Dentro i-mode batte un cuore web

Il nuovo servizio Wind basato sulla piattaforma di NTT DoCoMo consente l'accesso a siti e servizi internet, alcuni già ottimizzati a colpi di cHTML. Tra questi anche Punto Informatico. Email, MMS, photocam, musica e altro. Tutti i dettagli

Dentro i-mode batte un cuore webRoma - Sono molti i partner di Wind per i-mode, la piattaforma di NTT DoCoMo capace di girare sui network di telefonia mobile evoluti, dal GPRS all'UMTS. Al contrario di piattaforme e tecnologie precedenti, infatti, i-mode non costituisce un mondo a sé stante ma è una porta di accesso ai contenuti e ai servizi presenti su Internet.

I telefoni cellulari sui quali è possibile attivare una SIM i-mode di Wind sono studiati per permettere la gestione completa della posta elettronica, comprensiva di allegati e associata al servizio MMS. Ma i-mode si può utilizzare, evidentemente, anche per accedere ad una notevole quantità di servizi, che spaziano dalle news di ogni settore alla prenotazione di ristoranti o di aerei, dai giochi alla gestione titoli, dalle chat alla musica fino alla navigazione su web.

Nei fatti qualsiasi sito può essere un sito i-mode perché già oggi può essere navigato con un cellulare i-mode sebbene l'ottimizzazione richieda l'impiego di qualche tag cHTML (Compact HyperText Markup Language, una versione semplificata del più comune HTML). Questo è uno degli aspetti più intriganti della piattaforma DoCoMo. La vasta diffusione di i-mode in Giappone, ma sta riscuotendo grande interesse anche nei paesi europei in cui è già presente, ha infatti spinto molti webmaster ad utilizzare il cHTML per offrire una versione "compatta" delle proprie pagine, che facilita la vita all'utente i-mode mentre naviga su Web.
L'accesso a Internet tramite i-mode è semplificato dall'accesso diretto ad un "portalone wireless" che offre una quantità di servizi e contenuti organizzati per categorie e già tutti ottimizzati per l'uso via telefonino. Nel suo complesso, è un'offerta di informazione, intrattenimento e servizi che Wind si limita a veicolare tramite portale ma che è realizzata da decine di diversi partner tra i quali, per l'area dell'informazione tecnologica, anche Punto Informatico. Per accedere ai contenuti offerti dal portalone è sufficiente con un paio di clic del cellulare sottoscrivere l'accesso ai diversi servizi, ognuno dei quali presenta costi diversi compresi tra 1 e 3 euro, ma ce ne sono anche di gratuiti (PI ha scelto la tariffazione più bassa, pari ad un euro al mese). Tutti, però, sono gratis fino al 31 gennaio 2004 ed è gratuita anche la navigazione GPRS che poi costerà un centesimo per ogni kilobyte scaricato.

Una parte della home page di PI su i-modeIl cellulare i-mode gode di una serie di accorgimenti che facilitano la navigazione. Ci sono i Preferiti, per accedere ad un sito semplicemente cliccando su un tasto anziché selezionarlo da un elenco o scriverne la URL. È possibile salvare le schermate nel telefonino, una sorta di "cache" consultabile in qualsiasi momento senza bisogno di ricollegarsi. Per gli aficionado del telefonino multimediale è anche possibile utilizzare la musica ascoltata come suoneria del cellulare o salvare le immagini. Da Punto Informatico, per esempio, l'utente i-mode può scaricare gratuitamente le migliori illustrazioni di Luca Schiavoni apparse in questi anni sul giornale e utilizzarle come sfondo del cellulare.

Per usare i-mode è necessario dotarsi di un telefonino i-mode compatibile capace di gestire le pagine cHTML, fatte per non pesare mai più di 10k. Al momento sul mercato ce ne sono due, appena presentati da Wind. Si tratta dei NEC N223i e N341i, rispettivamente da 249 e 399 euro. Inserita e attivata la SIM, il cellulare mette a disposizione tutte le funzionalità tipiche di un telefonino GPRS evoluto, compresa la photocam nell'N341i, e in un clic l'accesso ad internet. In gennaio arriveranno altri modelli firmati da altri produttori di cellulari.

Per invogliare gli utenti a sperimentare questa nuova modalità di connessione, Wind propone, a chi acquista il telefonino i-mode, 10 euro di traffico gratuito per chiamate verso qualsiasi numero di rete fissa o di rete mobile più un bonus di 50 euro al mese per 10 mesi per le telefonate verso utenti mobili Wind, vale a dire 500 euro di chiamate gratuite "spalmati" in 10 mesi.

Per saperne di più è a disposizione uno spazio dedicato su Libero.it.
81 Commenti alla Notizia Dentro i-mode batte un cuore web
Ordina
  • Avete sbagliato a non introducere i contenuti audio e video nel portale i mode.....ciao a tutti da pietro
    non+autenticato
  • ciao!
    bastava leggere bene la news

    chtml e' notmale html ma semplificato.
    questo vuol dire che qualsiasi webmaster puo' fare siti compatibili imode.

    costi? anche telefonare costa, eppure in italia il telefono lo usano e parecchio.

    navigare a pagamento? a kb scaricato? ma perche' ora non e' cosi ? anzi! meglio pagare un tanto a K che a tempo. la connessione si paga sempre in un modo o nell altro. o no?

    sms VS email?

    l email puo essere piu lunga di 160 caratteri, e mandare una email da imode costa meno di un sms.

    l unico neo e' il costo eccessivo, per ora, dei telefonini

    ma 20 milioni di cinesi non possono aver sbagliatoOcchiolino

    ciaooooooooooooos
    non+autenticato
  • Mi scuso per la violenza dell'affermazione ma dopo avere letto tutti i post non posso trattenermi.

    "Voi" non avete idea di cosa sia l'i-Mode e pure parlate.

    Un solo dato, per spedire una email da un nokia n-gage mio nipote spende 16 centesimi (comunque una decina), per spedire un sms si spendono circa 12 centesimi, per spedire una normale email con un telefonino i-Mode si spendono frazioni di centesimo.

    Diciamo che una email con tanto di header può essere di 500 caratteri, bene il costo è di 0.5 centesimi di euro (10 lire circa).

    La kpn olandese (se non erro) offre ricariche da 17 euro dove il costo per kilobyte è di 0.3 centesimi (7 lire). In tal caso una lunga email costa due o tre lire.

    Sia chiaro che la killer application dell'i-mode è la posta elettronica. poi ci sono i giochini in java (una versione di java), poi c'è un programma installabile sul cell che converte i file midi in suonerie, insomma un hacker o un tecnofilo evita di pagare parecchie cose, va in internet, si trova il file midi e lo usa come suoneria. (non molto legale in alcuni casi).

    Un sito come quello che sto facendo io occupa una decina di k a pagina, quindi costa 10 centesimi a pagina, sono 200 lire. se si va a colpo sicuro e non si scorazza per internet allora si pagano poche centinaia di lire per leggere le info della giornata, se si legge PI penso si spenda veramente poco. L'eqivalenza la si può fare con un minuto di telefonata via cell.

    Altro punto, quando arriva la email credo si sia avvisati e si può rispondere in tempo reale, la email diventa quindi come gli sms ma incredibilmente più utile ed economica.

    I siti i mode sono decine di migliaia, fare un sito è facilissimo (manca però sw di supporto, spero arrivi presto), è diffuso in Giappone da molti anni, tutte le mie amiche giapponesi hanno l'i-mode, credo ci siano 25 milioni di apparecchi in Giappone. In Europa si sta diffondendo, è presente il Germania, Francia, Olanda, Belgio e Spagna.

    Secondo me avrà un gran successo come lo ha avuto in Giappone, terra di cellulari, anzi credo che avrà più successo in Italia che negli altri paesi europei.

  • - Scritto da: Sandro kensan
    > Mi scuso per la violenza dell'affermazione
    > ma dopo avere letto tutti i post non posso
    > trattenermi.
    >
    > "Voi" non avete idea di cosa sia l'i-Mode e
    > pure parlate.

    Guarda, sono disposto a pagare pur di non saperlo.
    non+autenticato
  • :|... oltretutto sono in tram, in piedi come al solito, di corsa come al solito, tra 10 minuti sarò in ufficio con una linea T3 a disposizione... mi metto a leggere PI a pagamento? su una tecnologia che pago a K scaricati?
    ... sono fuori, al bar, con amici e una bionda tutta per me ... mi metto a giocare al cellulare?

    -- devo continure o sono stato spiegato! --
  • Per una persona che passa un ora sui mezzi pubblici un bel giocone come Nethack per cellulare non sarebbe mica male.

    Peccato che la soluzione piu' economica (e che rimane sempre la piu' ingombrante) sia quella di un pc (a meno di avere un palm pilot)Sorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: Molok
    > ... sono fuori, al bar, con amici e una
    > bionda tutta per me ... mi metto a giocare
    > al cellulare?

    La bionda nn ti aspettavi di incontrarla, decidi di portarla al cinema, ma non sai cosa danno nelle sale intorno..hop un'occhiata al cell e lo sai.
    Dopo il cine vuoi portarla nel ristorante fico di cui hai sentito parlare ma non conosci la strada, hop! un colpo di cellulare e ti scarichi l'itinerario...

    Detto questo, se ne puo fare a meno, ma a volte puo essere utile...

    il Conte
  • ce le presenti le tue amiche giapponesi? sono carine? le vai a trovare spesso?

    > un sito è facilissimo (manca però sw di
    > supporto, spero arrivi presto), è diffuso in
    > Giappone da molti anni, tutte le mie amiche
    > giapponesi hanno l'i-mode, credo ci siano 25
    > milioni di apparecchi in Giappone. In Europa
    >
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ce le presenti le tue amiche giapponesi?
    > sono carine? le vai a trovare spesso?

    Nom mi pari veramente interessato ma potrei sbagliarmi, comunque in www.kensan.it trovi la pagina dei souvenir, c'è una descrizione e pure una piccola immagine di Emi-san. Pure Masumi è carina comunque...
  • - Scritto da: Sandro kensan
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > ce le presenti le tue amiche giapponesi?
    > > sono carine? le vai a trovare spesso?
    >
    > Nom mi pari veramente interessato ma potrei
    > sbagliarmi, comunque in www.kensan.it trovi
    > la pagina dei souvenir, c'è una descrizione
    > e pure una piccola immagine di Emi-san. Pure
    > Masumi è carina comunque...

    è carina.. non è il mio tipo, comunque falle i complimentiSorride
  • Complimenti per il tuo sito è molto interessante e il layout molto semplice (è un pregio) e accattivante.

    Ciao
    4724
  • secondo me, se devi mandare l'e-mail da un cellulare fai prima a telefonare visto che ora che scrivi con il t9 una lettera passano mesi...
    certo se hai nu palmare con tutti i tasti a disposizione è ok, ma per i cellulari rimane uno sfizio e nulla più

    byez

    Fan Linux
    Akiro
    1907
  • Sapete se esistono servizi on-line che permettano di testare le proprie pagine web su emulatori di PDA e cellulari?

    Avevo un link, ma l'ho perso

    non+autenticato
  • gelon.net mi sembra
    non+autenticato
  • questo i-mmmmode non mi convince assolutamente.. sembra proprio una moderna versione del defunto wap..
    io sono uno dei tecno-addicted con il nok 3650 e sono ultrafelicissimo del mio giocattolo.. utilizzo la flat gprs di wind, che non è proprio economica (19?/mese) ma accettabile, e ci faccio girare opera (è un gioiello per la navigazione web, anche su piattaforma S60), ICQ, IRC.. giochi multiplayer via gprs, posta elettornica in maniera sfrenata..
    non è molto difficile avvicinare i devices in evoluzione alla rete classica.. non capisco dove possano portare "esperimenti" come l' i-mode se non a buttare via soldi... Fan Linux

    --meK
    non+autenticato
  • concordo
    non+autenticato

  • >.. non
    > capisco dove possano portare "esperimenti"
    > come l' i-mode se non a buttare via soldi...

    Non ti preoccupare: non dovrai buttare via una lira..ops euro: infatti con i cellulari symbian serie60 è sufficiente installare il browser Opera e potrai vedere tutti i siti i-mode che vuoi! Opera infatti è già compatibilie con cHTML! Poi se hai anche la flat... beh, tombola! ;P
    non+autenticato
  • dove navighi con il 3650 ...... ma fammi un piacerino .... forse i siti wap .... già mi viene il nervoso a navigare con il palmare .... con il 3650(che cmq considero un bel pezzo di plastica scadente con la tastiera + inutilizzabile che abbai mai visto da quando lavoro sui cellulari, tra l'altro di dimensioni assurde) non ci penso nemmeno
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)