violazione
    > di tale divieto dimostrando di aver adottato
    > tutte le misure ragionevoli per l'attuazione del
    > divieto.
    "
    >
    > Questo vuol dire, almeno io l'ho letta così, che
    > non sarebbe più consentito il blocco "tombale"
    > anche di siti come piratebay, ma andrebbero
    > circoscritti ai contenuti vietati. Che poi, in
    > realtà, le cose vadano in tutt'altro modo lo so
    > pure io, non sono nato ieri, ma che venga
    > ufficializzato questo principio è comunque
    > interessante.
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 27 novembre 2013 13.09
    > --------------------------------------------------

    No. Sta parlando del filtraggio preventivo.
  • Stai commentando l'articolo di PI... non il parere A bocca aperta