Yahoo!, acquisti per far parlare uomo e macchina

La start-up ha sviluppato una tecnologia per l'elaborazione del linguaggio naturale, Yahoo! potrebbe servirsene per migliorare i servizi in ambito mobile

Roma - Marissa Mayer ama far collezione di start up e l'ultima a finire sotto il tetto di Yahoo! è SkyPhrase, società specializzata nell'elaborazione del linguaggio naturale con l'obiettivo di migliorare l'interazione tra persone e computer, consentendo a quest'ultimo di comprendere meglio le richieste degli esseri umani.

Stringato all'eccesso il comunicato redatto a Sunnyvale per annunciare l'acquisto di SkyPhrase (che arriva dopo quelle di Summly e Tumblr), che enfatizza l'entusiasmo per l'imminente arrivo dei quattro tecnici-ingegneri che hanno lavorato ad "una incredibile tecnologia come Natural Language Processing" nel team di Yahoo! Labs a New York. Nessun dettaglio sulle cifre e l'accordo anche da parte di SkyPhrase, che si limita a riconfermare l'impegno per la nuova avventura sottolineando l'utilità del sistema elaborato per facilitare il dialogo uomo-macchina.

Pur se nulla è trapelato circa le mire di Yahoo!, analizzando le mosse e tenendo a mente l'obiettivo principe dell'azienda di spingere fortemente su servizi per dispositivi mobile, c'è chi ipotizza quali siano i piani a breve-medio periodo. Che guarderebbero ad esempio alla piattaforma fantasportiva, terreno fertile in cui Sunnyvale continua a investire parecchi dollari. In tal senso i servizi di Yahoo! sono molto diffusi tra gli appassionati di football, che possono contare sull'app Fanstay Sports Football per chattare con gli altri partecipanti, controllare le bacheche, scegliere i giocatori, fare ricerche avanzate e tenere sotto controllo la propria squadra. Pare quindi abbastanza scontato che la tecnologia di SkyPhrase possa venire sfruttata ad esempio per incrementare tali servizi ampliando le funzioni e velocizzando i vari passaggi, con la speranza di offrire un prodotto ancora più semplice, completo e immediato che nutra la platea di giovani e appassionati utenti di Yahoo!.
Alessio Caprodossi